n° 165 del 12 Marzo 2016
Agenda Digitale -  Newsletter settimanale
Direttore responsabile: Alessandro Longo
  TOP STORIES  
  
  A che punto è Spid (Sistema pubblico dell'identità digitale) e a cosa serve
di Valeria Portale, Giovanni Miragliotta, Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano
Tutto ciò che c'è da sapere su Spid, in un articolo continuamente aggiornato a cura degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano. Come si fa a ottenere una identità digitale, stato dei servizi disponibili per utilizzarla e nodi da sciogliere.Aggiornamento: febbraio 2017
 
  Spid, è l'inizio di una partita complessa: i nodi da sciogliere
di Eugenio Prosperetti, avvocato, docente Legal Aspects of Information Technology – LUISS
Dal 15 marzo parte il rilascio delle identità, ma le cose da fare sono ancora molte. Bisogna sfruttare il traino dei grandi comuni, completare il quadro delle norme e accompagnare i cittadini e gli enti alla grande novità. Ecco i punti sul tavolo
 
  Nuova governance tra le Regioni, per il digitale: i primi effetti positivi
di Dimitri Tartari, coordinatore tecnico Commissione Agenda Digitale Conferenza delle Regioni e Province Autonome
Sempre di più protagoniste dell’attuazione dell’Agenda Digitale, ecco cosa sono intenzionate ad essere le Regioni e Province Autonome. Specie oggi con le programmazioni dei fondi strutturali a livello regionale che fanno esplicito riferimento a questo obiettivo strategico e con i diversi piani nazionali su crescita digitale, banda ultra larga, smart city, scuola digitale
 
  Città e Regioni alla prova delle agende digitali territoriali
di Sandro Golzio, direttore Direzione Commercio, Lavoro, Innovazione e Sistema Informativo Città di Torino
Non basta l'Agenda nazionale. Regioni e città metropolitane devono dotarsi di piani di medio periodo per la creazione delle infrastrutture e la costruzione dei servizi digitali. Ed è il momento di chiedersi anche quale livello di coordinamento assicurare tra centro e periferia e tra i diversi territori
 
  Ascoltare i cittadini migliora la PA: il caso dei Comuni trentini
di Walter Merler, Consiglio delle autonomie Locali - Consorzio dei Comuni Trentini
Il Consorzio dei Comuni Trentini ha riunito le amministrazioni all'interno della piattaforma Comunweb: uno degli strumenti principali attraverso il quale gli enti dialogano con i cittadini si chiama SensorCivico 2.0. Vediamone i vantaggi registrati
 
  Datacenter PA, l'Emilia ci crede (e riparte da Modena)
di Enrico Martini, ministero dello Sviluppo economico
La Regione realizzerà un data center territoriale, investendo oltre 300 mila euro, con l’obiettivo razionalizzare i data center già esistenti sul territorio, coinvolgendo nel progetto altri enti pubblici e soggetti privati, con vantaggi evidenti sotto il profilo economico e di ottimizzazione della gestione
 
  Siti della PA: nuovo design, vecchi problemi di usabilità. Ecco quali
di Nello Iacono, Stati Generali dell'Innovazione
Tutti i siti web della pubblica amministrazione si stanno adeguando a linee guida per il design. Bello, ma non basta: usabilità e navigabilità lasciano ancora a desiderare. Ecco perché
 
  Il lavoro nella fabbrica digitale: ecco come sarà
di Barbara Weisz
Impatto occupazionale, nuove mansioni, rapporto scuola impresa e formazione on the job, flessibilità di orari e luoghi di lavoro, contratto e relazioni industriali. Come cambia il lavoro con Industria 4.0: gli ultimi studi e analisi
 
  Delli Noci (Anci): "Lavoro PA, cambiare tutto per il digitale"
di Alessandro Delli Noci, coordinatore nazionale Anci per l'Agenda digitale
Serve una adeguata formazione, destinata a tutti i dipendenti della PA, che si basi sui principi del life long learning, veri e propri percorsi di qualificazione umana e professionale. Ma occorrerà anche individuare nuove e più specifiche figure professionali, al pari degli animatori digitali che la nuova riforma inserisce opportunamente nella cosiddetta “Buona scuola”
 
  Girasole
di Edoardo Fleischner, Comunicazione crossmediale all'Università degli Studi di Milano, progettista crossmediale
Cronache dal futuro (anno 2333), a cura del docente visionario Edoardo Fleischner per Agendadigitale.eu
 
  IN POCHE PAROLE  
  
  Bisogna conservare in digitale le e-fatture dirette a cliente privato?
di Umberto Zanini, commercialista, Osservatori Politecnico di Milano
 
  Mochi Sismondi: "Lotta alla burocrazia difensiva: i primi (timidi) passi nel nuovo CAD"
di Carlo Mochi Sismondi, Presidente di FPA
 
  ESSENZIALI  
  
  Dalle anagrafi comunali all'ANPR: i passi della roadmap
di Patrizia Saggini, avvocato
Inizia il conto alla rovescia, i primi due Comuni sono previsti per metà dicembre. Adesso la trafila prevede la bonifica dei dati, una fase di test. Ecco perché è importante che siano attivate fin da subito le convenzioni per la consultazione dei dati anagrafici da parte delle PA a livello nazionale
 
  Banda larga: il ruolo di Comuni e Regioni per la svolta
di Marco Forzati, Acreo Swedish ICT
Gli ultimi studi evidenziano una correlazone tra l’attivismo delle amministrazioni locali e il grado di penetrazione di connessioni FTTH/FTTB). Le iniziative di maggior successo sono in genere quelle di amministrazioni che hanno già esperienza nella in programmi di utility pubbliche (energia, acqua, gas). E una risorsa preziosa è quella che spesso solo le amministrazioni locali hanno a disposizione: la volontà dei cittadini di dare una mano in tutti gli aspetti
 
  Agenda digitale italiana: lo stato dell'arte tra decreto e altre norme
di Alessandro Longo, Nello Iacono
Dopo il Dl Crescita 2.0, le misure avviate per la Pa digitale, le tre priorità fatturazione elettronica, identità digitale e anagrafe unica. Il Piano nazionale banda larga e banda ultra larga. La Strategia Italiana per la Crescita Digitale. Italia Login. Il nuovo Cad. Ecco come sta per cambiare l'Italia grazie alla spinta politica nell'innovazione (aggiornamenti in progress. Ultimo: 10 dicembre 2016)
 
  Firpo: "Industry 4.0, le priorità del Governo per una nuova strategia 2016"
di Stefano Firpo, Direttore Generale per la politica industriale e la competitività al Ministero dello sviluppo economico
La legge di stabilità introduce una norma che consente un più veloce ammortamento delle sopravvenienze da aggregazione e fusione fra aziende. È un primo passo per aiutare le aggregazioni e la crescita dimensionale. Su questo e altri temi, a febbraio il Ministero della sviluppo economico chiamerà a raccolta i principali attori del nostro sistema industriale. Per una strategia condivisa di politica industriale
 
  Quanto costa l'upgrade di un'azienda al modello industry 4.0
di Barbara Weisz
Rinnovare il parco macchine è l'ipotesi più costosa, le tecnologie e i software digitali da applicare alla produzione esistente sono invece più abbordabili, ma digitalizzare un'impresa in chiave 4.0 prevede un progetto strategico: analisi, scelte ed esperienze a confronto
 
  Fattura elettronica: tutto ciò che devi sapere (i vantaggi, le giuste strategie)
di Paolo A. Catti, Associate Partner P4I
Perché è fonte di benefici, come va affrontata, in che modo può portare valore, perché è corretto, utile e doveroso considerarla parte di un progetto per digitalizzare le relazioni B2b. Ecco il quadro completo, nell'analisi di uno dei massimi esperti italiani (articolo in progress, ultimo aggiornamento: 26 ottobre 2016)
 
  EVENTI E APPUNTAMENTI  
  
  Internet of Things: il futuro è già presente!
Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca 2015-16 dell’Osservatorio Internet of Things, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano.
 
  Dall'Italia all'Europa, confrontarsi per migliorare
Convegno di presentazione dei risultati dell'Osservatorio eGovernment del Politecnico di Milano
 
  Gioco Online in Italia: sempre più legale, sempre più mobile
Il convegno di presentazione dei risultati della Ricerca 2015-2016 dell’Osservatorio Gioco Online - promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, assieme all’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (ADM) e Sogei - rappresenta un punto di riferimento permanente per il settore.
 
 
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960 - ISSN 2421-4167