n° 78 del 07 Giugno 2014
Agenda Digitale -  Newsletter settimanale
Direttore responsabile: Alessandro Longo
  TOP STORIES  
   
  Processo telematico, tra un mese si parte: ecco che c'è da sapere
di Valentina Carollo, avvocato
Dal 30 giugno è obbligatorio il deposito degli atti processuali per via telematica. Ma solo per alcuni. E restano seri problemi interpretativi, mentre avvocati e magistrati chiedono più chiarezza. Ecco i dettagli
 
  Nessuna deroga per il PCT: pro e contro
di Luca Indemini
Le difficoltà – sottolineate da Aiga – non mancano, ma non sono previsti ritardi, rinvii o dilazioni per il PCT. Il Ministero della Giustizia: “Siamo pronti, avanti tutta”. Con l'Agenzia per l'Italia Digitale già attuato il consolidamento server. Ecco che cosa ci aspetta
 
  Marino vuole una Roma capitale digitale
di Mila Fiordalisi
Numerosi i progetti in campo. Riflettori puntati sul nuovo portale di servizi la cui gara sarà bandita entro poche settimane. Wi-fi, Open data e Voip le altre tecnologie della ricetta. L'assessore Leonori: "Ruolo delle tecnologie è fondamentale per migliorare la vita dei cittadini e per tagliare la spesa pubblica". Dopo l'inchiesta sulle Agende delle Regioni, Agendadigitale.eu ne avvia una sui Comuni. Questa è la prima puntata
 
  Come il semestre italiano può curare i mali dell'Agenda
di Luca Gastaldi, Osservatori Ict Politecnico di Milano
Con aree rurali poco connesse, PMI analogiche e servizi di eGovernment inutilizzati, il nostro Paese ha un punto di vista privilegiato per suggerire a tutta l’Europa come continuare l’attuazione dell'Agenda digitale. Il semestre europeo dell’Italia è un'occasione unica non solo per provare a smettere di essere il “fanalino di coda” d’Europa, ma anche per dare contributi alla digitalizzazione degli altri Paesi europei
 
  La diseguaglianza digitale si afferma in Europa
di Angelo Alù, Promotore di dirittodiaccesso.eu
Sulla base dei nuovi dati del Quadro di valutazione dell’Agenda digitale UE 2014 emerge un preoccupante gap digitale tra Paesi europei, con il rischio di generare condizioni di diseguaglianza tra inclusi ed esclusi digitali
 
  Come se la cavano i diversi Paesi europei, con il digitale: il quadro
di Angelo Alù - Promotore di Dirittodiaccesso.eu
In base ai dati dettagliati del Quadro di valutazione dell’Agenda digitale UE 2014 emerge un preoccupante gap tra Paesi europei a causa di un rilevante squilibrio tra Paesi in ritardo digitale e Paesi tecnologicamente virtuosi. L'abbiamo anticipato in un precedente articolo. Adesso vediamo le schede di dettaglio per singolo Paese
 
  Il nuovo Regolamento UE sull'identità digitale
di Giusella Finocchiaro, Ordinario di Diritto di internet e di Diritto privato nell'Università di Bologna
In alcuni casi, provare l’identità è necessario: ancora, per esempio, per acquisire una carta di credito. Per risolvere questo problema il Parlamento europeo ha approvato il 3 aprile la proposta di Regolamento europeo in materia di identificazione elettronica e servizi fiduciari per le transazioni elettroniche nel mercato interno che è in attesa di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale
 
  Imprenditori digitali crescono, al via il programma UE
di Cristiano Radaelli, Presidente Anitec
L'iniziativa si propone come strumento di messa in sinergia di startup, grandi e piccole imprese che fanno dell'innovazione digitale un mezzo di sviluppo e crescita. Se ne parlerà anche in occasione di Digital Venice, all'interno di una giornata di lavori organizzata da Anitec il 9 luglio a Venezia
 
  Un docente 2.0: il caso di Manuel
di Nicola Strizzolo, università di Udine
Come un giovane maltese insegna l’italiano. Il libro per lui è il supporto ad un percorso multimediale interattivo nel web degli studenti, costruito, social, assieme agli stessi studenti, e lo fa sulla base degli assunti didattici della media education che di volta in volta adotta con gli studenti
 
  Lacrime
di Edoardo Fleischner
Cronache dal futuro, a cura del docente visionario Edoardo Fleischner (Comunicazione crossmediale all'Università degli Studi di Milano, ma anche progettista crossmediale) per Agendadigitale.eu
 
  IN POCHE PAROLE  
   
  Ecco le ricadute profonde della Fatturazione elettronica
di Alessandro Perego, Responsabile Scientifico Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione
Scopriremo i vantaggi che vengono dallo scambio di documenti in formato elettronico strutturato. L’obiettivo è quello di allinearli, riconciliare rapidamente le informazioni scambiate con la controparte e, infine, agevolare anche l’attivazione dei pagamenti, la verifica degli incassi e l’accesso al credito. L'analisi di un massimo esperto del tema, presso il Politecnico di Milano
 
  La scommessa della Fatturazione Elettronica verso la PA
di Umberto Bertelè, Presidente Comitato Scientifico Osservatori Digital Innovation
Scatta l'obbligo di Fatturazione Elettronica verso la PA e dal 6 giugno parte la PA Centrale. E' l'inizio di un percorso necessario, che può stimolare imprese e PA all'innovazione digitale. E' una scommessa che è importante vincere
 
  Pagamenti elettronici dai cittadini alla PA: adesioni a quota 24
di Alessandro Longo
Procedono i lavori per la piattaforma che consentirà a tutti i cittadini di pagare le pubbliche amministrazioni in modo elettronico entro il 2015. Pubblichiamo una tabella sullo stato dei lavori
 
  Fatturazione elettronica, rispondere ai timori delle imprese
di Dario Bonacina
Alcuni fornitori delle Pubbliche Amministrazioni pensano che sia troppo gravoso l'obbligo di provvedere alla fatturazione elettronica, come riferiscono due esperti del settore. Ma il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha fornito varie soluzioni. Ecco quali
 
  Fattura elettronica, la roadmap 2014-2015
di Anna Pia Sassano, Unità di Missione per l'Agenda
(Aggiornato 14 gennaio) In Italia i lavori andranno spediti, con il supporto anche delle Regioni. L'intervento del capo settore Processi e sistemi Ict dell’Agenzia delle Entrate e componente del Nucleo di supporto per la Programmazione il monitoraggio degli interventi in materia di Agenda Digitale presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri
 
  Fatturazione elettronica, due miti da smentire e due fatti da affermare
di Daniele Marazzi, Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione
E' falso che solo il 2% dei fornitori è pronto e che la Pa è in ritardo. Invece è vero che si risparmierà 1 miliardo di euro. E che la scadenza di giugno è solo l'inizio di un percorso. Facciamo chiarezza, con un articolo del Politecnico di Milano
 
  Sassano: "La fattura elettronica funzionerà, ecco perché"
di Anna Pia Sassano, Agenzia delle Entrate
Una nuova circolare interpretativa spiega come garantire l’arrivo delle fatture elettroniche alle amministrazioni in caso di disguidi tecnici e difficoltà ad individuare il codice ufficio dell’amministrazione a cui inviarle
 
  Fatturazione elettronica in Europa: dove si sta andando
di Anna Pia Sassano, Agenzia delle Entrate
Una proposta di direttiva UE mira a emanare uno standard per la sola unicità “semantica” dei dati. Come passo di avvicinamento verso lo standard europeo che alla semantica unisca la “sintassi”. Tra quattro anni ogni amministrazione potrebbe essere obbligata ad accettare un numero limitato di standard di mercato
 
  ESSENZIALI  
   
  Competenze digitali in Europa: troppo grandi i divari tra i Paesi
di Nello Iacono, Stati Generali dell'Innovazione
Sulle competenze digitali l’Europa si gioca il futuro. Ma continuano a mancare professionisti e competenze ICT e sulle competenze digitali i divari tra i Paesi sono ancora troppo marcati. E l'Italia è in retroguardia
 
  Come funzionerà il sistema di identità digitale italiano
di Andrea Rigoni, Unità di Missione per l'Agenda Digitale
Tutto quello che c'è da sapere su uno dei pilastri dell'Agenda digitale, raccontato da uno dei principali artefici. I cittadini si procureranno l'identità digitale presso uno degli appositi Gestori. Tre i livelli di sicurezza. Entro giugno il decreto
 
  Agenda digitale italiana: lo stato dell'arte tra decreto e altre norme
di Alessandro Longo, Nello Iacono
Dopo il Dl Crescita 2.0, le misure avviate per la Pa digitale, le tre priorità fatturazione elettronica, identità digitale e anagrafe unica. Il Piano nazionale banda larga e banda ultra larga. La Strategia Italiana per la Crescita Digitale. Italia Login. Il nuovo Cad. Ecco come sta per cambiare l'Italia grazie alla spinta politica nell'innovazione (aggiornamenti in progress. Ultimo: 3 agosto 2016)
 
  Agenda Digitale: ecco tutti i ritardi del Governo
di Ernesto Belisario
Prosegue l'’iniziativa di Agendadigitale.eu per monitorare l’adozione di decreti attuativi e regole tecniche
 
 
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960 - ISSN 2421-4167