Sfera pubblica 3.0

Oltre le echo-chambers: così i corpi intermedi possono ripensarsi nel metaverso

L’IA nei social si traduce nelle echo-chambers, le camere dell’eco in cui sono ammesse solo informazioni affini alle proprie convinzioni. I corpi intermedi sono quindi chiamati a ripartire da saggezza e cultura, on e offline, per nuove rappresentazioni nella società 3.0: i dettagli

05 Ott 2022
Simona Romiti

Change agent Senior Advisor in Programmi ed ecosistemi europei

echo-chamber

L’Intelligenza artificiale ha trasformato i luoghi del dibattito pubblico e della libertà di espressione introducendo nuove sfere di costruzione dell’opinione pubblica, le echo-chamber. Dentro le echo-chamber, la democrazia rappresentativa è legittimata dalla base popolare delle opinioni, l’affinità delle opinioni è regolata da un algoritmo capace di raccogliere, registrare e far circolare contenuti contagiosi, un “significato” basato su elementi calcolistici e additivi della rappresentazione.

Social media e teorie del complotto: perché si diffondono e come vaccinarsi

Le piattaforme social agiscono come neo-intermediari socio-tecnologici, mettendo in evidenza la debolezza delle tradizionali formazioni sociali. In un mondo OMO “Online-Merge-Offline”, i corpi intermedi sono chiamati ad ampliare la pluralità del mondo associativo dentro nuove pratiche di comunità popolate da ologrammi e avatar.

Echo chamber: cosa sono e perché sono rilevanti nel dibattito pubblico

Le echo chamber (camere d’eco) possono definirsi spazi digitali di risonanza, omogenei e chiusi, iperrealtà auto-referenziali dove le opinioni vengono costruite e acutizzate dalla trasmissione e indicizzazione delle sole informazioni ammesse all’ingresso, coerenti con le proprie convinzioni.

WHITEPAPER
Data Quality, come ottenere dati affidabili per il Marketing e le Vendite
Big Data
Marketing

L’algoritmo polarizza quantità di dati-parole-simboli che creano senso di appartenenza a un gruppo con un’espressione prevalente dello stato d’animo dell’individuo e/o del suo umore. L’algoritmo asseconda l’individualismo ogni oltre ogni ragionevole “performatività” e fantasia. L’echo chamber circonda l’individuo di medesimezza.

Le echo-chamber sono assimilabili alle Polis nella loro dinamica identitaria ed escludente di polites con contenuti e dinamiche relazionali diverse.

I rischi legati alla mancata presa di coscienza della pervasività delle echo-chambers sono stati già enunciati da Byung Chul Han quando, estremizzando il protagonismo digitale, afferma che “le masse, che un tempo potevano organizzarsi in partiti e associazioni ed erano animate da un’ideologia, si frantumano ora in sciami di singoli chiassosi, ossia negli isolati hikikomori digitali, che non costruiscono più uno spazio pubblico e non partecipano ad alcun discorso pubblico”.

I corpi intermedi possono ripartire da saggezza e cultura online

Da uno studio condotto da Ipsos per Fondazione Astrid e Fondazione per la Sussidiarietà del 2021, è emerso che il 70% degli italiani attribuisce ai corpi intermedi un ruolo decisivo per uscire dall’emergenza sanitaria e nella fase di ripartenza del Paese e che 1/3 degli italiani è iscritto ad associazioni, ordini professionali, movimenti, partiti.

Dallo stesso studio, è emerso che i social sono sopravvalutati nella possibilità di sostituire in tutto o in parte i tradizionali corpi intermedi.

Rilevazione che denota uno stato di salute dell’associazionismo tradizionale di gran valore etico, ma non bilancia questa informazione con il proliferare di aggregazioni digitali basate su algoritmi di AI debole che creano nuovi miti e nuovi riti collettivi.

Nel 2022 la popolazione attiva sui social- on boarding- è aumentata del 5,7%, pari a 43 milioni di persone, il tempo trascorso su internet è di 6 ore, gli utenti dei social media sono l’83% del popolo internet, e il 32% degli italiani usa internet per condividere le opinioni mentre il 15% segue video di influencer.

Lo stato moderno e i corpi intermedi possono ripensare ai propri pesi e contrappesi di auto-regolazione partendo dalle tre dimensioni di mediazione di Garnham: ovvero, rafforzando la saggezza della dimensione dell’agente-intermediario umano, la cultura del contenuto-sistema di rappresentazione simbolica, e agendo sulla disponibilità di tecnologie “sussidiarie”.

Il presente del futuro ha bisogno di saggezza e di cultura. Le formazioni sociali della media life devono ripartire da una cultura e da una saggezza digitale. Saggezza nel comprendere quali istituzioni sono capaci di misurare, prevenire e anticipare i cambiamenti repentini a cui ci espone l’AI, dischiudere l’uno-tutto analogico-digitale delle reti; progettare percorsi di partecipazione che sappiano coniugare il passato con il futuro e democratizzare il sapere e la conoscenza.

C’è bisogno inoltre di Cultura. Anche gli algoritmi hanno bisogno di cultura, capace di definire un indirizzo su come muoversi verso orizzonti attuabili, escludere versioni troppo individualistiche o totalitaristiche di rappresentanza, stabilire un equilibrio tra l’urgenza del momento e la visione di lungo termine.

Mentre la ricerca sull’ intelligenza artificiale generale è alle prese con il design del Learning Agent Triangle (architettura, obiettivo, algoritmo di ottimizzazione), tre dimensioni condizionate dalle risorse computazionali, gli Stati democratici moderni e le organizzazioni multilaterali sono chiamati a disegnare dentro le reti una nuova architettura di organizzazioni intermedie partendo dalla civitas.

Una civitas costruita e istituzionalizzata su valori e principi propri delle democrazie liberali che metta insieme attitudini e pratiche condivise, coltivabili sia in ambiente fisico che digitale, riconoscibile da una legge tradizionale e da una consuetudine del mondo digitale.

Conclusioni

Le generazioni più popolosa delle echo-chambers 2.0 sono la Net generation e, a seguire, gli old boomer. La registrazione dei loro dati come materia prima e il rapporto diretto tra evoluzione tecnologica della piattaforma e riconfigurazione della presenza sociale dentro questi spazi digitali sono caratteristiche fondanti della network society.

Le nuove generazioni di cittadini digitali sono principalmente la social e selfie generation (generazione zeta) e la generazione alpha, che per il 2025 conterrà 2 miliardi di persone. Il flusso relazionale è espresso con neologismi come Goat-Greatest Of All Time ed emoji flame.

Sono sempre connessi, i loro ologrammi e/o avatar saranno i polites di Comunità di Pratica (CoP) del metaverso, governabili da meta-nazioni digitali. Questa evoluzione solleva la domanda di nuove rappresentazioni e nuovi livelli di sussidiarietà delle formazioni sociali 3.0, organizzazioni più prossime a dinamiche, spazi e civitas digitali.

La tecnologia d’IA è general purpose, il suo beneficio dipende dall’uso che ne facciamo, al pari del farmaco, la sua affidabilità sociale e rappresentativa sarà tanto più inclusiva e plurale quanto più le buone pratiche dei corpi intermedi tradizionali sapranno contaminare le echo-chambers 2.0

___________________________________________________________________________________________

Bibliografia

  • D. Sisto, “Porcospini digitali. Vivere e mai morire online”, Bollati Boringhieri, 2022
  • Byung-Chul Han, “Nello sciame. Visioni del digitale”, nottetempo, 2021
  • H. Nowotny, “Le macchine di Dio. Gli Algoritmi predittivi e l’illusione del controllo”, Luiss, 2022
  • G. Bottalico, V. Satta, “Corpi intermedi, una scommessa democratica”, Ancora.
  • A. Colamedici, M. Gancitano, “L’alba dei nuovi dei. Da Platone ai big data”, Mondadori, 2021.

WHITEPAPER
Efficienza energetica nei processi produttivi: scopri come, grazie a Digitalizzazione e AI
Intelligenza Artificiale
IoT
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4