intelligenza artificiale

Governance dell’IA tra etica, profitto e big tech: la scelta di Ilya Sutskever



Indirizzo copiato

Ilya Sutskever, figura chiave nell’IA, ha fondato Safe Superintelligence, una startup focalizzata sulla superintelligenza sicura. Il suo annuncio segue un tumultuoso confronto interno a OpenAI, culminato nel temporaneo licenziamento del CEO Sam Altman. Questo evento ha sollevato questioni sulla governance dell’IA e sugli investimenti tecnologici, coinvolgendo giganti come Microsoft

Pubblicato il 28 giu 2024

Massimo Donna

Partner at Paradigma – Law & Strategy



Ilya Sutskever

Le dinamiche interne alle aziende di intelligenza artificiale stanno cambiando. L’evoluzione del settore, combinata con l’emergere di nuovi modelli di business, richiede una revisione dei modelli organizzativi e decisionali.

Inquadrata in questo contesto, la scelta di Ilya Sutskever di distaccarsi da OpenAI per avventurarsi con Safe Superintelligence rappresenta un nuovo capitolo che sottolinea le tensioni e le potenzialità inesplorate di questo settore.

The Exciting, Perilous Journey Toward AGI | Ilya Sutskever | TED

Ilya Sutskever: da OpenAI alla nuova startup Safe Superintelligence

Ilya Sutskever è considerato una delle menti più brillanti al servizio dell’intelligenza artificiale. Ma la sua notorietà di recente si è estesa anche al di fuori del mondo scientifico.

L’annuncio di Sutskever di aver fondato una nuova startup, Safe Superintelligence, infatti, è stato riportato con clamore sulle prime pagine dei media globali non solo perché uno dei più stimati esperti di IA ha deciso di fondare una startup focalizzata esclusivamente su sistemi di “super intelligenza sicura”, ma anche perché l’annuncio proviene da un protagonista di primo piano in quella che è stata probabilmente la lotta più micidiale, significativa e pubblica per il controllo della governance di una società non quotata.

La lotta interna a OpenAI tra visione aperta e commerciale dell’IA

Una lotta di potere intestina a OpenAI che sta condizionando la ricerca scientifica, il panorama tecnologico e – seppur indirettamente – i mercati finanziari e la geopolitica.

Per comprendere le recenti scelte di Sutskever, occorre tornare alle origini di OpenAI, un’organizzazione inizialmente nata senza scopo di lucro al fine di sviluppare un’intelligenza artificiale che fosse “aperta” – e quindi accessibile e verificabile da chiunque avesse le necessarie competenze – e sicura. Con il trascorrere degli anni, tuttavia, la crescente consapevolezza delle potenzialità dell’Intelligenza Artificiale – in particolare di quella generativa su cui si era andata concentrando la ricerca di OpenAI – anche sotto il profilo dello sfruttamento economico, creò delle divisioni interne tra chi riteneva fondamentale rimanere strettamente fedeli agli obiettivi originari e chi sosteneva invece che gli stessi potessero convivere con un’ottica marcatamente più di mercato.

Il ruolo di Microsoft nella vicenda OpenAI

Il conflitto tra le due anime della società esplose nel novembre 2023, quando il CEO e fondatore (nonché figura simbolo) Sam Altman venne sfiduciato dal Board, del quale Sutskever faceva parte. Tuttavia, nelle ore immediatamente successive al licenziamento di Sam Altman, si verificò una rapidissima successione di eventi che tenne il mondo – o almeno quella parte del mondo che già si rendeva conto della portata epocale dell’IA – col fiato sospeso.

Microsoft, notoriamente un importantissimo investitore in OpenAI si trovò spiazzato, e con delle non facili spiegazioni da fornire ai propri investitori. Infatti, Microsoft aveva investito ben 13 miliardi di dollari in OpenAI, nel contesto di un complesso contratto di licensing che avrebbe consentito al colosso di Redmond di incorporare la tecnologia sviluppata da OpenAi nella propria suite di servizi.

In un contesto di FOMO (Fear of Missing Out) in cui tutti i principali attori Big Tech competevano per assicurarsi adeguati livelli di investimento nella tecnologia del momento, evidentemente OpenAI era riuscita ad aggiudicarsi un investimento milionario senza concedere a Microsoft neppure un posto in consiglio di amministrazione. Inoltre, il contratto di licensing conterrebbe una clausola di risoluzione automatica nel caso in cui la tecnologia di OpenAI raggiungesse l’Intelligenza Artificiale Generale, ossia la capacità di superare l’intelligenza umana in un’ampissima gamma di task.

La risposta all’allontanamento di Altman

Con l’allontanamento di Sam Altman, Microsoft si rese immediatamente conto che il Board di OpenAI, arroccato su posizioni di estremo timore per le potenziali capacità “distruttive” dell’IA, avrebbe potuto considerare il livello di evoluzione della tecnologia sviluppata dalla società, o i livelli sviluppabili nel futuro prossimo, quali già costituenti Intelligenza Artificiale Generale, e pertanto risolvere il contratto con Microsoft.

Con in gioco un investimento miliardario, una potenziale rivolta dei propri investitori e, soprattutto, l’accesso alle espressioni più avanzate dell’IA, la risposta di Microsoft non poteva non essere decisa. E infatti, passarono solamente poche ore dall’allontanamento di Sam Altman che Satya Nadella, Ceo di Microsoft, faceva trapelare la disponibilità dell’azienda ad assumere l’ex Ceo di OpenAI, unitamente a tutti quei numerosi dipendenti che avevano annunciato di voler lasciare la società a seguito della dipartita del loro Ceo. Ovviamente Sam Altman e gli altri dipendenti non avrebbero potuto portare con sé la proprietà intellettuale sviluppata da OpenAI, ma l’esperienza maturata sul campo avrebbe potuto rivelarsi preziosissima per sviluppare dei Modelli di Linguaggio con caratteristiche simili.

La reintegrazione di Sam Altman e le conseguenze sul Board di OpenAI

Di fronte al rischio di vedere l’azienda svuotata del proprio capitale umano, e potenzialmente di litigation con Microsoft, Sam Altman fu presto reintegrato nella posizione di Ceo, mentre i suoi oppositori più intransigenti all’interno del Board furono costretti a dimettersi. Ilya Sutskever rimase al suo posto, ma come si è visto in precedenza, sarebbe rimasto in azienda solo per alcuni mesi.

La vicenda del – seppur brevissimo – allontanamento di Sam Altman ha acceso i riflettori sulla governance dei nuovi colossi dell’Intelligenza Artificiale. Da un lato, infatti, ci si interroga sulle conseguenze delle due anime di OpenAI, quella dei “doomist” (pessimisti in merito alle potenzialità distruttive dell’IA e ossessionati dalla necessità di predisporre le opportune salvaguardie) e quelle degli “accelerationists “(che ritengono che, sebbene l’IA rappresenti un nuovo paradigma tecnologico, l’adozione di massa della stessa si risolverà in un miglioramento della produttività in linea con le precedenti rivoluzioni tecnologiche) sulla governance societaria. Dall’altro lato, ci si chiede come le Big Tech possano proteggere i propri investimenti in un contesto di deal-making nel quale – per il momento – le aziende che progettano i modelli di IA sembrano avere il coltello negoziale dalla parte del manico.

Il fenomeno dell’acqui-hire nel settore dell’IA

Ma il tentato golpe ai vertici del governo societario di OpenAI ha anche contribuito a far emergere il fenomeno dell’acqui-hire, ossia delle acquisizioni societarie motivate dall’appropriazione del capitale umano della società target, che vengono sostituite dall’assunzione diretta dei dipendenti strategici della società in questione. Si tratta di un fenomeno che non solo può integrare lo storno di dipendenti, e quindi la concorrenza sleale, ma anche – sul versante pubblicistico – l’elusione della disciplina del merger control.

La Federal Trade Commission – l’autorità antitrust statunitense – ha recentemente affermato di aver aperto un’indagine nei confronti di Microsoft per l’assunzione di Mustafa Suleyman, fondatore di Inflection AI.

Il fenomeno dell’acqui-hire potrebbe essere efficacemente contrastato dalla stipulazione di appropriati patti di non concorrenza con il management aziendale strategico per il periodo successivo alla risoluzione del rapporto di lavoro. Tuttavia, la Federal Trade Commission ha recentemente introdotto un divieto molto esteso di stipulazione di patti di non concorrenza, con il quale ha ulteriormente complicato sia la governance che l’executive retention nel mondo dell’IA.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 4