Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Esperto risponde

Fattura elettronica e scontrino per la stessa operazione, come fare

La fattura elettronica per la stessa operazione per cui si è emesso lo scontrino non è obbligatoria a meno che non la chieda il cliente: ma se dovesse essere emessa ecco quali sono le regole da seguire

08 Gen 2020
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Attualmente faccio fatture elettroniche accompagnate da scontrino di cui riporto i riferimenti nel campo “altri dati”. Come dovrò comportarmi ora con gli scontrini elettronici? Solo scontrino o solo fattura ma non entrambi per evitare ridondanze? Come dovrei procedere nel caso in cui un cliente mi chieda la fattura dopo aver ormai battuto lo scontrino?

Stefano Vega

RISPOSTA

La opportunità di indicazione degli estremi dello scontrino fiscale nella fattura elettronica emessa per la stessa operazione, come previsto nella risposta fornita dall’Agenzia delle Entrate con la FAQ n. 45 del 21 dicembre 2018, è opportuna per far sì che l’Agenzia delle Entrate possa avere contezza dei dati trasmessi all’Agenzia delle Entrate sia come parte del  corrispettivo giornaliero che come fattura elettronica.

La condotta da lei tenuta prima della installazione del registratore telematico (immagino che Lei sia soggetto all’obbligo a partire dal 1/1/2020), è quindi corretta, posto che lei, pur  non avendo obbligo di trasmissione dei dati dei corrispettivi giornalieri, aveva certamente effettuato manualmente la operazione di scorporo dai corrispettivi dell’importo delle fatture emesse per la stessa operazione. Dall’anno 2020 l’indicazione degli estremi dello scontrino nella fattura elettronica permetterà all’Agenzia delle Entrate di “scorporare” dai corrispettivi gli importi per cui Lei ha emesso fattura. Concordo con lei comunque che la prassi emettere fattura e scontrino per una stessa operazione rappresenti una sconsigliabile “anomalia tollerata”.

Se un cliente dovesse chiederle la fattura per una operazione per cui è stato già emesso lo scontrino (o il documento commerciale, se utilizza il registratore telematico) lei può eccepire che la norma (articolo  22, comma 1, DPR 633/1972) prevede che “l’emissione della fattura non è obbligatoria, se non è richiesta dal cliente non oltre il momento di effettuazione dell’operazione”. ciò vuol dire che lei potrebbe quindi rifiutarsi di emetterla, ma, se decidesse di emetterla, deve seguire le indicazioni fornite con la FAQ cui ho fatto cenno sopra.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4