Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Esperto risponde

L’emissione di fattura elettronica sostituisce l’obbligo di ricevuta o scontrino fiscale

13 Mag 2019
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Gradirei sapere se un B&B gestito sotto forma di impresa può emettere ai clienti utenti privati la ricevuta digitale invece della classica ricevuta fiscale cartacea in quanto il più delle volte non si viene in contatto con gli stessi prima della loro uscita dal B&B, così da fargliela recapitare all’indirizzo mail con il quale hanno provveduto alla prenotazione.

Antonino Caldora

RISPOSTA

Essendo lei  titolare di partita IVA, i corrispettivi vanno certificati mediante emissione di ricevuta fiscale o scontrino fiscale, oppure mediante fattura. A tal fine, ai sensi dell’articolo 3, comma 2, del DPR 696/1996 “Il rilascio dello scontrino fiscale o della ricevuta fiscale non è  obbligatorio nell’ipotesi in cui per la stessa operazione sia emessa la fattura di cui all’articolo 21, primo comma, del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633”. Pertanto, lei potrebbe emettere fattura elettronica (non esiste ancora la ricevuta digitale) in luogo della ricevuta fiscale.

Nel caso di emissione di fattura elettronica ad imprese, il recapito avviene tramite il sistema di interscambio, mentre, nel caso di emissione nei confronti di privati cittadini, le regole per la emissione e la ricezione delle fatture elettroniche, emanate con provvedimento n. 89757 del 30 aprile 2018, al punto 3.4.c prevedono l’obbligo di consegna al destinatario di una copia informatica o analogica della fattura elettronica, comunicando contestualmente (ovviamente nella ipotesi di soggetto residente in Italia) che il documento è messo a sua disposizione dal Sistema di Interscambio nell’area riservata del sito web dell’Agenzia delle entrate. Nel contesto normativo sopra esposto, ritengo sia conforme a Legge –come Lei propone – la trasmissione della fattura elettronica (formato xml) per email al destinatario, magari accompagnata anche da una copia in pdf, e nel testo della email effettuare (ai soggetti residenti) la comunicazione sopra indicata.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile inviare le proprie domande a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4