Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Milano, 16 Febbraio 2018

Non manca (quasi) più nessuno: la Smart Home apre i battenti

23 Gen 2018

Proliferano gli impieghi dell’Internet of Things per la casa connessa: videocamere di sorveglianza, termostati, caldaie e lavatrici risultano tra i principali protagonisti del 2017, in un mercato – come quello italiano – in cui alle startup si affiancano grandi produttori con brand affermati, dotati spesso di una propria rete di vendita e di una filiera di installatori consolidata, fattori importanti per aumentare la fiducia dei consumatori verso l’acquisto dei nuovi prodotti smart. Allo stesso modo, si moltiplicano i punti di contatto tra il consumatore e la Smart Home: retailer (tradizionali e online), produttori, assicurazioni, utility e telco si muovono, con velocità diverse, verso la casa connessa.

Mancano ancora all’appello, invece, i grandi OTT (Over-The-Top) – Amazon, Google e Apple in primis – che a livello internazionale hanno ormai definito il proprio terreno di scontro: la battaglia degli Smart Home speaker (o assistenti vocali intelligenti) è appena iniziata e gli OTT stanno giocando un ruolo di primo piano all’interno dell’arena competitiva, puntando – pur con differenze significative nella strategia adottata – a rendere sinergica la proposizione di valore in ambito Smart Home con il proprio core business, grazie alla forza dei loro brand e a una comunicazione sempre efficace.

Privacy, Cyber Security e nuovi algoritmi di Intelligenza Artificiale si pongono tra gli aspetti cruciali a cui le aziende devono guardare con sempre maggiore attenzione per favorire lo sviluppo di soluzioni affidabili e attrattive sul mercato. Aspetti che ruotano intorno a un unico e imprescindibile elemento: la corretta gestione e valorizzazione dei dati, che sempre più spesso saranno messi a disposizione dagli oggetti connessi presenti nelle nostre case.

Il Convegno di presentazione dei risultati della Ricerca Smart Home 2017-18 dell’Osservatorio Internet of Things sarà l’occasione per approfondire i seguenti temi:

  • il valore del mercato Smart Home in Italia;
  • le principali evoluzioni dello scenario competitivo in Italia e all’estero e il ruolo giocato dagli OTT (Over-The-Top);
  • il ruolo giocato dalle startup Smart Home nel processo di innovazione;
  • l’evoluzione dei canali tradizionali (es. distributori, installatori) e di quelli più moderni (es. assicurazioni, eRetailer);
  • le principali novità tecnologiche: il ruolo degli ecosistemi per la Smart Home, l’evoluzione dei protocolli di comunicazione short-range e l’impatto dei nuovi algoritmi di Intelligenza Artificiale;
  • la prospettiva dei consumatori e l’interesse verso prodotti e servizi IoT per la casa;
  • l’impatto di tematiche quali normativa, privacy e Cyber Security sul futuro della casa connessa.

I risultati della Ricerca saranno discussi con i principali player di questo mercato e con esponenti di rilievo del mondo delle Istituzioni e della Ricerca Accademica.

Il Convegno si terrà Venerdì 16 Febbraio 2018, dalle ore 9.45 alle ore 13.15, presso l’Aula Magna Carassa Dadda, edificio BL.28, via Lambruschini 4, campus Bovisa, 20156 – Milano.

La partecipazione al Convegno è gratuita. Per maggiori informazioni e iscriversi, cliccare qui.

Tutti gli abbonati al sito Osservatori.net potranno seguire il Convegno in diretta Web.

L’edizione 2017-18 dell’Osservatorio Internet of Things è realizzata in collaborazione con il DEIB (Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria) e l’IoT lab e con il supporto di A2A Smart City, Ariston Thermo, BTicino, Digicom B810 Group, Doxa, Edison – Assistenza Casa, EI Towers, Elettra Investimenti, Elica, Enel, Eni, EPTA Refrigeration, Europ Assistance, GEWISS, HPE-Intel, Indra, Live Reply, Quantyca, Poste Assicura, Ricoh, SIA, Sky, Social Things, SOFTline, The AvantGarde Group, Visconti Lab, Vodafone Italia, Whirlpool; ABB – B&R, AlfaEvolution Technology – Gruppo Unipol, BNP Paribas Cardif, Engie, Ezviz – Gruppo Hikvision, Fastweb, Gruppo Sintesi, GS1 Italy, IRETI – Gruppo IREN, Monclick, Olivetti, Philips Lighting, Sicuritalia, Sorgenia, Tera, TXT e-solutions, Valtellina, Vimar, Wind Tre Business.

Argomenti trattati

Approfondimenti