n° 116 del 21 Marzo 2015
Agenda Digitale -  Newsletter settimanale
Direttore responsabile: Alessandro Longo
  TOP STORIES  
  
  Centralizzare e cambiare modello, dopo la riforma costituzionale
di Nello Iacono, Stati Generali dell'Innovazione
L’introduzione in Costituzione della competenza statale sul coordinamento Ict dei processi e delle infrastrutture e delle piattaforme ha fatto pensare subito ad una centralizzazione complessiva delle strutture pubbliche Ict. Ma la via più efficace è quella di uscire dalla logica del pendolo centralizzazione-decentramento verso un nuovo paradigma, verso un modello a rete. Con una diversa valorizzazione delle attuali società Ict in-house
 
  Come favorire trasparenza e competenze nelle gare in Sanità
di Gregorio Cosentino, Cdti
Ricorrono casi di corruzione o anche, semplicemente, l'acquisto di prodotti sanitari a prezzi molto diversi a seconda dell'area geografica. Una prima soluzione è quella di stimolare e favorire le possibili sinergie tra le diverse Centrali di Acquisto della PA (Consip e Centrali di Acquisto Regionali). Un ulteriore supporto è dall’utilizzo di modelli standard per lo sviluppo di bandi di gara
 
  Gestione dei documenti informatici: al bando i dilettanti
di Sarah Ungaro, Associazione ANORC
La normativa sulla gestione dei documenti informatici introduce nuove figure professionali che necessitano di competenze specifiche. Il professionista della digitalizzazione documentale o manager della governance digitale, di cui Anorc si occupa da tempo, trova oggi conferma nell'emendamento approvato al DDL sulla riforma PA e proposto dalla senatrice Lanzillotta
 
  Rapari: "Senza le imprese dell'Ict l'Agenda digitale non si farà"
di Mila Fiordalisi
Il presidente di Assintel: "Le esigenze del comparto vanno ascoltate prima di fare nuovi errori". Quattro le azioni prioritarie: fare la rete a banda larga, promuovere la cultura digitale, attrarre i capitali esteri e mettere a punto un piano anticiclico di investimenti Ict nella PA
 
  Fascicolo Digitale del Cittadino: sì, no, forse
di Paolo Colli Franzone, Osservatorio Netics
Le Regioni lanciano la proposta di Fascicolo Digitale del Cittadino come evoluzione del Fascicolo Sanitario Elettronico: un'ottima idea, a patto di fare (una volta tanto) le cose per bene
 
  Sicilia, la trasparenza (online) è una chimera
di Angelo Alù, Promotore di dirittodiaccesso.eu
Ritorna la rubrica dedicata alla Trasparenza delle PA con un'approfondimento diretto ad esaminare la situazione dei siti web delle PA in Sicilia
 
  Ecco come la PA può spingere il Turismo digitale
di Andrea Lamperti, Eleonora Lorenzini e Filippo Renga, Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo, Politecnico di Milano
Anche la Pubblica Amministrazione deve cambiare il modo di interpretare il proprio ruolo nell'industria turistica. Non sarà semplice, ma è certamente necessario. La Ricerca dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo 2014 indica già alcuni gap da riempire e opportunità da sfruttare e, con le nuove iniziative, cerca di supportare ulteriormente questa transizione
 
  Capire la "Flipped Classroom": pro e contro
di Valentina Bernardinis, Nicola Strizzolo, università di Udine
Utilizzando le potenzialità dei nuovi dispositivi digitali si scompone la lezione in più momenti, dentro e fuori la classe. Ecco come: un'analisi approfondita
 
  La Svezia, modello pubblico-privato per la rete
di Gianni Potti, Confindustria Servizi Innovativi
Wifi gratuito ovunque, di facile accesso. Dalla dichiarazione dei redditi al pagamento elettronico anche per piccole somme. Gianni Potti, di Confindustria, ha visto di persona le innovazioni svedesi
 
  Dita
di Edoardo Fleischner
Cronache dal futuro (anno 2333), a cura del docente visionario Edoardo Fleischner (Comunicazione crossmediale all'Università degli Studi di Milano, progettista crossmediale) per Agendadigitale.eu
 
  IN POCHE PAROLE  
  
  Marzano: "Rafforzare gli interventi su PMI, competenze digitali"
di Flavia Marzano, Tavolo permanente per l'innovazione e l'agenda digitale
 
  Ananasso, Banda Ultra Larga: "Gli investimenti privati richiedono un quadro regolamentare certo"
di Fulvio Ananasso, esperto TLC, Stati Generali dell'Innovazione
 
  ESSENZIALI  
  
  Le Regioni propongono il Fascicolo Digitale del Cittadino
di Roberto Moriondo, Comitato di Indirizzo, Agenzia per l'Italia Digitale
Verso la nascita di un fascicolo totale, in grado di valorizzare tutti i maggiori investimenti degli ultimi anni nel digitale. Partire dal Fascicolo Sanitario Elettronico, usandolo come ​driver ​per digitalizzare tutti servizi della PA. Individuare e razionalizzare le basi dati di riferimento nazionali, regionali o di altre amministrazioni e dare accesso al cittadino al suo fascicolo digitale tramite identità digitale SPID e connessione alla Anagrafe unica
 
  Fattura elettronica: scopriamo se siamo pronti alla scadenza del 31 marzo
di Luigi Foglia – Associazione Anorc
Ecco gli strumenti, i canali e le modalità per assolvere al nuovo obbligo verso la Pa locale. Il nodo sottovalutato: tutti i fornitori della Pa dovranno dotarsi di un sistema di conservazione realizzato internamente alla propria struttura o, eventualmente, anche acquisito affidando la conservazione all'esterno a un soggetto in grado di realizzarla secondo le regole tecniche richiamate
 
  Banda larga, lo stato delle gare pubbliche per digital divide e fibra ottica
di Rossella Lehnus, Infratel Italia
Le gare per completare il piano nazionale banda larga sono in chiusura e interessano le ultime regioni italiane che hanno affidato a Infratel l'attuazione dell'intervento. La Calabria e la Puglia saranno le regioni che per prime saranno 100% a 30 Mbps, seguono poi Campania e Basilicata
 
  Identità digitale: tutti i dubbi chiariti
di Andrea Rigoni - Intellium
Il Sistema pubblico di identità digitale, voluto dal Governo, è in fase di avvio, ma crescono dubbi su sicurezza e privacy. Uno dei co-autori della normativa Spid spiega perché invece renderà più sicuri i servizi digitali. Alcuni aspetti sono poco noti, per esempio l'uso di Spid in modalità di pseudo-anonimato
 
  Agenda digitale italiana: lo stato dell'arte tra decreto e altre norme
di Alessandro Longo, Nello Iacono
Dopo il Dl Crescita 2.0, le misure avviate per la Pa digitale, le tre priorità fatturazione elettronica, identità digitale e anagrafe unica. Il Piano nazionale banda larga e banda ultra larga. La Strategia Italiana per la Crescita Digitale. Italia Login. Il nuovo Cad. Ecco come sta per cambiare l'Italia grazie alla spinta politica nell'innovazione (aggiornamenti in progress. Ultimo: 10 dicembre 2016)
 
  EVENTI E APPUNTAMENTI  
  
  Diamo Credito alle Supply Chain
Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca dell'Osservatorio Supply Chain Finance della School of Management del Politecnico di Milano
 
  Execution e Collaborazione emergente: finalmente uniti!
Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca dell’Osservatorio Collaborative Business Application della School of Management del Politecnico di Milano
 
  31 Marzo 2015 Fatturazione Elettronica: ultima chiamata
Il Convegno rappresenta un momento di interazione e confronto tra PA, Istituzioni e imprese e di condivisione delle esperienze dal campo delle Pubbliche Amministrazioni che hanno già lavorato alla Fatturazione Elettronica per facilitare le imprese loro fornitori.
 
 
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960 - ISSN 2421-4167