Distributori carburante, come determinare i ricavi 2019 per il contributo a fondo perduto - Agenda Digitale

Esperto risponde

Distributori carburante, come determinare i ricavi 2019 per il contributo a fondo perduto

Ecco in che modo determinare i ricavi dell’anno 2019 dei distributori di carburante ai fini del calcolo della percentuale di contributo spettante

21 Apr 2021
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

DOMANDA

Per il calcolo del contributo relativo a un distributore di carburante, di quali dati occorre tener conto ai fini del calcolo dello scostamento del fatturato medio mensile anno 2019 e 2020 e ai fini dell’individuazione del requisito dimensionale? Alcune categorie, vedi gli stessi gestori degli impianti di carburanti e i rappresentanti dei sindacati di categoria ritengono che per il calcolo dello scostamento del fatturato medio mensile occorre fare riferimento al fatturato anno 2019 e 2020, mentre per l’individuazione del requisito dimensionale occorre fare riferimento al fatturato annuo al netto del prezzo corrisposto al fornitore. Secondo voi è corretta questa interpretazione? Io ho qualche dubbio in proposito, in quando secondo me, anche per il requisito dimensionale occorre fare riferimento al fatturato annuo.

Stefania Melis

RISPOSTA

La risposta è affermativa.

La conferma può essere rinvenuta nella circolare Agenzia Entrate n. 15 del 13/6/2020, applicabile per analogia, che al punto 2 prevede “Per i rivenditori, in base a contratti estimatori, di giornali, di libri e di periodici, anche su supporti audiovideomagnetici, e per i distributori di carburante e rivendita di tabacchi e beni di monopolio, sempre ai fini della determinazione del summenzionato limite (,l’ammontare dei ricavi derivanti dalla gestione caratteristica, di cui all’articolo 85, comma 9 1, lettere a) e b), del TUIR, n.d.r.) si ritiene sia necessario fare riferimento alla nozione di ricavi determinata secondo le modalità di cui all’articolo 18, comma 10, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 600. In sintesi, nei casi sopraesposti, al fine di rispettare la ratio della disposizione normativa volta a determinare l’ambito di applicazione del contributo a fondo perduto Covid-19, l’ammontare dei ricavi o compensi da confrontare con la soglia in commento deve essere determinata al netto del prezzo corrisposto al fornitore.”

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2