digitale e salute

Visual storytelling in sanità: quanto può far bene il potere dell’immagine

Il racconto fa parte del codice linguistico universale che tutti noi adoperiamo fin da bambini. Quando ascoltiamo una storia le nostre barriere cadono, le resistenze si annullano. Molte sono le realtà che hanno adottato questo codice narrativo per entrare in connessione con i pubblici di riferimento. E le aziende sanitarie?

16 Mag 2022
Giulia Simeone

content editor e social media manager, Fabricamente

Immagine che contiene testo, esterni Descrizione generata automaticamente

Anche per i brand – e non solo – è oggi di primaria importanza avere la capacità di creare contenuti narrativi. È in questo scenario che ha preso sempre più piede lo storytelling, anche in ambito sanitario.

Questo perché, come spiega Andrea Fontana, tra i massimi esperti di storytelling in Italia, viviamo nell’era narrativa e trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in una dimensione onlife, un content continuum dove gli utenti interagiscono e vengono influenzati costantemente da contenuti visivi, fotografici, cartacei, visuali e digitali. Una dimensione che le aziende non possono ignorare se vogliono entrare in connessione con i propri pubblici di riferimento.

Storie di pazienti, raccontate bene: ecco perché aiuta la Sanità

Visual storytelling e sanità

Anche il mondo della Sanità, dunque, ha compreso l’importanza di mettere al centro della propria narrazione i pazienti e i loro bisogni. Ma non solo. Per entrare in connessione con i propri pubblici ed avviare una relazione di fiducia è fondamentale mostrare il lato umano dell’azienda.

WHITEPAPER
Il modello Connected Care: come funziona, le sfide e i vantaggi, come implementarlo
Sanità
Pubblica Amministrazione

Da cosa nasce questa esigenza? Spesso le persone tendono a percepire la struttura sanitaria come un luogo freddo e distaccato. Un ambiente nel quale l’informazione scientifica ha il sopravvento, anche a discapito della sfera umana ed empatica. Eppure, al centro della mission di una struttura sanitaria come di un medico ci sono sempre loro: i pazienti e i loro bisogni di cura. Molte sono le strutture sanitarie che hanno compreso il potere e l’efficacia del visual storytelling e lo impiegano per avvicinarsi ai propri pubblici. Quali sono i temi che toccano maggiormente la sfera emozionale delle persone e che vengono impiegate anche strutture sanitarie? Vediamo insieme qualche esempio.

Umanità

Columbia Memorial Health 2020 Virtual Gala

Il video del Columbia Memorial Health 2020 Virtual Gala

Il Columbia Memorial Health è una struttura sanitaria che spesso viene presa come esempio quando si parla di comunicazione efficace. Al centro della narrazione della struttura ci sono sempre loro: i pazienti.

Ma abbiamo parlato anche di umanizzazione dell’azienda. E il Columbia Memorial Health lavora molto anche su questo aspetto. In questo video pubblicato su Youtube mostra proprio ciò: il lato umano dell’azienda e il grande valore e impegno che tutti i professionisti e collaboratori che vi lavorano impiegano. Ogni giorno e nei periodi più difficili, come durante la pandemia Covid – 19.

Il lieto fine

Taking Off | UCHealth

La storia di Tonya Trostel presso il UCHealth University of Colorado Hospital

Di fronte ad una storia di dolore, paura e sofferenza le persone hanno bisogno di ritrovare compassione, speranza, il lieto fine. E la storia di Tonya ha tutto questo.

Tonya è una runner, una madre, una sopravvissuta alla placenta accreta. Sul sito dell’UCHealth viene raccontata la sua storia attraverso un racconto narrativo fatto di immagini che spiegano cosa è accaduto a Tonya. Una donna che viene da una famiglia numerosa e che si è sempre immaginata madre di tanti figli. Una donna che per sfuggire alle limitazioni di un piccolo paese si è rifugiata nello sport dando tutta se stessa alla corsa. Una donna che dona la vita alla sua bambina e sconfigge la morte prendendosi con forza, coraggio e determinazione il suo lieto fine. In un video di pochi minuti ecco che UCHealth University of Colorado Hospital racconta tutto questo.

Coraggio

Patient Story: Boone is #RedefiningPossible

La storia di Boone Bartlome: Craig Hospital

Boone ha sedici anni ed è una stella nascente del football. Talentuoso e determinato, durante una partita subisce un infortunio che gli provoca la lesione del midollo spinale e una paralisi. Un giovane eroe che, ancora acerbo, cade e subisce una ferita da cui anche i più maturi avrebbero difficoltà a risollevarsi. Ma Boone non è solo: ha la sua squadra di football, la sua famiglia, i medici e i fisioterapisti dell’ospedale, gli altri pazienti e compagni di viaggio che, come lui e insieme a lui, affrontano con coraggio e senza paura la malattia.

Ispirazione

SickKids VS: Undeniable

La Campagna di raccolta fondi di The Hospital for Sick Children – Toronto

L’ospedale pediatrico di Toronto ha realizzato nel 2016 la campagna SickKids vs: Undeniable. I protagonisti della narrazione, i bambini, non sono rappresentati come indifesi o bisognosi di cura. Sono dei guerrieri: bambini che si trasformano in eroi di film di animazione, duellanti, pesi massimi che con la loro forza e determinazione lottano contro i loro nemici: la morte, la malattia, il tempo.

La loro storia, la storia di tutti

La storia di Tonya, di Boone, dei bambini del The Hospital for Sick Children è la storia di ognuno di noi. Ci riconosciamo nella tenacia e nella determinazione di Tonya, pronta a tutto per ottenere il suo lieto fine. Abbiamo vissuto, proprio come Boone, la consolazione di ricevere in un momento di sconforto il sostegno da parte di una persona a noi cara. Abbiamo sfidato le nostre paure e cercato di superare i nostri limiti, a volte immaginandoci di essere dei guerrieri, proprio come i bambini del The Hospital for Sick Children.

Le cadute, le ferite, gli ostacoli da superare per ottenere la nostra personale felicità accomunano tutti noi. Per questo oggi il visual storytelling è uno strumento così potente. Consente ai brand di raccontarsi e di toccare in modo profondo e autentico le corde emozionali dei propri pubblici di riferimento.

WHITEPAPER
Sanità: quali le applicazioni di AI in radiologia, oncologia e cardiologia?
Intelligenza Artificiale
Sanità
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3