Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

La soluzione

Malattie professionali, come funziona il progetto digitale Inail

Progetto INAIL per digitalizzare il processo di valutazione dei rischi e la trattazione di pareri relativi al riconoscimento o meno delle malattie professionali. Prevista anche l’abilitazione di un Fascicolo Sanitario INAIL che integrerà quelli regionali mediante la centralizzazione del dato e l’indicizzazione semantica

18 Dic 2017

Paola Olivares

Osservatorio Fatturazione Elettronica & eCommerce B2b, Politecnico di Milano


Malattie professionali, come riconoscerle, valutare correttamente i rischi e trattare i pareri tecnici? Inail (Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro) ha messo in campo una soluzione che serve proprio a questo.

Si tratta del progetto “Digitalizzazione della trattazione dei pareri malattie professionali” realizzato in collaborazione con Dedagroup e IBM. I destinatari del servizio sono i professionisti Contarp (Consulenza Tecnica Accertamento Rischi e Prevenzione), i medici e gli amministrativi Inail, che sono stati attivamente coinvolti nella definizione delle funzionalità implementate dalla soluzione.

La soluzione – attivata presso le sedi centrali e regionali Contarp e le aree medico-legali delle sedi provinciali Inail –  mira a digitalizzare il processo di valutazione dell’esposizione ad agenti di rischio e la trattazione di pareri tecnici relativi al riconoscimento o meno delle malattie professionali denunciate all’Inail . Nell’ambito della valutazione di un caso medico relativo a una denuncia di malattia professionale, un medico può richiedere ai professionisti Contarp un parere sull’esposizione a determinati agenti di rischio, così da poter definire il nesso causale tra lavoro e malattia. Il ricorso a cognitive computing e machine learning per analizzare il grande patrimonio informativo di Inail permette di gestire con maggiore efficacia, uniformità e in tempi più rapidi le prestazioni legate alle malattie professionali.

Il sistema assume così anche una funzione di supporto alla capacità di Inail di disegnare strategie di prevenzione che, grazie all’analisi dei trend di insorgenza delle malattie professionali, sono rese maggiormente efficaci. In aggiunta, il progetto prevede l’abilitazione di un Fascicolo Sanitario Inail  (di carattere nazionale) che potrà, grazie a convenzioni stipulate con le ASL, integrare i fascicoli sanitari a livello regionale mediante la centralizzazione del dato e la sua indicizzazione semantica.

Il nuovo sistema Contarp pareri malattie professionali vuole proporre, quindi, uno strumento per la gestione digitale del processo di redazione dei pareri, che garantisca l’integrazione costante tra i vari sistemi attivi, sia relativamente allo scambio dei flussi informativi sia relativamente allo scambio dei documenti gestiti. A tal fine, il sistema realizzato è stato progettato per integrarsi nativamente con i principali sistemi Inail quali: l’Anagrafica Unica, il sistema centralizzato per la generazione dei documenti, il sistema di profilazione, il single sign-on, il sistema di protocollo, il sistema di firma digitale, il sistema di conservazione sostitutiva.

La soluzione consiste in:

  • motore di Workflow – realizzato con architettura SOA in tecnologia Java Enterprise, per la gestione del ciclo di vita della richiesta del parere sulle malattie professionali non tabellate, che realizza la comunicazione automatica tra i tre principali sistemi Inail istituzionali: la Cartella Clinica Medico-Legale in uso ai medici Inail, il sistema di Gestione Rapporti Assicurativi con gli Infortunati in uso agli amministrativi delle sedi Inail e il sistema in uso ai professionisti Inail della sezione Contarp;
  • il servizio di gestione del pool di professionisti e la redazione del parere sulle malattie professionali, integrato con il Workflow: tale servizio è stato realizzato in tecnologia Java Enterprise, facendo uso di editor di testo web avanzati;
  • il sistema cognitivo sui pareri emessi che viene alimentato centralizzando e indicizzando il dato Inail attualmente distribuito su sistemi eterogenei e permette anche un recupero dei pareri pregressi.

La soluzione mette in comunicazione diretta i medici Inail e i consulenti Contarp di Inail, semplificando e ottimizzando il servizio di erogazione delle prestazioni legate alle malattie professionali. Contribuisce ad abilitare il dialogo interno e la condivisione dell’intero patrimonio multidisciplinare di conoscenze e di professionalità di Inail, rendendolo maggiormente visibile e fruibile. Un elemento questo che non soltanto consente di ottimizzare i processi di riconoscimento della Malattia Professionale, e di attuare efficaci strategie preventive, ma anche di elevare Inail a Ente in grado di fornire all’ecosistema Sanità del Paese informazioni utili al miglioramento delle prestazioni offerte agli assistiti.

Il progetto apporta benefici a vari livelli. In primo luogo, per l’assicurato, i vantaggi sono rintracciabili in pareri e prestazioni che tengono conto della condivisione del patrimonio conoscitivo e informativo nazionale, così come in pratiche di indennizzo più veloci. Per Inail, il sistema assicura la possibilità di fare prevenzione attraverso l’analisi dei trend di insorgenza delle malattie professionali e di offrire al SSN un patrimonio informativo integrativo sulla vita lavorativa degli assistiti utile, in una prospettiva più estesa, al miglioramento dei servizi offerti ai cittadini. Guadagni in termini di efficienza sono perseguiti tramite la strutturazione e la centralizzazione dei dati e attraverso la separazione delle responsabilità delle singole componenti, raggiungendo un elevatissimo livello di integrazione dell’intero sistema all’interno dell’ambiente tecnologico Inail. Infine, la soluzione, basandosi sulla standardizzazione di tutte le fasi del processo mediante l’introduzione di variabili di audit e log di sistema, assicura il monitoraggio continuo e l’individuazione di metriche utili alla verifica. Ciò garantisce, in ultima istanza, il miglioramento del processo stesso e una maggiore trasparenza nei confronti del cittadino.

Articoli correlati