Esperto risponde

Fattura elettronica PA rifiutata nel 2017 e erroneamente contabilizzata: come rimediare

30 Apr 2019
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Non ho potuto controllare la contabilità personalmente e ora mi sono resa conto che una fattura elettronica inviata nel mese di dicembre 2017 ad oggi (2019) non è stata pagata dall’ente pubblico.

Ho contattato l’amministrazione e mi hanno detto di non avere la fattura predetta. Ho controllato e in effetti l’avevano rifiutata a suo tempo.

Ma io l’avevo comunque contabilizzata non pensando a un rifiuto (non essendo la prima fattura emessa verso di loro e nemmeno l’ultima).

Come posso fare per poter esigere il credito e sistemare la contabilità?

Daniela G.

RISPOSTA

La fattura elettronica non accettata dall’Ente Pubblico si ha per non emessa.

EVENTO - 2 NOVEMBRE 09:30
Cambiare la Pa per cambiare il paese
PA

La eventuale  (a questo punto, errata) contabilizzazione effettuata nell’anno 2017 da parte Sua ha effetti diversi ai fini IVA e ai fini delle Imposte dirette.

Ai fini Iva la fattura dovrebbe essere stata emessa in regime di split payment (art.17-ter DPR 633/1972), per cui la registrazione della fattura ha dato luogo semplicemente alla inclusione del predetto documento in dichiarazione IVA, per cui si potrebbe sempre modificare – eventualmente – la dichiarazione già presentata.

Ai fini delle imposte dirette, l’emissione della fattura è circostanza “neutra”, attesocchè  il presupposto impositivo è dato  dalla presenza di un ricavo (per cessioni di beni o per prestazioni di servizi) e non dalla esistenza del documento.

Per poter esigere il credito è sufficiente che Lei emetta una nuova fattura elettronica.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile inviare le proprie domande a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli correlati