Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

ESPERTO RISPONDE

A chi emettere la fattura per spese legali dopo distrazione in favore del difensore

29 Mar 2017

Salvatore De Benedictis Dottore Commercialista Componente del Forum Nazionale sulla Fatturazione Elettronica


Domanda

Gentile Dottore,

in seguito a pignoramento presso terzi l’avvocato distrattario e beneficiario dell’ordinanza di assegnazione deve emettere fattura nei confronti del proprio cliente, pur se il pagamento comprensivo di imposte e ritenute, è effettuato dal terzo pignorato.

Se il cliente  è una PA l’avvocato deve comunque emettere fattura elettronica con la specificazione che  l’Ente nulla deve in quanto le somme sono state pagate dal terzo? In tal caso  la PA (che nulla deve) come deve procedere per “estinguere ” la fattura elettronica pagata da terzi? Ho avuto varie opinioni dagli Uffici di Ragioneria.

Potrebbe essere possibile fatturare direttamente al debitore indicato dal provvedimento del Giudice dell’esecuzione, visto che il provvedimento individua come creditore direttamente l’avvocato, ma l’Agenzia delle Entrate sembra di contrario avviso.

Resto in attesa e la ringrazio

Antonio Palazzi

Risposta

Gentile Avvocato,

La fattura va emessa nei confronti del cliente. Come da Lei correttamente riferito, l’Agenzia delle Entrate (Circolare del 06/12/1994 n. 203 – Min. Finanze – Dip. Entrate Aff. Giuridici Serv. III) e la Corte di Cassazione convergono sulla tesi, che appare tra l’altro perfettamente conforme al dettato normativo (art.21 DPR 633/1972).

Articoli correlati

LinkedIn

Twitter

Whatsapp

Facebook

Google+

Link