Sambuco (Mise): "Il premier corra verso un piano nazionale per i fondi dell'Agenda"

Rapporto Caio

di Roberto Sambuco, Ministero dello Sviluppo Economico

Ottima l'analisi del piano Caio, adesso bisogna passare all'azione, però. E' importante agire subito con un piano nazionale per stanziare le risorse dell'Agenda digitale (banda larga e non solo), invece di aspettare che si muovano le Regioni. Adesso, allo stato attuale delle norme, è tutto nelle mani delle Regioni che decideranno se e come investire sull'Agenda digitale e la banda larga.

Per una svolta, servono quindi iniziative politiche forti da parte della Presidenza del consiglio. Il premier potrebbe fare una convocazione delle Regioni o apportare parte dei fondi europei direttamente sul piano nazionale. Solo così sarà possibile utilizzare in modo organico le risorse, come richiesto anche da Caio.

 

30 Gennaio 2014

TAG: sambuco, mise