manuale di sopravvivenza

Tsunami videocall anche nel 2022: dieci consigli per vivere meglio

Abbiamo ormai imparato a convivere con le videocall, che ci hanno consentito di continuare a lavorare e a relazionarci anche nei momenti più bui della pandemia. Dieci consigli per gestirle al meglio

07 Feb 2022
Andrea Tironi

Project Manager - Digital Transformation

Employee Experience

La pandemia, ormai lo sappiamo tutti ha portato con sé, tra le tante altre cose, una pioggia di videocall che presumibilmente ci terranno compagnia anche in questo 2022.

Ecco, quindi, alcuni consigli per sopravvivere e magari per migliorare la situazione, allo scopo di fare “online meeting defense”.

I consigli per video call più “sane”

Videoconferenze: dieci consigli per sopravvivere allo tsunami

  1. Se non conosco l’argomento, gli obiettivi e i partecipanti di una riunione non posso sapere se servo nella riunione, se devo partecipare attivamente, se devo prepararmi o solo ascoltare. Richiedere i tre elementi sopra è un must per chi partecipa e un dovere per chi organizza.
  2. Nessuno si deve offendere se non partecipo a una riunione perché ritengo la riunione non importante per me. Come nessuno si deve offendere se non viene invitato a una riunione. Molti pensano che sia un’offesa se un collega rifiuta di partecipare a una riunione (e non è facile cambiare la sensazione), in verità è solo la necessità di focalizzarsi su quanto è il proprio lavoro, dando maggior tempo al fare invece che ai meeting. Sembra facile a dirsi, molto meno a farsi.
  3. Le riunioni sono il nuovo modo di creare interruzioni nel proprio flow lavorativo. Il collega che prima entrava dalla porta con occhi da “gatto degli stivali di Shrek” chiedendo il famoso “secondo” che diventa almeno mezz’ora, ovvero che ci porta una scimmia e ce la lascia sulla scrivania, ora ci invia l’invito a una videocall di 30 minuti per vedere insieme alcuni aspetti di un progetto (del suo orango). Come fare a dire di no? Semplice, chiedendo argomento della riunione, obiettivi e partecipanti ed eventualmente limitarla a quegli aspetti e non farla diventare un momento di discussione su qualsiasi tema. Si può inoltre chiedere di anticipare il problema via email o con altro strumento asincrono, in modo da poter rispondere nel miglior momento in base alla propria programmazione lavorativa.
  4. FOMO (fear of missione out): non bisogna avere paura di essere “tagliati fuori” da alcuni argomenti se non si partecipa a tutte le riunioni. Non è così, perchè si finisce per fare videocall tutto il giorno e poi essere tagliati fuori dal realizzare progetti e prodotti. Ovvero si sa poco di tutto ma niente di preciso.
  5. Spesso le videocall vengono fatte per fare il punto della situazione, ovvero le persone a turno raccontano cosa hanno fatto. Ecco queste call sono poco utili, perché se le persone hanno già fatto qualcosa segnalandolo in qualche strumento (es. asana, trello) perché è necessario raccontarlo? Si può dire al proprio gruppo di lavoro che, se tutto quanto schedulato è raggiunto, il meeting non verrà fatto. In tale modo si risparmia tempo a tutti. Se invece si è andati lunghi o qualcosa non è stato realizzato per tempo il meeting è utile per rimettersi in sync. Ovvero una riunione può autocancellarsi se tutti siamo in linea con la programmazione.
  6. Spesso nelle riunioni non si ricorda quanto fatto precedentemente e nonostante questo si parte dalla fine del meeting precedente. Meglio sempre fare un recap di pochi minuti per essere sicuri che tutti siano allineati, in tale modo si parte dalla stessa base e si può proseguire con l’analisi dell’argomento della riunione a parità di conoscenza.
  7. Se pensi che una riunione non sia chiara, stia prendendo delle derive lontani dagli obiettivi, se non hai capito qualcosa o pensi sia inconcludente, dillo. Spesso la gente pensa di essere “quello che capisce meno, ma gli altri avranno capito” oppure “quello più frustrato dal tempo che si sta perdendo ma gli altri invece si trovano bene”. In verità spesso quello che si sente lo sentono anche gli altri. Quindi presentare con educazione e assertività la propria sensazione può aiutare a portare il meeting in carreggiata sugli obiettivi o fermare un meeting diventato inconcludente. Magari lo pensano tutti ma nessuno ha il coraggio di dirlo

Ora tre consigli pratici, probabilmente i migliori maturati dall’esperienza.

  1. Mettere un tetto giornaliero o settimanale alle videocall oppure scegliere un giorno in cui non si fanno videcall. La pianificazione può essere: 3 videocall la mattina da 45 minuti alle 8.30, 10 e 11.30. Il pomeriggio alle 14, 15.30 e 17. Oppure il venerdì niente videocall. Oppure la mattina videocall i pomeriggi no. Oppure utilizzare programmi (come ad esempio clockwise) che trovano nel nostro calendario degli spazi di Focus Time dove possiamo concentrarci sul lavoro e lo “bloccano” in modo che i colleghi non possano fissare riunioni e lasciarci il tempo di fare e gestire le nostre priorità.
  2. Ridurre il tempo della singola videocall da 60 a 45 minuti: in tale modo se la call va lunga ho un piccolo buffer di 15 minuti, se finisce per tempo posso raccogliere le idee (o alzarmi, bere, andare in bagno) senza vivere l’ansia della “call after call”, ovvero di continue call per 8 ore di fila, col risultato che a fine giornata si è insoddisfatti perché si è fatto poco e si è fissato ancora meno.
  3. Spazi tra le call Ormai quasi tutti stanno iniziando a vivere le videocall come le riunioni normali, ovvero con la possibilità di arrivare in ritardo per videocall precedente. Ecco Per ridurre i ritardi il consiglio non è solo “fare videocall da 45 minuti” ma anche lasciare 30 minuti tra una videocall e l’altra, ovvero ad esempio: videocall da 45 minuti alle 8.30, seconda videocall alle 10.00 fino a 10.45, terza videocall alle 11.30 fino a 12.15. In tale modo comunque vada la videocall (da 45 o 60 minuti) ho poi tempo per respirare. Lo switch-tasking (che è quello che fa davvero il cervello rispetto al multitasking che è pura fantasia) richiede tempo e fatica, non si può fare immediato e istantaneo ogni ora.

Per il resto…un ultimo consiglio.

È bello pensare di poter fare tante cose insieme, ma noi non siamo programmati per quello. Perché ci irritano le interruzioni? Perché sono uno sforzo cerebrale non da poco, visto che il nostro cervello deve switchare di configurazione Progetto 1 a Configurazione Progetto 2 caricando in memoria quanto ricordiamo del progetto 2, gli stakeholder, le attività, gli obiettivi … diamogli il tempo di farlo cercando di fare per bene una cosa alla volta, azienda in cui lavoriamo e nostri superiori o colleghi permettendo.

WHITEPAPER
Pharma: come gestire grandi volumi di dati eterogenei e non strutturati?

Bibliografia

Alcuni spunti presi da: https://hbr.org/2021/11/the-psychology-behind-meeting-overload

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati