Bernabè: "l'Agenda Digitale ha bisogno del cloud per la Pa"

Telecom Italia

Il manager apprezza il piano del governo, ma racconta quello che è ancora necessario sviluppare. Con il cloud computing. Un'idea condivisa da molti

"Ci sono migliaia di archivi, sistemi informatici e applicativi diversi che invece possono essere omogeneizzati", grazie al cloud computing. "Non si comprerà informatica ma si potrà gestire tutto attraverso la nuvola con costi molto ridotti per le finanze pubbliche". E' la visione di Franco Bernabè, amministratore delegato di Telecom Italia- che ha un'offerta cloud molto nota- al convegno alla Bocconi di Milano dedicato alle politiche industriali del made in Italy. Il contesto è comunque di applauso all'azione del governo e all'Agenda digitale che sta nascendo. Ne riferisce il Corriere delle Comunicazioni.

L'idea del cloud a sostegno dell'Agenda viene da lontano. E' già nei piani del Ministero allo Sviluppo Economico creare datacenter- per i quali sono in uscita i bandi di gara- da cui erogare servizi in cloud alla Pa (e quindi ai cittadini).

Un recente studio di Copenhagen Economics prevede- in linea con quanto detto da Bernabè- che il cloud farebbe risparmiare all'Italia 2,5 miliardi di euro in cinque anni, se adottato appieno.

24 Settembre 2012