Contributo a fondo perduto, il caso di un avvocato in regime forfettario - Agenda Digitale

Esperto risponde

Contributo a fondo perduto, il caso di un avvocato in regime forfettario

Vediamo come calcolare i compensi annuali per il contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni per un avvocato forfettario

23 Apr 2021
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

DOMANDA

Salve sono un avvocato in regime forfettario. Vorrei sapere se ai fini della possibilità di beneficiare del contributo previsto nel DL sostegni devo calcolare anche le fatture del 2020 non ancora incassate perché relative a gratuito patrocinio non ancora liquidato.

Francesca Riccobono

RISPOSTA

Premesso che il termine “fatturato” utlizzato dal Legislatore nella formulazione dell’articolo 1 del D.L. 41/2021 non trova alcun altro riscontro normativo, si è ritenuto – salvo nuovi orientamenti che dovesse esprimere l’Agenzia delle Entrate – che nel conteggio annuale debbano includersi gli importi delle fatture emesse, indipendentemente dai criteri di rilevanza validi ai fini della dichiarazione dei redditi, utili invece per individuare la percentuale di contribuzione ammissibile rispetto al calo medio mensile del fatturato tra il 2020 e il 2019, che per i soggetti con ricavi/compensi dichiarati nel 2019 sino a 100 mila Euro è pari al 60%.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

 Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4