Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore responsabile Alessandro Longo

l'appunto

Cybersecurity, Baldoni: “Il piano dell’Italia avanza troppo piano”

di Roberto Baldoni, Sapienza di Roma

14 Nov 2017

14 novembre 2017

La cybersecurity nazionale italiana si sta muovendo, succedono cose certo positive, ma troppo, troppo lentamente. Soprattutto se guardiamo a cosa fanno altri Paesi europei, che sembrano in un’altra dimensione, quanto a impegno. Molti notano con apprezzamento, all’estero, il particolare rapporto di collaborazione che in Italia si è instaurato tra il mondo della ricerca (di cui il nostro laboratorio) e l’intelligence, che guida l’architettura cyber nazionale.

Roberto Baldoni

keyboard_arrow_right

Tuttavia vedo che in Germania la cancelliera Merkel si è impegnata in prima persona per lo sviluppo della cybersecurity nazionale. Ha fatto nascere tre istituti di ricerca da 600 persone l’uno, che sviluppano competenze e workforce – proprio quelle che servono e che da noi scarseggiano. Gli istituti fanno “calcio mercato”, anche in Italia cercando di accaparrarsi oltre a ricercatori e docenti anche i migliori studenti attraverso una campagna di reclutamento massiccia.  Investono su studenti di laurea in cybersecurity pagandogli gli studi e proponendogli uno stipendio mensile. Agli studenti di dottorato di questi istituti viene pagata la retta per fare un dottorato congiunto con Stanford, con l’impegno, per i ragazzi e le ragazze che ne beneficiano, poi di restare a offrire la propria opera nel proprio Paese per un certo numero di anni.

Questo permetterà in relativamente pochi anni di raggiungere quella workforce necessaria per soddisfare i bisogni del paese e delle sue infrastrutture critiche. Anche se è complesso in Italia pensare a una mobilizzazione di risorse simile a quella tedesca, un livello simile di impegno di sistema, il committment Paese, sui temi di cybersecurity, è quello che serve anche nel nostro paese.

 

 

Articoli correlati