n° 148 del 03 Ottobre 2015
Agenda Digitale -  Newsletter settimanale
Direttore responsabile: Alessandro Longo
  TOP STORIES  
  
  Open Data, le PA deludono gli imprenditori, "bassa la qualità dei dati"
di Gianluigi Cogo, Regione Veneto
C'è un forte disorientamento fra i potenziali utilizzatori di dati, in primis le aziende che hanno bisogno di dati qualitativamente impeccabili per poter sviluppare analisi e applicazioni. Forse questo è uno dei motivi per cui ancora non si sviluppa un vero e proprio mercato indotto dai dati aperti e dunque una conseguente crescita del settore ICT. Ecco quattro esperienze di avanguardie "deluse"
 
  Real Estate e Open Data: c'è vero business, tra Spagna e Stati Uniti
di Luca Indemini
Anche in un mercato in difficoltà, come quello Immobiliare, i dati aperti offrono interessanti occasioni di business. A partire dallo spagnolo Goolzoom, di cui ci parla il fondatore Jesus Barrio, al portale Trulia, riferimento indiscusso negli Stati Uniti
 
  Ecco come formeremo i nuovi docenti. Perché il digitale senza didattica è inutile
di Simona Malpezzi, PD
Per realizzare la scuola del futuro servono insegnanti sostenuti e formati. Sono loro, infatti, gli attori chiave del cambiamento che si sta realizzando. La tecnologia da sola non fa scuola. Il Governo ha deciso di seguire questa strada introducendo con la Legge 107 il primo tassello per la costruzione di un nuovo sistema che si fondi sull'innovazione
 
  Database delle PA, il caos che danneggia tutti
di Federico Guerrini
Vincenzo Patruno (Stati Generali) ci racconta come l'armonizzazione delle banche dati può rendere più efficienti i servizi al cittadino. Necessaria anche un'anagrafe centralizzata
 
  Come fare al meglio la E-Fattura B2B tramite lo SDI
di Umberto Zanini, Dottore Commercialista e Revisore Legale
Come cogliere al meglio le opportunità della Fatturazione Elettronica incentivata nel B2B dal DL 127 e fare un passo avanti ancora più deciso verso un Paese Digitale
 
  I tre fattori "scatenanti" della digital trasformation
di Carlo Tagliaferri, Presidente di Selta
Accesso ultra veloce alle reti, minimizzazione dei costi delle comunicazioni, virtualizzazione per la gestione ottimizzata delle risorse: una combinazione che pone le premesse per nuovi scenari molto più decisivi che l’individuazione di una “killer application”
 
  Le tre colonne della nuova PA digitale: standardizzazione, interoperabilità e dematerializzazione
di Francesco Orlandini, direttore Divisione Public Sector di SIA
Novità per la fatturazione elettronica: Nodo dei Pagamenti, Anagrafe Unica, Italia Login, fatturazione elettronica, Sistema Pubblico per la gestione dell‘identita digitale: sono tutti pilastri dello stesso processo
 
  Accesso a internet, un diritto solo a metà: il caos delle norme UE
di Angelo Alù, Presidente Generazione Y e Promotore di dirittodiaccesso.eu
Nonostante i numerosi interventi realizzati dal legislatore europeo nel corso del tempo, emerge un quadro normativo non uniforme, dagli effetti applicativi disomogenei, vanificando la portata innovativa della normativa comunitaria
 
  Come il digitale sta cambiando la relazione aziende-consumatori in chiave consumistica
di Massimiliano Moschin
Il digitale non è la fuga da tutti i mali del sistema capitalistico, ma permette un dialogo e una collaborazione fra aziende e consumatori inedito e quanto mai produttivo. Ecco alcuni esempi
 
  IN POCHE PAROLE  
  
  Biondi (Indire): "Ma la Scuola digitale non esiste"
di Giovanni Biondi, Indire
 
  Lehnus (Infratel): “Necessario agire sulla domanda di connettività”
di Rossella Lehnus, Infratel Italia
 
  ESSENZIALI  
  
  Analisi e pulizia degli open data: ecco le avanguardie americane
di Luca Indemini
Con la guida di Beth Noveck, direttrice di The GovLab e responsabile di OpenData500, andiamo alla scoperta dei casi più interessanti di aziende americane che incentrano il proprio business sull’analisi delle informazioni messe a disposizione dalla Pubblica Amministrazione e provvedono all’organizzazione dei dati aperti governativi
 
  Buona Scuola: i compiti per le vacanze al Governo Renzi
di Paolo Ferri, università Bicocca di Milano
Quattro priorità, per mantenere le promesse. Connessione a internet in tutte le classi, formazione metodologica degli insegnanti. Nuovi contenuti digitali per la scuola (attuando il decreto Carrozza). Dare un sistema informativo digitale ad ogni scuola
 
  Le norme non bastano, cambiamo l'Italia coinvolgendo tutti
di Alessandro Longo
Un sondaggio ForumPa conferma la sfiducia nella capacità della Riforma Madia di cambiare davvero la pubblica amministrazione. Ecco perché bisogna ripensare la collaborazione tra le parti, con il coinvolgimento di tutti, pubblici e privati, per il cambiamento
 
  Regole SPID, pregi e difetti
di Eugenio Prosperetti, avvocato
L’impressione generale sul Regolamento è positiva ma circa le modalità di rilascio probabilmente si poteva fare di più: le procedure sembrano per lo più ereditate dalla firma digitale senza tenere conto degli enormi cambiamenti negli scenari di utilizzo della tecnologia
 
  La digitalizzazione del ciclo dell'ordine: la liquidazione della fattura
di Patrizia Saggini, Avvocato
La completa dematerializzazione del ciclo dell'ordine richiede che tutti i documenti siano digitali, ma forse non è sufficiente. Per permettere uno scambio di dati che sia utile sia alla PA e sia alle imprese, sarebbe necessaria la definizione di tracciati standard anche per Ordine e Documento di Trasporto
 
  Agenda digitale italiana: lo stato dell'arte tra decreto e altre norme
di Alessandro Longo, Nello Iacono
Dopo il Dl Crescita 2.0, le misure avviate per la Pa digitale, le tre priorità fatturazione elettronica, identità digitale e anagrafe unica. Il Piano nazionale banda larga e banda ultra larga. La Strategia Italiana per la Crescita Digitale. Italia Login. Il nuovo Cad. Ecco come sta per cambiare l'Italia grazie alla spinta politica nell'innovazione (aggiornamenti in progress. Ultimo: 10 dicembre 2016)
 
  EVENTI E APPUNTAMENTI  
  
  Mobile Enterprise: anche il Business diventa Smart
L'adozione delle tecnologie Mobile a supporto dei processi di Business (Mobile Enterprise) rappresenta un'opportunità per aumentare l'efficacia e l'efficienza di tutte le organizzazioni - grandi, piccole e medie. In molte realtà l'evoluzione verso la Mobile Enterprise è addirittura una necessità se non si vuole rischiare di perdere vantaggio competitivo.
 
  Il Turismo? ...in viaggio con il digitale
Il Convegno dell’Osservatorio Innovazione Digitale nel Turismo, promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, sarà l’occasione per presentare i risultati del secondo anno di Ricerca dell’Osservatorio.
 
  Social? Mobile? Multicanalità? Si, ma sono servizio e convenienza la linfa dell'eCommerce in Italia
Il Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca 2015 dell’Osservatorio eCommerce B2c è promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano e da Netcomm.
 
  Smart Working: scopriamo le carte!
Smart Working significa ripensare il lavoro in un’ottica più intelligente, mettere in discussione i tradizionali vincoli legati a luogo e orario di lavoro lasciando alle persone maggiore autonomia nel definire le modalità di lavoro a fronte di una loro maggiore responsabilizzazione sui risultati. Autonomia, ma anche flessibilità, responsabilizzazione e fiducia diventano i principi chiave di questo nuovo approccio al lavoro.
 
 
ICT & STRATEGY s.r.l. - via Copernico 38 - 20125 Milano - P.IVA 05710080960 - ISSN 2421-4167