n° 187 del 24 Settembre 2016
Agenda Digitale -  Newsletter settimanale
Direttore responsabile: Alessandro Longo
  TOP STORIES  
  
  Industry 4.0, il piano c'è ma ora è sfida execution
di Barbara Weisz
Investimenti e competenze i punti su cui il piano raccoglie più consensi fra imprese ed esperti, spunti critici dalle imprese più innovative, la necessità di una PA 4.0: quale sfida si apre per gli imprenditori, e quale per le istituzioni.
 
  Industry 4.0, Potti (Confindustria): "I cinque punti del piano che cambieranno l'Italia"
di Gianni Potti, presidente CNCT Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici
Ottima la scelta di inserire Hub, di allinearsi con le Regioni, di stabilire competence center. Come anche anche la dissemination culturale e il super ammortamento. Per fine anno il quadro normativo sarà completo per partire e trasformare l'industria italiana
 
  Catania: "Entriamo nella fase dell'attuazione digitale, per la ripresa dell'Italia"
di Elio Catania, Confindustria Digitale
Il piano industry 4.0 c'è e la stessa Confindustria è impegnata in un progetto di politica industriale. Adesso occorre mettere in atto un grande sforzo di collaborazione pubblico–privata, diretto a sensibilizzare imprenditori e management e a costruire percorsi che fattivamente conducano imprese e filiere sulla via dell’innovazione, in termini tecnologici, finanziari e di cultura aziendale
 
  Industry 4.0, Wind: "L'affidabilità delle reti è centrale per cambiare l'Italia"
di Sherif Rizkalla, Direttore Business Marketing di Wind
Nell’attuale contesto di mercato, in cui l’Industria 4.0 rappresenta una sfida per il Paese Italia, è sempre più importante il ruolo di un operatore di telecomunicazioni con infrastrutture di reti convergenti, sicure ed affidabili
 
  Le innovazioni wireless per una nuova industria
di Alessio Murroni, Sr. Sales Director Western Europe, Cambium Networks
Le tecnologie legate all'Internet of Things si apprestano a giocare un ruolo significativo nell'ambito della realizzazione del piano di sviluppo Industry 4.0. E' in questo contesto che è necessario il continuo sviluppo, di tecnologie wireless, broadband e non, capaci di sostenere efficacemente l'implementazione concreta di questi processi di innovazione industriale
 
  Robot collaborativi: l'opportunità di oggi per l'impresa di domani
di Andrea Maria Zanchettin, Politecnico di Milano
Tutte le principali ricerche di mercato stimano per la robotica collaborativa una crescita a doppia cifra, con una crescita annuale media superiore al 50%, con un mercato che nel giro di dieci anni supererà 12 miliardi di dollari. I robot collaborativi non sostituiranno i tradizionali e pesanti robot industriali, ma, al contrario, apriranno le strade a nuovi settori del manifatturiero in cui, oggi, la soluzione robotizzata “tradizionale” non è competitiva
 
  Sanità digitale: ripensare il ruolo dei CUP, ecco come
di Pasquale Taralllo, Cnr*
Il ruolo dell'innovazione è sempre più pervasivo e in Sanità si stanno ripensando i modelli di interazione tra i diversi interlocutori, siano essi individui (pazienti, medici, infermieri, care givers) o organizzazioni pubbliche o private anche di settori apparentemente distanti. In questo scenario occorre ripensare il ruolo dei CUP
 
  Ecco i migliori CUP italiani: i servizi
di Pasquale Tarallo, Cnr*
E' ormai necessario utilizzare il CUP anche come strumento per raccogliere le esperienze, la soddisfazione ed i suggerimenti dei diversi attori. Non si tratta di reinventare la ruota, poiché vi sono già delle eccellenze in Italia. Vediamole
 
  Con il Piano Nazionale OGP l'attuazione dell'open government è responsabilità collettiva
di Nello Iacono, Stati Generali dell'Innovazione
Con il Terzo Piano OGP si sono create le condizioni per un approccio organico, per definire una strategia nazionale e favorire la diffusione della cultura e delle pratiche di Open Government. Un'occasione da non perdere
 
  La prossima "distruzione": internet gratis offerta da Facebook, Google
di Achille De Tommaso, Aquarius Logica CH
Quando (e se) le OTT come Facebook e Google potranno offrire accessi Internet a prezzi accessibili (o addirittura gratuiti), le chiamate vocali attraverso una piattaforma digitale diventeranno un gioco da ragazzi. E per i servizi voce mobili accadrà quello che è accaduto con gli SMS
 
  I limiti del Foia, che c'è da imparare dagli Stati Uniti
di Francesco Addante
Il confronto Italia-Usa è istruttivo per comprendere la portata del Freedom of information act ma anche le sue eccezioni e debolezze. Per fare luce sulle quali bisogna attendere le a lungo promesse linee guide Anac
 
  Ma il sito Fertility Day è illegale
di Andrea Lisi, avvocato
Nel senso che non rispetta le norme digitali che le pubbliche amministrazioni (sempre più) sono tenute ad applicare. Tra l'altro il sito è totalmente inadeguato ai fondamentali parametri di accessibilità dei siti web delle PA e che valgono dal 2005
 
  Cyber sicurezza, gli impatti delle nuove norme UE sul piano strategico italiano
di Lorenzo Mazzei, Partner EY, Advisory Services, Cyber Security
La direttiva Nist vuole incoraggiare un’adozione di standard in ambito sicurezza e sviluppare una cultura della condivisione delle informazioni, un quadro regolatorio di natura mandatoria, dove gli Stati Membri dovranno anche definire penali “efficaci, proporzionate e dissuasive”
 
  Se la Cassazione minaccia la sicurezza delle infrastrutture critiche
di Andrea Monti, avvocato
Due sentenze pericolose, la prima che ha stabilito che l'account di posta aziendale è "domicilio privato" del dipendente e la seconda secondo cui il datore di lavoro non può conservare i log dei sistemi URL Filtering per sole finalità di sicurezza. Vediamo i rischi
 
  La fantascienza di Industry 4.0
di Edoardo Fleischner, Comunicazione crossmediale all'Università degli Studi di Milano, progettista crossmediale
Cronache dal futuro (anno 2333), a cura del docente visionario Edoardo Fleischner per Agendadigitale.eu
 
  IN POCHE PAROLE  
  
  Manca, Cad: "Cruciali i prossimi mesi: da elaborare numerose regole tecniche"
di Giovanni Manca, Presidente Anorc
 
  ESSENZIALI  
  
  Gli europei di Industry 4.0: Germania batte Italia?
di Barbara Weisz
La Germania ha una strategia su Industry 4,0, l'Italia no, Francoforte in vantaggio come capitale dell'innovazione rispetto a Milano: economisti ed esperti a confronto sulle strategie italiane per l'innovazione e Industria 4.0, il punto sui piani degli altri paesi europei. In realtà, altro che Germania: avremmo perso, forse, anche contro il Belgio
 
  Sanità Digitale: tutto quello che resta da fare in Italia
di Paolo Colli Franzone, Osservatorio Netics
Ecco lo stato dell'arte rispetto alla roadmap di digitalizzazione della Sanità italiana. A che punto siamo, quanta strada ci rimane, e soprattutto quante nuove strade si sono aperte nel frattempo. Fondamentale che l'AgID irrobustisca le sue competenze specialistiche in ambito sanitario e che gli informatici e gli amministrativisti - una buona volta - comincino a parlare una lingua comprensibile agli operatori sanitari e a coinvolgere il segmento di industria IT interamente focalizzato sull'healthcare
 
  Agenda digitale italiana: lo stato dell'arte tra decreto e altre norme
di Alessandro Longo, Nello Iacono
Dopo il Dl Crescita 2.0, le misure avviate per la Pa digitale, le tre priorità fatturazione elettronica, identità digitale e anagrafe unica. Il Piano nazionale banda larga e banda ultra larga. La Strategia Italiana per la Crescita Digitale. Italia Login. Il nuovo Cad. Ecco come sta per cambiare l'Italia grazie alla spinta politica nell'innovazione (aggiornamenti in progress. Ultimo: 10 dicembre 2016)
 
  A che punto è Spid (Sistema pubblico dell'identità digitale) e a cosa serve
di Valeria Portale, Giovanni Miragliotta, Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano
Tutto ciò che c'è da sapere su Spid, in un articolo continuamente aggiornato a cura degli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano. Come si fa a ottenere una identità digitale, stato dei servizi disponibili per utilizzarla e nodi da sciogliere.Aggiornamento: febbraio 2017
 
  Una nuova PA, braccio di ferro sotterraneo: ecco gli effetti
di Alessandro Longo
Il nuovo Cad terreno di battaglia per pensare a una amministrazione nuova. Lo scontro tra retaggio e cambiamento emerge in piena luce nei diciotto pareri dati dalla Commissione Affari Costituzionali nell'approvare il decreto che modifica il Cad. Vediamoli per comprendere il clima, dietro le quinte di una riforma
 
  Fattura elettronica: tutto ciò che devi sapere (i vantaggi, le giuste strategie)
di Paolo A. Catti, Associate Partner P4I
Perché è fonte di benefici, come va affrontata, in che modo può portare valore, perché è corretto, utile e doveroso considerarla parte di un progetto per digitalizzare le relazioni B2b. Ecco il quadro completo, nell'analisi di uno dei massimi esperti italiani (articolo in progress, ultimo aggiornamento: 26 ottobre 2016)
 
  EVENTI E APPUNTAMENTI  
  
  Parte il Premio Agenda Digitale 2016
L’Osservatorio Agenda Digitale del Politecnico di Milano, ha lanciato la seconda edizione del Premio Agenda Digitale 2016. Ecco come partecipare
 
  Microsoft Future Decoded
 
  (Smart) Work in progress!
Lo Smart Working sta diventando sempre più tema di interesse per le organizzazioni: gli effetti positivi che genera lo rendono di interesse per diversi profili aziendali. Per evitare che venga però trattato in modo superficiale, occorre approcciarlo in modo sistematico definendone obiettivi, iniziative e modalità di introduzione.
 
  Il Turista Digitale corre... l'Offerta rincorre
L'innovazione digitale sta trasformando rapidamente anche il settore turistico e comprendere l'impatto del digitale sul Travel in Italia diventa quanto mai necessario. Sarà questo il tema al centro del Convegno di presentazione dei Risultati dell'Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano.
 
  eCommerce B2c in Italia: esame di maturità per l'offerta
L'eCommerce B2c è chiamato alla prova di maturità, fra nuovi ingressi di operatori tradizionali sull'online, nascita di startup con modelli di business innovativi e potenziamento di iniziative già esistenti. Tutti fattori che stanno arricchendo e completando l'offerta online in Italia anche in quei settori, come il Food&Grocery, tradizionalmente poco attivi sul web. Queste evoluzioni, invocate e attese da diversi anni, da un lato hanno effetti immediati sulla crescita degli acquisti online e dall'altro lasciano presagire per il futuro un cambio di ritmo nello sviluppo dell'eCommerce.
 
 
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960 - ISSN 2421-4167