26 Settembre 2015
Agenda Digitale -  Newsletter settimanale
Direttore responsabile: Alessandro Longo
  TOP STORIES  
  
  Le norme non bastano, cambiamo l'Italia coinvolgendo tutti
di Alessandro Longo
Un sondaggio ForumPa conferma la sfiducia nella capacità della Riforma Madia di cambiare davvero la pubblica amministrazione. Ecco perché bisogna ripensare la collaborazione tra le parti, con il coinvolgimento di tutti, pubblici e privati, per il cambiamento
 
  Per nuovi diritti sui nostri dati digitali: il progetto Ubiquitous Commons
di Chiara Buongiovanni, FPA
Subiamo un rapporto squilibrato tra chi produce dati e chi ne estrae valore di varia natura. Per riequilibrare il rapporto, il gruppo di ricerca internazionale Ubiquitous Commons (capitanato da due italiani dell’ISIA di Firenze) sta mettendo a punto un sistema tecnico-legale
 
  FSE, i percorsi paralleli delle Regioni in vista della scadenza di dicembre
di Mariano Corso, Responsabile Scientifico Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità, Politecnico di Milano
Dopo mesi di attesa e di incertezze “amministrative”, il Ministero Lorenzin ha firmato il 3 settembre il decreto per l’attuazione del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE). Le Regioni, che avevano presentato i piani per la realizzazione dei propri FSE entro giugno 2014, si sono mosse con diverse velocità e con diverse priorità. Vediamole
 
  Regole SPID, pregi e difetti
di Eugenio Prosperetti, avvocato
L’impressione generale sul Regolamento è positiva ma circa le modalità di rilascio probabilmente si poteva fare di più: le procedure sembrano per lo più ereditate dalla firma digitale senza tenere conto degli enormi cambiamenti negli scenari di utilizzo della tecnologia
 
  Ecco perché per la crescita digitale è necessaria una politica industriale
di Nello Iacono, Stati Generali dell'Innovazione
Buoni segnali per la PA digitale, ma sul fronte delle imprese la situazione non sembra a una svolta e la crescita digitale diventa difficile da perseguire. E per questo diventa necessario mettere sul tavolo con forza il tema della politica industriale. Che manca
 
  Cinque punti per capire il senso della banda (ultra) larga
di Alfonso Fuggetta, Politecnico di Milano
Basta equivoci. Ecco alcuni chiarimenti che possono servire anche a molti addetti ai lavori. Per capire, per esempio che wireline, wireless, fisso e mobile non sono alternative mutuamente esclusive. E che non ha senso aspettare la domanda prima di sviluppare le nuove reti
 
  Una rete da 100 Giga per sbloccare il Sud Italia
di Claudia Battista, vicedirettore Consortium GARR e coordinatrice del progetto GARR-X Progress
Dieci mila km di fibra ottica per superare il digital divide e fare delle regioni del Sud il trampolino di lancio per l’innovazione di scuola, università e ricerca a livello nazionale. Ecco come
 
  Il complottismo ai tempi dei new media
di Valentina Bernardinis, Nicola Strizzolo, università di Udine
Di teorie del complotto ne è piena la storia dell’umanità ed è intrisa ogni ideologia: il web 2.0, con la possibilità di creare e condividere contenuti di qualsiasi forma, rielaborare e manipolare informazioni, è un terreno particolarmente fertile
 
  Reti FTTH publiche: le esperienze svedesi
di Marco Forzati, Acreo Swedish ICT
La Svezia ha fin dagli anni 90 seguito una politica di intervento pubblico diretto nel settore della banda larga. L’iniziativa è stata presa nella gran parte dei casi dagli enti locali, soprattutto dai comuni. L'intervento è in genere limitato all'infrastruttura, e alla creazione di un mercato aperto per la fornitura dei servizi da parte di operatori privati
 
  Bacio
di Edoardo Fleischner, Comunicazione crossmediale all'Università degli Studi di Milano, progettista crossmediale
Cronache dal futuro (anno 2333), a cura del docente visionario Edoardo Fleischner per Agendadigitale.eu
 
  IN POCHE PAROLE  
  
  Camporeale (Abi): "I nuovi pagamenti possono aiutare la consapevolezza digitale degli italiani"
di Rita Camporeale, Abi
 
  ESSENZIALI  
  
  Il dato che crea valore nelle città intelligenti
di Federico Guerrini
Si dice spesso che "i dati sono il nuovo petrolio", ma cosa significa esattamente? E come può, la data economy, produrre reddito per cittadini e imprese?
 
  Fascicolo Sanitario Elettronico: dopo il decreto, restano ritardi e incertezze
di Luca Indemini
Atteso da mesi, il regolamento del FSE è stato firmato il 3 settembre dal ministro Lorenzin. Intanto il termine per l'adozione del Fascicolo da parte delle Regioni, fissato per lo scorso 30 giugno, è stato prorogato e ora si attende un'altra scadenza importante: quella del 31 dicembre, per l'interoperabilità tra Regione e Regione. Vediamo che cosa ancora non torna in questo percorso
 
  Il Foia è a metà del guado
di Luca Indemini
Grazie all'emendamento Ascani-Coppola, il Foia è stato inserito nella legge delega per la riforma della pubblica amministrazione approvata lo scorso 4 agosto. Adesso spetta al Governo, entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge, varare il decreto legislativo che dovrà disciplinare la materia. Con Ernesto Belisario e Guido Romeo di Foia4Italy facciamo il punto della situazione.
 
  Gestione dei documenti informatici nella PA: scatta tra un mese una scadenza cruciale
di Ernesto Belisario, Avvocato
L'11 ottobre 2015 scade il termine per l'adeguamento delle pubbliche amministrazioni alle nuove regole tecniche in materia di gestione documentale, una tappa di cruciale importanza nel percorso verso la PA digitale. Ecco perché
 
  Analisi e pulizia degli open data: ecco le avanguardie americane
di Luca Indemini
Con la guida di Beth Noveck, direttrice di The GovLab e responsabile di OpenData500, andiamo alla scoperta dei casi più interessanti di aziende americane che incentrano il proprio business sull’analisi delle informazioni messe a disposizione dalla Pubblica Amministrazione e provvedono all’organizzazione dei dati aperti governativi
 
  Agenda digitale italiana: lo stato dell'arte tra decreto e altre norme
di Alessandro Longo, Nello Iacono
Dopo il Dl Crescita 2.0, le misure avviate per la Pa digitale, le tre priorità fatturazione elettronica, identità digitale e anagrafe unica. Il Piano nazionale banda larga e banda ultra larga. La Strategia Italiana per la Crescita Digitale. Italia Login. Il nuovo Cad. Ecco come sta per cambiare l'Italia grazie alla spinta politica nell'innovazione (aggiornamenti in progress. Ultimo: 10 dicembre 2016)
 
  EVENTI E APPUNTAMENTI  
  
  Mobile Enterprise: anche il Business diventa Smart
L'adozione delle tecnologie Mobile a supporto dei processi di Business (Mobile Enterprise) rappresenta un'opportunità per aumentare l'efficacia e l'efficienza di tutte le organizzazioni - grandi, piccole e medie. In molte realtà l'evoluzione verso la Mobile Enterprise è addirittura una necessità se non si vuole rischiare di perdere vantaggio competitivo.
 
  Il Turismo? ...in viaggio con il digitale
Il Convegno dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, sarà l’occasione per presentare i risultati del secondo anno di Ricerca dell’Osservatorio.
 
  Social? Mobile? Multicanalità? Si, ma sono servizio e convenienza la linfa dell'eCommerce in Italia
Il Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca 2015 dell’Osservatorio eCommerce B2c è promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm.
 
  Smart Working: scopriamo le carte!
Smart Working significa ripensare il lavoro in un’ottica più intelligente, mettere in discussione i tradizionali vincoli legati a luogo e orario di lavoro lasciando alle persone maggiore autonomia nel definire le modalità di lavoro a fronte di una loro maggiore responsabilizzazione sui risultati. Autonomia, ma anche flessibilità, responsabilizzazione e fiducia diventano i principi chiave di questo nuovo approccio al lavoro.
 
 
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960 - ISSN 2421-4167