n° 96 del 08 Novembre 2014
Agenda Digitale -  Newsletter settimanale
Direttore responsabile: Alessandro Longo
  TOP STORIES  
   
  Pagamenti alla PA: il punto sulla riforma digitale
di Maria Pia Giovannini, Agenzia per l'Italia Digitale
Hanno aderito 28 pubbliche amministrazioni di cui 9 centrali, 8 Regioni e 11 enti locali. Lato prestatori che offrono i servizi di pagamento, hanno aderito 11 prestatori di servizi di pagamento di cui 6 banche (2 in esercizio e 1 in pre-esercizio), 4 istituti di pagamento e moneta elettronica e Poste Italiane (in esercizio), oltre al CBI-Customer to Business Interaction e My Bank che si propongono come facilitatori per l’utilizzo di specifici servizi di pagamento
 
  Identità digitale, che cosa cambia con il regolamento europeo eIDAS
di Andrea Rigoni
Il nuovo regolamento eIDAS è apparso da poco in Gazzetta Ufficiale. Che cosa cambia a livello Europeo e come si rapporta a SPID? Andiamo verso un futuro in cui l'identità digitale sarà interoperabile a livello comunitario
 
  Fascicolo sanitario elettronico, quale ruolo per le in-house
di Paolo Colli Franzone, Osservatorio Netics
In-house o non in-house, questo è il dilemma. Alla ricerca del bandolo della matassa, chiariamo tre punti base per mettere ordine nel dibattito
 
  La cultura digitale, la Rai e il progetto Maestro Manzi 2.0
di Nello Iacono, Stati Generali dell'Innovazione
La Rai è al varo di un progetto di alfabetizzazione digitale che coinvolgerà l’intera programmazione. Progetto ambizioso e importante, che non esaurisce il potenziale ruolo della Rai su questo tema, da correlare in un quadro coordinato delle iniziative nazionali, che è da costruire rapidamente
 
  Università e digitale: eccellenze nel deserto
di Luca Indemini
La Federico II di Napoli, col progetto Federica prima e con EMMA ora, è l'università che ha maggiormente strutturato l'offerta dei MOOC. Al Politecnico di Milano offrono interessanti possibilità la piattaforma Be e-Poli e il portale Polimi Open Knowledge. Isole digitali in un arcipelago spezzettato: nemmeno al MIUR si ha una visione d'insieme della sperimentazione digitale portata avanti dai singoli Atenei
 
  Perego (Polimi): "Un nuovo spazio comune per attuare l'Agenda"
di Alessandro Perego, Politecnico di Milano
L'Agenda non viene attuata per colpa di una governance inefficace. Serve un senso di urgenza condiviso, conoscenza diffusa tra gli attori e loro partecipazione attiva. E non basta nemmeno: c'è bisogno anche di uno spazio in cui mescolarsi. La lectio magistralis del responsabile scientifico dell'Osservatorio Polimi sull'Agenda Digitale, durante l'evento del 5 novembre
 
  I tanti dubbi sul diritto all'oblio
di Ruben Razzante, docente di diritto dell'informazione all'Università Cattolica di Milano
Con la sentenza della Corte di Giustizia Ue e, a breve, il regolamento europeo sulla data privacy, il diritto all'oblio diventa un tassello ineludibile del quadro. Ma con troppi lati oscuri
 
  Innovazione Digitale nel Retail: un mosaico ancora da comporre
Il 19 Novembre verranno presentati i risultati della Ricerca 2014 dell’Osservatorio Innovazione digitale nel retail della School of Management del Politecnico di Milano.
 
  Via
di Edoardo Fleischner
Cronache dal futuro (anno 2333), a cura del docente visionario Edoardo Fleischner (Comunicazione crossmediale all'Università degli Studi di Milano, progettista crossmediale) per Agendadigitale.eu
 
  IN POCHE PAROLE  
   
  Catania: "I valori del Fattore Ict"
di Elio Catania, Confindustria Digitale
 
  Quintarelli: "Vincoli burocratici, cultura analogica i mali dell'Italia"
di Stefano Quintarelli (Scelta Civica), Comitato d'indirizzo Agid
 
  Palmieri: "Una Commissione permanente sull'Innovazione tecnologica"
di Antonio Palmieri, Forza Italia
 
  Moriondo: "Inerzia dal Governo mentre il territorio scalpitava per fare"
di Roberto Moriondo, Comitato di Indirizzo, Agenzia per l'Italia Digitale
 
  Nicolai: "Stimiamo 9,1 mld di euro per l'Agenda italiana dall'Europa"
di Marco Nicolai, docente di Economia Aziendale, università degli Studi di Brescia
 
  Fresca Fantoni (Assinter): "Una governance partecipata centro-periferia"
di Carla Fresca Fantoni, Assinter
 
  Noci (Polimi): "Ma i temi dell'Agenda vivono solo tra addetti ai lavori"
di Giuliano Noci, Politecnico di Milano
 
  Puppato (PD): “Contro stalking online e cyberbullismo puntare sulla consapevolezza digitale”
di Laura Puppato, Partito Democratico
 
  Coppola: "La corruzione è il vero blocco alla Pa digitale"
di Paolo Coppola (PD), consulente politico all'Agenda digitale
 
  ESSENZIALI  
   
  Agenda digitale italiana: lo stato dell'arte tra decreto e altre norme
di Alessandro Longo, Nello Iacono
Dopo il Dl Crescita 2.0, le misure avviate per la Pa digitale, le tre priorità fatturazione elettronica, identità digitale e anagrafe unica. Il Piano nazionale banda larga e banda ultra larga. La Strategia Italiana per la Crescita Digitale. Italia Login. Il nuovo Cad. Ecco come sta per cambiare l'Italia grazie alla spinta politica nell'innovazione (aggiornamenti in progress. Ultimo: 3 agosto 2016)
 
  Bandi di gara contro il digital divide e ultrabroadband: stato dell'arte
Al via gli ultimi bandi che completano il piano banda larga (almeno 2 megabit). Nel frattempo proseguono quelli per la banda ultra larga: al momento, sono stati banditi 383 milioni di euro (a cui va sommato il contributo privato), per coprire 700 comuni
 
  Fascicolo Sanitario Elettronico: a che punto siamo?
di Paolo Colli Franzone, Osservatorio Netics
Nelle more della pubblicazione del DPCM attuativo, la Commissione coordinata da AgID sta esaminando i piani progettuali presentati da tutte (o quasi) le Regioni e Province Autonome. Salvo eventuali proroghe, il 1 luglio 2015 i Fascicoli dovranno essere attivi su tutto il territorio nazionale: vediamo a che punto siamo e se tutti riusciranno a rispettare questi termini
 
  Anagrafe Unica, il punto sui lavori
di Maria Pia Giovannini, Agenzia per l'Italia Digitale
Ormai completo il decreto che dice come sarà l'infrastruttura centrale che si farà carico dal 2015 di accogliere i dati ad oggi residenti sulle 8100 anagrafi comunali. Il problema principale sarà aiutare i Comuni in questo processo. Ma ricordiamo anche che l'Anpr è un tassello di un quadro più ampio e che regge direttamente i sistemi di concessione e gestione delle identità digitali (SPID), il documento digitale unico, la firma elettronica e il domicilio digitale
 
  Identità digitale, ecco il decreto e la roadmap
di Alessandro Longo
E' prevista a giorni la pubblicazione del DCPM sullo Spid: ne pubblichiamo qui una bozza che è definitiva nella sostanza, essendo già passata da Bruxelles. In parallelo avanza l'iter di altri cinque provvedimenti, che completeranno il pacchetto di regole e norme sull'identità digitale: entro dicembre. Ecco la roadmap e i vantaggi che ci si aspettano da questa novità
 
  Fatturazione elettronica: primi segni di una fase futura
di Paolo Catti e Irene Facchinetti, Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione - School of Management Politecnico di Milano
Bilancio positivo in questi primi mesi di Fatturazione Elettronica verso la PA. Crescono le Fatture Elettroniche inoltrate tramite Sdi. Ma siamo ancora in una fase iniziale, che lascia intravedere prospettive interessanti. Anche per le imprese, non solo per la PA. Si va verso infatti l'estensione del digitale all'intero Ciclo dell'Ordine
 
 
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960 - ISSN 2421-4167