n° 32 del 08 Giugno 2013
Agenda Digitale -  Newsletter settimanale
Direttore responsabile: Alessandro Longo
  TOP STORIES  
   
  Avenia: "Regolamento scavi, caos assurdo. Soluzione subito o addio Agenda"
di Mila Fiordalisi
Il presidente di Asstel si appella al nuovo governo: "Valore strategico dell'Ict sottovalutato. Serve un forte commitment politico". Il settore informatico e delle Tlc in grado di generare una spinta propulsiva al pari di quella di 53 settori messi insieme. Il paradosso del decreto per facilitare banda larga
 
  I quattro modelli della guerra italiana al digital divide
di Cristoforo Morandini, Between
Alcune regioni sono in vantaggio, grazie soprattutto a progetti banda larga avviati con risorse proprie: è il caso della Lombardia, delle Marche, della Sardegna e della Provincia Autonoma di Trento che hanno in corso azioni che porteranno alla chiusura sostanziale del digital divide entro l’anno. Le altre regioni aspetteranno il 2014
 
  Sanità: e se il problema fosse l'offerta Ict?
di Paolo Colli Franzone, Netics
Soprattutto a livello di PA locale e Sanità, l’offerta è troppo frammentata. Centinaia di piccole aziende che non riescono a uscire dal tunnel del “business model del bel tempo che fu”. Con tanto di seccanti lock-in del cliente. All'estero va meglio
 
  Sanità, le innovazioni in arrivo
di Luca Gastaldi, Osservatorio Ict in Sanità-Politecnico di Milano
Analytics per supportare diagnosi e decisioni sulle terapie. Mobile Health. Social network medici. E ancora: stampa 3D di organi, device biomedicali, robotica, genomica per cure personalizzate. Il Politecnico di Milano fa il quadro della Sanità che ci aspetta
 
  Medaglia (La Sapienza): "Verso la smart city tipica italiana"
di Carlo Maria Medaglia, La Sapienza
Gli esempi di eccellenza da guardare: Londra, Hong Kong e Singapore. E, al tempo stesso, la necessità di trovare la quadra tra l'innovazione tecnologica e l'identità delle nostre città. Le smart cities siano occasione nazionale, non solo locale: di rimettere la valorizzazione del territorio urbano al centro dell'agenda economica e sociale del Paese
 
  Parte la stagione delle startup al femminile
di Paola Bacchiddu
Per la prima volta le donne imprenditrici del settore tecnologico e ict uniscono le forze e fanno rete. Il nostro paese inaugura la stagione di Girls in Tech, con il primo evento il 5 giugno, a Milano. E anche il Ministero per lo Sviluppo Economico si muove con i primi finanziamenti. Novità che arrivano in un contesto di forti ritardi italiani
 
  Santoni (Cisco): "Puntare su infrastrutture e cultura digitali per rilanciare il Paese"
di Agostino Santoni, Amministratore Delegato di Cisco Italia
L’Agenda Digitale sarà operativa quando non ne parleremo più, perché la tecnologia sarà diventata parte integrante delle scelte del nostro Paese in ogni campo: economico, sociale, industriale. Bisogna continuare a lavorare sulle due premesse chiave per una piena digitalizzazione: l'infrastruttura e la cultura
 
  La paura di cambiare affossa l'Agenda
di Alfonso Fuggetta, Cefriel-Politecnico di Milano
Che hanno in comune una super multa a un supermercato che si è fatto una lan, il Tar che blocca le lezioni in inglese al Politecnico di Milano e la rivolta dei tassisti contro Uber? La stessa atavica tara nazionale che causa ogni guaio all'innovazione. Che il governo liberi ora le energie represse da una cultura stantia
 
  IN POCHE PAROLE  
   
  Sambuco: "Bene Letta sull'Agenda, ora lo Statuto dell'Agenzia con urgenza"
di Roberto Sambuco (Mise)
 
  Sacco (Bocconi): "Ragosa ormai indiscutibile, sul resto decida il governo"
di Francesco Sacco, Università Bocconi
 
  Pronta la roadmap di misure, l'assenza dello Statuto non osta
di Agostino Ragosa
 
  ESSENZIALI  
   
  Parisi: "Agenda digitale, ora a rischio i target UE 2015"
di Mila Fiordalisi
Il presidente di Confindustria Digitale lancia l'allarme e invita il Governo Letta a prendere in mano il tema dell'innovazione. "Serve un forte coordinamento e un deciso impulso politico". Urgente anche la "questione" Agenzia digitale: "Sciogliere il nodo della governance è fondamentale"
 
  Tutti i ritardi dell'Agenda
di Alessandro Longo
Banda larga in attesa del decreto attuativo sulle facilitazioni. L'Agenzia digitale ancora non operativa rallenta il percorso della Pa digitale. Startup senza incentivi fiscali né nuovi fondi. Un riassunto dei capitoli aperti (articolo in progress, ultimo aggiornamento 17 luglio)
 
  Agenda digitale italiana: lo stato dell'arte tra decreto e altre norme
di Alessandro Longo, Nello Iacono
Dopo il Dl Crescita 2.0, le misure avviate per la Pa digitale, le tre priorità fatturazione elettronica, identità digitale e anagrafe unica. Il Piano nazionale banda larga e banda ultra larga. La Strategia Italiana per la Crescita Digitale. Italia Login. Il nuovo Cad. Ecco come sta per cambiare l'Italia grazie alla spinta politica nell'innovazione (aggiornamenti in progress. Ultimo: 3 agosto 2016)
 
  Le tempistiche dell'Agenda
Alcune misure scatteranno subito, altre nel 2013-2014, magari richiedendo decreti attuativi e regolamenti. Una tabella riassuntiva (aggiornata il 12 luglio 2013)
 
 
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960 - ISSN 2421-4167