Non fare le nuove infrastrutture banda larga costerà all'Italia 850 mld in 20 anni

LO STUDIO Galleria foto

Andrea Gilardoni dell’Università Bocconi ha analizzato i “costi del non fare” la rete di nuova generazione e del mancato raggiungimento degli obiettivi 2020

di Redazione

Lo studio "I costi del non fare" (Andrea Gilardoni dell’Università Bocconi) ha stimato che non fare la rete di nuova generazione secondo gli obiettivi dell'Agenda Digitale 2020 costerebbe all'Italia 838 miliardi di euro in 20 anni, quasi il 3 per cento di Pil annuo.

Il beneficio sociale della realizzazione/gestione della Ngn è stimabile tra 4 e 25 miliardi di euro sul periodo 2012-2030. La realizzazione della rete, ipotizzata in 9 anni, comportera’ un’occupazione di cantiere fra 15 mila e 27 mila posti di lavoro, un fatturato per opere civili compreso fra 7,3 e 13,5 miliardi di euro, un fatturato per componenti tecnologica stimabile in 7-9-8,5 miliardi di euro.

Vedi la gallery per un grafico tratto dallo studio (non disponibile online; qui il comunicato).

 

 

 

 

16 Agosto 2012