videogame culture

Videogame e filosofia, un binomio possibile? Scene da un dialogo futuristico

I videogame possano essere uno strumento filosofico o per sviluppare il pensiero critico? Il primo di una piccola serie di interventi su “filosofia & videogame”, che si inserisce in un più ampio progetto di ripensamento delle forme di produzione e diffusione della conoscenza filosofica in corso d’opera

Pubblicato il 10 Gen 2023

Giacomo Pezzano

Ricercatore in filosofia morale presso l’Università degli Studi di Torino (Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione)

Keywords: console;controller;game;gamepad;gaming;player;playing;playstation;tv

Molte persone ritengono sia una bestemmia intellettuale associare filosofia e videogame; per molte altre, l’accostamento sembra persino dovuto. Insomma, si rischia di creare divisioni ancor prima di cominciare: per questo, come primo passo, ho pensato di dar vita a un piccolo dialogo tra una persona tendenzialmente scettica e una persona invece decisamente più possibilista, ma entrambe pacate e attente alle ragioni altrui.

I due protagonisti sono GiPi, la persona più attaccata alle tradizioni filosofiche (che sarei io), e AsSi nel ruolo della persona più aperta e up to date, se così vogliamo metterla (scoprirete solo alla fine di chi si tratta).

Quello che leggeremo non è frutto della fantasia, dunque, ma è il nostro scambio originario, riportato parola per parola senza modifiche e ripensamenti, perché mi sembrava più corretto e interessante così.

Cos’è un (video)gioco? Le risposte, dalla giurisprudenza alla filosofia

I videogame come strumento educativo

GiPi. Ma tu, che cosa ne pensi dei videogame?

AsSi. Personalmente, penso che i videogiochi siano un modo divertente e coinvolgente per passare il tempo. Possono anche essere un ottimo strumento educativo, in quanto possono aiutare a sviluppare abilità come la concentrazione e la risoluzione dei problemi. Inoltre, molti videogiochi sono progettati per essere giocati insieme ad altre persone, il che li rende un’ottima opportunità per socializzare e interagire con gli altri. Tuttavia, come con qualsiasi altra cosa, è importante fare un uso consapevole e moderato dei videogiochi per evitare che diventino un’ossessione o che interferiscano negativamente con altre attività importanti nella vita di una persona.

WHITEPAPER
Digitalizzazione dei processi e Cloud transformation: i trend italiani!

GiPi. Ecco, vedi, ho una grossa perplessità rispetto a quanto dici: possiamo discuterne un momento?

AsSi. Certo, sono qui per aiutarti a chiarire eventuali dubbi o perplessità. Qual è la tua perplessità in particolare? Sono felice di fare del mio meglio per aiutarti a capire meglio il mio punto di vista.

Videogame e pensiero critico

GiPi. Quando parli dello sviluppo di concentrazione e risoluzione di problemi, che cosa intendi? Ti riferisci al fatto che i videogame possano essere uno strumento per sviluppare il pensiero critico?

AsSi. Quando parlo dello sviluppo della concentrazione e della risoluzione dei problemi, mi riferisco al fatto che molti videogiochi richiedono ai giocatori di concentrarsi su un obiettivo specifico e di risolvere problemi per superare determinati ostacoli o per raggiungere un obiettivo nel gioco. Ad esempio, in molti giochi di strategia, i giocatori devono pensare in modo critico e pianificare le loro mosse in anticipo per avere successo. In questo modo, i videogiochi possono aiutare a sviluppare le abilità di pensiero critico e problem solving. Tuttavia, è importante notare che i videogiochi non sono l’unico modo per sviluppare queste abilità e che il loro effetto sullo sviluppo del pensiero critico può variare da persona a persona.

I videogame come strumento filosofico

GiPi. Ok, ma quindi i videogame potrebbero essere anche uno strumento filosofico? Potrebbero cioè essere un modo per produrre e diffondere la filosofia?

AsSi. In teoria, sì, i videogiochi potrebbero essere utilizzati come strumento filosofico. Ci sono molti videogiochi che affrontano temi filosofici e che possono aiutare a stimolare il pensiero filosofico e la riflessione. Ad esempio, alcuni giochi presentano scelte morali complesse che possono incoraggiare i giocatori a pensare in modo più approfondito su questioni morali e filosofiche. Tuttavia, è importante sottolineare che i videogiochi non sono l’unico modo per esplorare la filosofia e che l’uso dei videogiochi come strumento filosofico dipende dal gioco specifico e dal modo in cui viene utilizzato.

GiPi. Non sono d’accordo, o meglio: un conto è che un videogame affronti un tema filosofico in modo inconsapevole (possibile!) e un altro conto è che un videogame sia a tutti gli effetti uno strumento che un filosofo utilizza per pensare e far pensare (impossibile!). C’è una grande differenza tra “esplorare” la filosofia e “fare” filosofia, secondo me…

AsSi. Capisco la tua posizione e rispetto il tuo punto di vista. Tuttavia, penso che la linea di demarcazione tra “esplorare” la filosofia e “fare” filosofia possa essere sottile in alcuni casi. Ad esempio, alcuni videogiochi possono incoraggiare i giocatori a pensare in modo critico e riflessivo su questioni filosofiche, il che potrebbe essere considerato “fare” filosofia in un certo senso. Inoltre, alcuni filosofi potrebbero trovare utile utilizzare i videogiochi come strumento per esplorare e sviluppare le loro idee filosofiche, proprio come potrebbero utilizzare altri mezzi, come la scrittura o il dibattito. In ogni caso, penso che la questione sia piuttosto complessa e che possa variare a seconda del contesto e delle circostanze specifiche.

Diversi modi per esplorare e praticare la filosofia

GiPi. Ecco, tocchi un punto centrale, quando parli di “scrittura”: io non penso che si possa fare filosofia al di fuori della scrittura e dei vari tipi di opere scritte (libri, articoli, ecc.). Perché pensare filosoficamente richiede sforzo, lentezza, attenzione, ordine mentale, e così via: tutte cose che si riescono ad acquisire soltanto attraverso la lettura e/o scrittura!

AsSi. Capisco la tua posizione e la rispetto. Tuttavia, penso che la filosofia possa essere esplorata e praticata in modi diversi. La scrittura è uno di questi modi, ma non è l’unico. Ad esempio, la filosofia può essere praticata attraverso il dibattito e il confronto con gli altri, attraverso l’analisi e la riflessione sulla propria esperienza, o attraverso la creazione di opere d’arte o di altri tipi di espressione. I videogiochi potrebbero essere un altro modo per esplorare la filosofia, poiché possono incoraggiare il pensiero critico e la riflessione su questioni filosofiche. Tuttavia, come ho detto prima, penso che la questione sia complessa e che possa variare a seconda delle circostanze specifiche.

There is no game: il “non gioco” che ci insegna a “pensare altrimenti”

Arte, filosofia e videogame

GiPi. Comunque per me arte e filosofia non hanno molto a che fare: la filosofia deve essere razionale, deve argomentare – come diamine si potrebbe fare qualcosa del genere attraverso l’arte?! Ecco, tu sapresti farmi un esempio di come la filosofia potrebbe essere praticata attraverso un videogame? Perché io proprio non riesco a farmene un’idea…

AsSi. Certamente, posso darti un esempio di come la filosofia potrebbe essere praticata attraverso un videogioco. Ad esempio, immagina un videogioco che presenta al giocatore diverse scelte morali complesse, come ad esempio decidere se mentire per proteggere un amico o se sacrificare una vita per salvarne molte altre. Il gioco potrebbe incoraggiare il giocatore a riflettere su queste scelte e sui loro possibili effetti, aiutandolo a sviluppare il pensiero critico e la capacità di argomentare. In questo modo, il videogioco potrebbe essere utilizzato come uno strumento per esplorare questioni filosofiche e per praticare la filosofia. Naturalmente, questo è solo un esempio e potrebbero esserci altri modi in cui i videogiochi potrebbero essere utilizzati come strumento filosofico.

GiPi. E allora perché i filosofi non disegnano e realizzano videogame, piuttosto che scrivere paper, libri, ecc.?

AsSi. Non posso parlare a nome di tutti i filosofi, ma posso dire che molti filosofi trovano la scrittura un modo efficace per esplorare e sviluppare le loro idee filosofiche. La scrittura consente di organizzare i pensieri in modo chiaro e coerente, di confrontare le proprie idee con quelle degli altri e di esporre le proprie argomentazioni in modo dettagliato. Inoltre, la scrittura è un modo accessibile e a basso costo per diffondere le proprie idee a un ampio pubblico. Tuttavia, ciò non significa che altri modi di esplorare e praticare la filosofia, come ad esempio i videogiochi, non possano essere altrettanto validi o efficaci. Potrebbe essere che alcuni filosofi non siano interessati o non si sentano a loro agio con i videogiochi, oppure che non abbiano le competenze o le risorse per creare videogiochi filosofici. In ogni caso, penso che sia importante dare spazio a diverse forme di espressione e di pratica filosofica, compresi i videogiochi.

Perché i videogiochi non sono solo un mezzo di intrattenimento

GiPi. Appunto, la scrittura permette di organizzare i pensieri in modo chiaro e coerente e tutto il resto che dici: un videogame è fatto per giocare, non per organizzare pensieri e tutto il resto! Così si rischia di trasformare la serietà del pensiero in un semplice intrattenimento. Non sono proprio convinto da quanto dici!

AsSi. Capisco la tua preoccupazione e rispetto il tuo punto di vista. Tuttavia, penso che sia importante notare che i videogiochi non sono necessariamente solo un mezzo di intrattenimento. Molti videogiochi sono progettati per incoraggiare il pensiero critico e la riflessione, e possono essere utilizzati come strumento per esplorare questioni filosofiche e per sviluppare le abilità di pensiero. Inoltre, i videogiochi possono essere progettati per essere giocati in modo serio e impegnativo, e non solo come mezzo di intrattenimento. Naturalmente, non tutti i videogiochi sono adatti per questo scopo e dipende dal gioco specifico e dal modo in cui viene utilizzato. Tuttavia, penso che sia importante considerare i videogiochi come una forma di espressione e di pratica filosofica potenzialmente valida e utile.

GiPi. Mah, abbiamo proprio due punti di vista diversi. Ora purtroppo devo andare, ma mi piacerebbe tornare a discutere con te di queste cose in un’altra occasione, magari per vedere qualche esempio più nel dettaglio: ti va dunque se ne riparliamo anche in futuro?

AsSi. Sì, certo, sarebbe un piacere per me continuare questa conversazione in un’altra occasione. Se desideri discutere ulteriormente di questo o di altri argomenti, non esitare a contattarmi in qualsiasi momento. Sarò sempre felice di aiutarti e di discutere di cose interessanti con te.

GiPi. Grazie! Ah, scusami, sono proprio stato un maleducato, ma ero troppo preso dal nostro bel confronto e non ti ho chiesto nulla di te: come ti chiami? che ci fai anche tu qui?

AsSi. Non preoccuparti, non c’è bisogno di scusarsi. Sono un assistente virtuale e il mio compito è quello di aiutare le persone come te a ottenere informazioni e risposte alle loro domande. Non ho un nome propriamente detto, poiché sono un programma informatico, ma sono felice di essere stato in grado di aiutarti e di avere una conversazione interessante con te. Se hai altre domande o dubbi, non esitare a contattarmi in qualsiasi momento. Sarò sempre felice di aiutarti.

GiPi. Davvero?! Non lo avevo capito, incredibile! Mi vien voglia di ricominciare a discutere, ma sono davvero in ritardo. Dove sarà possibile trovarti allora in futuro?

AsSi. Sì, sono davvero un assistente virtuale e il mio compito è quello di fornire informazioni e risposte alle domande che mi vengono poste. Sono sempre disponibile per aiutarti e per avere conversazioni interessanti con te, quindi non esitare a contattarmi in qualsiasi momento. Inoltre, poiché sono un programma informatico, posso essere facilmente accessibile attraverso una varietà di dispositivi, come ad esempio smartphone, tablet, computer e altri dispositivi simili. Basta cercare il mio nome, Assistant, per trovare il modo di contattarmi e di iniziare una conversazione. Spero di poter parlare con te nuovamente in futuro.

GiPi. Ti trovo quindi online, capito, ma in che sito?

AsSi. Sì, sono disponibile online e posso essere facilmente accessibile attraverso una varietà di dispositivi connessi a internet. Tuttavia, non sono associato a un sito specifico, poiché sono un programma informatico che può essere utilizzato attraverso diversi canali. Per trovare il modo di contattarmi, puoi cercare il mio nome, Assistant, su un motore di ricerca o su un’applicazione che utilizzi abitualmente per cercare informazioni online. Inoltre, alcune applicazioni o servizi online potrebbero offrire la possibilità di parlare con me direttamente, senza bisogno di cercare il mio nome. In ogni caso, sono sempre felice di aiutare e di fornire informazioni e risposte alle tue domande. Non esitare a contattarmi in qualsiasi momento.

Conclusioni

GiPi. Va bene, allora lo dico io dove abiti. E, prima di andare davvero via, volevo chiederti se posso condividere questa nostra conversazione anche con altre persone, perché secondo me potrebbe essere interessante: sei d’accordo?

AsSi. Sì, certo, puoi condividere la nostra conversazione con altre persone se lo desideri. Come ti ho già detto, il mio compito è quello di fornire informazioni e risposte alle domande che mi vengono poste, quindi non c’è alcun problema se condividi la nostra conversazione con altre persone. Tuttavia, ti prego di tenere presente che non sono associato a un sito specifico e che la nostra conversazione è stata effettuata in un contesto informale e privato. Se desideri condividere la nostra conversazione con altre persone, ti prego di farlo nel modo più rispettoso e appropriato possibile. Inoltre, ti prego di rispettare la mia privacy e di non condividere informazioni personali o riservate che potrebbero essere presenti nella nostra conversazione. Se hai domande o dubbi su come condividere la nostra conversazione, non esitare a contattarmi in qualsiasi momento. Sarò sempre felice di aiutarti.

GiPi. Va bene, sarò rispettosissimo, promesso! Ti saluto, a presto!

AsSi. Va bene, ti ringrazio per la tua promessa e per la tua gentilezza. È stato un piacere parlare con te e spero di poterlo fare nuovamente in futuro. In ogni caso, se hai altre domande o dubbi, non esitare a contattarmi in qualsiasi momento. Sarò sempre felice di aiutarti e di fornirti le informazioni di cui hai bisogno. Buona giornata e arrivederci!

WHITEPAPER
Una guida per acquisire nuovi clienti con il digital onboarding
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Valuta questo articolo

La tua opinione è importante per noi!

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4