lo scenario

Extended reality e metaverso: la nuova frontiera dell’innovazione industriale in Italia



Indirizzo copiato

Le tecnologie di extended reality (XR) e il metaverso stanno rivoluzionando vari settori, con un crescente impatto nel mondo B2b/B2e. In Italia, progetti nel Manifatturiero e nella Sanità sfruttano XR per migliorare operazioni, formazione e collaborazione. Nonostante le sfide, queste tecnologie promettono significativi benefici in termini di efficienza e innovazione

Pubblicato il 11 giu 2024

Claudio Conti

Ricercatore dell’Osservatorio Realtà Aumentata & Metaverso del Politecnico di Milano

Marta Valsecchi

Direttrice dell'Osservatorio Extended Reality & Metaverse del Politecnico di Milano



metaverso

Le tecnologie Extended Reality (XR) e il concetto di metaverso stanno prendendo piede con una velocità impressionante, rivoluzionando il modo in cui percepiamo e interagiamo con il mondo digitale. Queste tecnologie, che combinano realtà virtuale, realtà aumentata e realtà mista, stanno modificando non solo l’esperienza dei consumatori ma anche le dinamiche operative delle aziende.

In questo scenario in costante evoluzione, l’Italia si sta posizionando come un attore chiave nel panorama internazionale. Le applicazioni di XR e metaverso stanno trovando terreno fertile nelle imprese italiane, soprattutto nell’industria manifatturiera, dando vita a nuovi modelli di business centrati sulla digitalizzazione.

Dal marketing alle vendite, le opportunità offerte da queste tecnologie sono molteplici: vediamo come questi sviluppi stiano plasmando il futuro dell’industria italiana e quali siano le prospettive per gli anni a venire.

Introduzione alle tecnologie XR e al Metaverso

Le tecnologie di XR, ossia realtà aumentata, mista e virtuale, permettono di arricchire la realtà fisica di elementi digitali o di implementare ambienti virtuali a sé stanti. Queste tecnologie consentono di creare esperienze di ingaggio degli utenti fortemente interattive e immersive. Non si tratta di tecnologie completamente nuove, ma le evoluzioni (in termini sia di hardware sia di software) degli ultimi anni e quelle previste nel prossimo futuro fanno intravedere un ampio numero di scenari di applicazione, in tanti settori differenti.

Parallelamente, tali tecnologie potrebbero costituire la base per lo sviluppo del metaverso, di cui si è tanto parlato, in particolare nel corso del 2022, a valle del rebranding di Facebook in Meta. Il metaverso può essere definito come un “ecosistema immersivo, persistente, interattivo, sincrono e interoperabile di mondi virtuali che possono essere connessi anche con il mondo fisico, in cui gli utenti hanno la possibilità di replicare o potenziare le proprie attività (es. collaborare, socializzare, lavorare, giocare) e di creare e possedere asset, accessibile grazie alle tecnologie di Extended Reality”[1].

Anche se l’interesse dei media generalisti su questo tema si è spento, l’attenzione degli operatori del settore è rimasta elevata. Sono molti i segnali in questa direzione: gli investimenti delle Big Tech a cui si è aggiunta Apple; l’interesse della Commissione Europea a conoscere e regolamentare il fenomeno; la presenza del tema al secondo posto, dopo l’intelligenza artificiale, nei report di technology foresight pubblicati dal 2023 in avanti; la presenza di importanti centri di ricerca a livello internazionale. L’intento è lavorare per costruire le fondamenta di una nuova frontiera dell’interazione fisico-digitale, indipendentemente dal nome che poi prenderà.

I progetti XR nel contesto internazionbale

A livello internazionale, a partire dal 2018, all’interno dei mondi virtuali (che quindi, se interconnessi, potrebbero andare a costituire il Metaverso) sono stati annunciati pubblicamente 736 progettualità. Di queste, 589 progetti (80%) sono focalizzati sul consumatore finale mentre 147 sono dedicati al mondo business (B2b) o ai dipendenti delle imprese (B2e).

Se in passato queste tecnologie sono spesso state utilizzate dalle aziende in ottica B2c, ad esempio con l’obiettivo di fornire nuovi servizi ai propri consumatori o di trovare modi alternativi per relazionarsi con essi, nel 2023 è cresciuta, anche lato industriale, la consapevolezza delle opportunità offerte da queste tecnologie, per il potenziamento dei processi interni e per la collaborazione e cooperazione da remoto tra dipendenti: nell’ultimo anno è diminuito il numero di nuove progettualità rivolte al consumatore finale (-50% rispetto al numero di nuovi progetti lanciati nel 2022) mentre sono cresciuti i nuovi progetti in ottica B2b/B2e (+84%).

Focalizzando l’attenzione sul contesto italiano e allargando l’analisi non soltanto ai progetti sviluppati all’interno dei mondi virtuali (71 in Italia rispetto ai 736 complessivi) ma, più in generale, a tutti i progetti che sfruttano le tecnologie di Extended Reality (che comprendono quindi la Realtà Aumentata, la Realtà Mista e la Realtà Virtuale), troviamo 482 progetti (301 progetti in ambito B2c e 181 in ambito B2b/B2e), attivi in Italia a partire dal 2020.

Le applicazioni dell’extended reality e del metaverso per il mondo industriale in Italia

Per quanto riguarda il mondo B2b/B2e i principali settori in Italia che sviluppano progetti con queste tecnologie sono il Manifatturiero e il mondo Sanità/Pharma, con rispettivamente 55 casi (30% del totale) e 34 (19%). Altri settori rilevante sono quello del Training&Consulting che, nel 2023, ha visto una crescita del 50% delle nuove progettualità, arrivando a contare 20 progetti (11%) e il mondo Energy&Utility 16 progetti (9%). Più marginali i progetti in ottica B2b/B2e sviluppati da altri settori come il Retail (6%), la PA (6%) e il mondo Logistica e Trasporti (3%). Nel 2023 aumentano però aumentano anche gli altri settori (16% del totale) che sperimentano queste tecnologie (es. real estate, professionisti).

Operations

Il primo ambito, quello maggiormente rappresentato, è quello delle Operations. Il 43% dei casi B2b/B2e individuati in Italia risiede in questo ambito e, in particolare, la quasi totalità dei casi riguarda il supporto alla forza lavoro, iniziative che utilizzano l’Extended Reality per assistere sul campo i dipendenti: attraverso la realtà aumentata e la realtà mista, ad esempio, gli operatori industriali possono accedere a istruzioni dettagliate e ricevere supporto in tempo reale mentre eseguono compiti di manutenzione (come nel caso di Tecnogen, Ferrovie Nord) o di controllo qualità dei prodotti (es. ABB, Coca Cola). Cominciano, inoltre, a svilupparsi progetti per la collaborazione anche nella prototipazione e nella progettazione dei prodotti (es. CNH Industrial).

Organizzazione

Il secondo ambito di applicazione riguarda l’Organizzazione (42%), in particolare con applicazioni legate alla formazione della forza lavoro interna all’azienda (es. Enel, Edison), con le tecnologie XR che offrono un ambiente sicuro e controllato per la formazione del personale, consentendo di simulare situazioni complesse e ridurre i rischi associati alla formazione pratica. Un’altra tipologia di progetti particolarmente sviluppata riguarda la creazione di spazi per la collaborazione (es. Ferroli, Ospedale Gemelli di Roma), offrendo un ambiente virtuale in cui i team possono collaborare in tempo reale, consentendo una comunicazione più efficace e una condivisione immediata delle idee. Infine, un altro utilizzo di queste tecnologie in ottica organizzativa riguarda i processi di selezione (come ad esempio la possibilità di svolgere colloqui in ambienti virtuali), o onboarding dei nuovi ingressi, per consentire loro di familiarizzare fin da subito con i luoghi di lavoro e i colleghi (es. Pwc, Accenture).

Marketing&Sales

Il terzo focus è il Marketing&Sales (14%) con progetti che si suddividono tra il supporto alla forza vendita e l’arricchimento dell’esperienza agli eventi (es. Iveco, Bosch), come ad esempio le fiere di settore. Le aziende possono utilizzare queste tecnologie per creare esperienze immersive per i clienti, consentendo loro di visualizzare, interagire e testare i prodotti in modi innovativi prima dell’acquisto.

Da ultimo, sono stati individuati pochi casi di Logistica (1%), in cui l’obiettivo è una migliore pianificazione e del layout degli spazi all’interno di un nuovo impianto, attraverso la progettazione della disposizione dei vari macchinari (es. FCA).

La prospettiva futura dell’XR e del metaverso nell’industria

Nonostante le sfide, l’adozione dell’Extended Reality e del metaverso nell’industria è destinata a crescere rapidamente nei prossimi anni. Se fino al 2020, a causa, in particolare di un’offerta tecnologica non ancora pienamente pronta (es. tecnologia immatura o troppo costosa), i progetti sviluppati sia nel B2c sia nel B2b/B2e erano prevalentemente stand-alone, ossia non integrati nei sistemi aziendali, e con obiettivi generici, negli ultimi anni l’approccio delle aziende è diventato più consapevole e strutturato, portando in diversi casi a ottenere a significativi benefici sia di efficacia (aumento di ricavi) sia di efficienza (riduzione dei costi). Nell’industria le tecnologie adottate, ad esempio, hanno avuto impatti su diversi ambiti: in ambito manutenzione hanno ridotto i costi delle trasferte, permettendo anche a operatori meno esperti di intervenire su macchinari sofisticati; in ambito produzione hanno diminuito gli errori con un aumento della produttività dell’impianto; in ambito formazione hanno aumentato l’efficacia del processo di apprendimento (riducendo di conseguenza le ore e i costi per queste attività).

Conclusioni

In conclusione, l’Extended Reality e il Metaverso rappresentano una nuova frontiera per l’innovazione, anche in contesti business e industriali. Sfruttando appieno il potenziale di queste tecnologie, le aziende possono trasformare i loro processi, migliorare le prestazioni e creare esperienze utente fino a prima non realizzabili. Tuttavia, è essenziale affrontare le sfide in modo proattivo e strutturato per garantire risultati tangibili.

Note


[1] Osservatorio Extended Reality & Metaverse, 2024

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 2