Nota di credito non contabilizzata, ecco come stornarla | Agenda Digitale

Esperto risponde

Nota di credito non contabilizzata, ecco come stornarla

Analizziamo la normativa per capire in che modo è possibile stornare una nota di credito non contabilizzata

04 Dic 2020
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

DOMANDA

Ho un problema con una PA che non ha scaricato in tempo delle note di credito su delle fatture elettroniche e adesso sono in decorrenza dei termini. Dalla PA mi è stato chiesto di rimandare le note di credito ma il sistema non me lo permette e loro non sanno come recuperare queste note di credito.

La mia domanda è: posso emettere delle note di debito per stornare le note di credito in decorrenza e poi fare  ulteriori note di credito?

Anna Giannattasio

RISPOSTA

Il suo problema è purtroppo una triste conseguenza dello strabismo italiano, per cui dai privati si pretende la massima efficienza e dalle PA si tollera di tutto, vanificando le misure introdotte per razionalizzare e velocizzare i processi.

WEBINAR
360On TV al centro della notizia. Nuovo Governo, la sfida: ricostruire l’economia italiana

Detto ciò, non riesco a comprendere la ragione per cui la nota di credito, correttamente emessa, non possa essere utilizzata dalla PA anche successivamente al termine dei 15 giorni, considerato che comunque tutte le fatture elettroniche sono depositate nella area dedicata a ciascun contribuente presso il sito ADE.

Se non avesse altra soluzione, la sua soluzione è corretta, magari cercando di conservare della documentazione ufficiale per dimostrare, semmai ce ne fosse bisogno, la ragione della sua condotta.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome o email

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4