n° 7 del 08 Dicembre 2012
Agenda Digitale -  Newsletter settimanale
Direttore responsabile: Alessandro Longo
  TOP STORIES  
   
  Sportello Unico e Agenzie per le imprese, al decollo le novità telematiche
di Giuseppe Tripoli, Ministero allo Sviluppo Economico
Ad avere lo Sportello Unico per le Attività Produttive sono il 92,3 per cento dei Comuni italiani. Sviluppo economico procede per completare questo percorso e ad affiancarvi altri strumenti, con l'aiuto delle Regioni
 
  Alla Sapienza prove e problemi di Agenda digitale
di Carlo Lavalle
Nell'Ateneo romano il fascicolo elettronico dello studente è una realtà. Ma adesso bisogna ristrutturare i processi. E certi docenti fanno resistenza. Una lezione per l'Italia
 
  D'Angelo: "L'Agenda trascura questioni di fondo non economiche"
di Nicola D'Angelo
La politica non veda internet solo dal punto di vista economico. L'Agenda dovrebbe occuparsi anche di neutralità, privacy, tutela dei contenuti. Diritti e garanzie per i cittadini
 
  Il digitale aggrega generazioni diverse
di Monica Fabris, Episteme
La distanza tra fasce d'età è meno grande di quanto si creda, rivelano nuovi dati. Ci sono affinità soprattutto nel modo di vedere la tecnologia, tra nonni, padri e figli. L'analisi della nota sociologa
 
  Bari, prossima Smart City "verde" del Sud
di Federico Guerrini
Molte le iniziative in arrivo nel campo della mobilità sostenibile, della sanità telematica, dell'educazione digitale e del cloud computing per la pubblica amministrazione
 
  IN POCHE PAROLE  
   
  Vimercati (PD): "Troppe bocciature, sarà un decreto deludente"
di Luigi Vimercati
 
  Movimento a 5 stelle: avanguardia nella teoria delle reti e delle complessità
di Valerio Eletti, università La Sapienza
 
  Sacco: "Più velocità a tutti per passare a una vita digitale"
di Francesco Sacco, EntER-Bocconi
 
  ESSENZIALI  
   
  Agenda digitale italiana: lo stato dell'arte tra decreto e altre norme
di Alessandro Longo, Nello Iacono
Dopo il Dl Crescita 2.0, le misure avviate per la Pa digitale, le tre priorità fatturazione elettronica, identità digitale e anagrafe unica. Il Piano nazionale banda larga e banda ultra larga. La Strategia Italiana per la Crescita Digitale. Italia Login. Il nuovo Cad. Ecco come sta per cambiare l'Italia grazie alla spinta politica nell'innovazione (aggiornamenti in progress. Ultimo: 3 agosto 2016)
 
  Gli italiani possono risparmiare 4,6 mld di euro grazie al digitale
Pubblichiamo in anteprima una sintesi del rapporto annuale I-Com, che sarà presentato la prossima settimana. L'Italia si riconferma in ritardo, ma stavolta le opportunità che vengono dalla rivoluzione digitale si rivelano imperdibili
 
  Risparmi per 20 mld e maggiori entrate per 5 mld in tre anni grazie all'Agenda. Ma solo in potenza
School of Management-Politecnico di Milano aggiorna le stime dei benefici, ma avverte: le lacune della normativa italiana fanno perdere per strada alcuni miliardi
 
  Magatti: "Il digitale condizione di possibilità. Prepararsi per conoscerlo prima e meglio"
di Mauro Magatti
Il ritardo italiano sul digitale è figlio di macro processi degli ultimi 20 anni. Internet è ambivalente, ma è comunque fattore di crescita. Ma dovremo rivedere i processi di formazione e di intelligenza collettiva. Il noto sociologo, Preside della Facoltà di Sociologia, Università Cattolica di Milano.
 
  La via del cloud per la rivoluzione digitale nella PA
di Mariano Corso, Stefano Mainetti e Alessandro Piva
Hardware disomogeneo. Software obsoleti. Il cloud potrebbe tagliare il nodo gordiano del caos IT nella pubblica amministrazione. Il risparmio- per 5,6 miliardi di euro- è solo uno dei vantaggi. L'analisi, di tre esperti di School of Management-Politecnico di Milano
 
 
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960 - ISSN 2421-4167