n° 44 del 28 Settembre 2013
Agenda Digitale -  Newsletter settimanale
Direttore responsabile: Alessandro Longo
  TOP STORIES  
   
  Sicurezza informatica nelle Pa a rischio: mancano le regole
di Ernesto Belisario
A distanza di quasi tre anni, non sono ancora state emanate le regole tecniche previste dal Codice dell’Amministrazione Digitale. Una lacuna gravissima che è diventata anche oggetto di interrogazione parlamentare
 
  Orrori e dolori della giustizia digitale
di Enrico Consolandi, magistrato, Tribunale di Milano
Nel settore penale il database più usato è scritto in linguaggio Clipper e dal 2000 si parla di sostituzione. Nel civile va meglio ma la strada è ancora lunga. Ed è di due giorni fa il blocco delle firme digitali perché il server giustizia era stato “bannato” dal server Postecom, che lo riteneva un attacco DOS
 
  Finché carta non ci separi
di Roberto Scano, Iwa (associazione internazionale per la professionalità nel web)
Dal primo luglio 2013 è entrato in vigore l’articolo 5 bis del Codice dell’Amministrazione Digitale il quale prevede che anche le comunicazioni tra imprese e pubbliche amministrazioni debbano avvenire in formato digitale. Poco dopo c'è stato l'emendamento ammazza-fax. Ma sarebbero già diritti acquisiti con norme precedenti. Che molte Pa non rispettano. Per un problema di ignoranza digitale. Ecco alcuni esempi
 
  Open data, le vie per farli crescere: Regno Unito, Francia e Austria
di Luca Indemini
Leadership, portale di riferimento e rilevanza dei dati sono i tre cardini per sviluppare il fenomeno Dati Aperti. Le "best practices" arrivano dal Regno Unito. Analizziamole, con Rufus Pollock, fondatore e direttore dell’Open Knowledge Foundation. Interessanti anche i casi di Francia e Austria
 
  Fascicolo sanitario elettronico, le norme non bastano
di Mariano Corso, responsabile Scientifico Osservatorio ICT in Sanità, Politecnico di Milano
Abbiamo avuto tre decreti nell'ultimo anno. Quello del Fare fissa persino scadenze e un budget. Ma senza Cartelle Cliniche Elettroniche mature e interoperabili tra loro, nelle varie strutture, è come investire nella costruzione di un sistema ferroviario per mettere in comunicazione due città che non hanno merce da scambiarsi. Ora servono vere e proprie roadmap per uno sviluppo omogeneo della sanità digitale
 
  Una strategia organica per un problema di sistema: il nuovo rapporto Wef
di Giuseppe Iacono, Stati Generali dell'Innovazione
La lettura incrociata dell’andamento dell’Italia rispetto agli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea (Italia penultima) e del rapporto 2013 del World Economic Forum sulla Competitività internazionale (Italia che scivola dal 42° al 49° posto) mette in evidenza come il problema del Paese sia un problema di sistema e non di settore. Per cui senza una strategia organica non c’è possibilità di invertire la tendenza
 
  IN POCHE PAROLE  
   
  Gentiloni (PD): "Sulle infrastrutture Telecom il Governo eserciti la golden share"
di Paolo Gentiloni, PD
 
  Ecco come abbiamo scelto le nuove priorità dell'Agenda
di Francesco Sacco, università Bocconi
 
  ESSENZIALI  
   
  Razionalizzare i datacenter: il piano
di Roberto Moriondo, rappresentante Regioni-Agenzia per l'Italia Digitale
I problemi da affrontare. I tasselli a cui l'Agenzia per l'Italia digitale sta lavorando: infrastrutture, sicurezza, riduzione dei ced. Oltre a scrivere le regole e a definire gli standard, l’Agenzia si configura come soggetto propulsore delle attività a livello territoriale, perché ciascun territorio è un pezzo dell’infrastruttura nazionale. Grazie a sistemi cross border
 
  Agenda Digitale: ecco tutti i ritardi del Governo
di Ernesto Belisario
Prosegue l'’iniziativa di Agendadigitale.eu per monitorare l’adozione di decreti attuativi e regole tecniche
 
  Ma l'Agenda non è solo la PA digitale. Cronaca di un ritardo
di Alessandro Longo
Tutte le novità, dal decreto del Fare in poi, sono concentrate sulla pubblica amministrazione. Il resto boccheggia: bloccato il bando smart cities; banda larga, eCommerce. Si è persa la visione di sistema che era in nuce nel decreto Sviluppo Bis
 
  Agenda digitale italiana: lo stato dell'arte tra decreto e altre norme
di Alessandro Longo, Nello Iacono
Dopo il Dl Crescita 2.0, le misure avviate per la Pa digitale, le tre priorità fatturazione elettronica, identità digitale e anagrafe unica. Il Piano nazionale banda larga e banda ultra larga. La Strategia Italiana per la Crescita Digitale. Italia Login. Il nuovo Cad. Ecco come sta per cambiare l'Italia grazie alla spinta politica nell'innovazione (aggiornamenti in progress. Ultimo: 3 agosto 2016)
 
 
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960 - ISSN 2421-4167