strumenti

Tecnologie in Sanità, ecco tre prodotti innovativi di provata efficacia

Strumenti che collegati a smartphone possono fare ecografie o elettrocardiogrammi in costante collegamento con il medico. Una pillola con sensori per la salute mentale. Ultimi esempi di innovazioni reali e di affidabilità dimostrata da studi clinici

05 Feb 2018
Eugenio Santoro

Responsabile del laboratorio di informatica medica, Dip. di Salute Pubblica IRCCS, Istituto di Ricerche Farmacologiche “Mario Negri”

medical_291014270

Le aziende che producono strumenti tecnologici in grado di incidere sulla nostra salute e sulle nostre malattie sembrano finalmente aver capito che non è sufficiente realizzare un prodotto, seppur tecnologicamente avanzato, ma a questo devono seguire studi clinici approfonditi in grado di garantirne l’affidabilità.

Infatti, solo alla fine di un percorso che termina con una certificazione da parte di un ente regolatorio, lo strumento realizzato può avere buone possibilità di porsi (e imporsi) sul mercato. Le aziende americane sono particolarmente attente al fenomeno, come dimostra il numero sempre più elevato di prodotti tecnologici che esse sottopongono alla Food and Drug Administration perché siano certificati e classificati come dispositivi medici. E anche la Food and Drug Administration, a differenza di quanto accade per le omologhe istituzioni europee, mostra una particolare sensibilità su questi argomenti, come dimostrano le recenti certificazioni riconosciute ad applicazioni davvero all’avanguardia.

Gli esempi di tecnologie

Lo dimostra il recente caso di KardiaBand, il primo accessorio per dispositivi medici prodotto da AliveCor (una società fondata da Vic Gundotra, ex direttore di Google+), approvato dalla Food and Drug Administration per l’uso con Apple Watch e venduto negli Stati Uniti al prezzo di 199 dollari. Un sensore inserito nel dispositivo misura la frequenza cardiaca ogni cinque secondi e indica agli utenti che lo indossano quando i valori sono fuori dai valori consentiti, invitandoli a eseguire, tramite un altro sensore allocato nel braccialetto, un elettrocardiogramma (ottenuto in 30 secondi), che può essere visualizzato sul display dell’Apple Watch ed inviato automaticamente al medico o al cardiologo. La particolarità dello strumento è che attraverso una rete neurale e algoritmi di intelligenza artificiale di cui dotato, è in grado di analizzare la frequenza cardiaca di chi lo indossa in base alla sua storia e ai dati cardiovascolari raccolti da persone malate e sane (personalizzando così il concetto di anormalità) e di predire con un certo anticipo il manifestarsi di malattie come la fibrillazione atriale e l’ictus. D’altra parte, quello cardiovascolare è un ambito nel quale anche la Apple sta massimizzando la sua attenzione. I suoi sforzi si sono concentrati sul recente progetto Apple Heart Study, uno studio nato in collaborazione con la Stanford Università per raccogliere dati sui ritmi cardiaci degli utenti che possiedono un Apple Watch in modo da poter individuare le persone con aumentato rischio di incorrere nelle principali malattie cardiovascolari.

dIGITAL TALK
Droni, AI, Machine Leraning: l'esperienza di Terna sulla transizione energetica

Un altro recente caso è quello di Butterfly Network IQ, un piccolo dispositivo che trasforma lo smartphone in strumento per eseguire ecografie. Lo strumento ha di recente ricevuto la certificazione dalla Food and Drug Adminitration per 13 diverse applicazioni, comprese quelle per misurare la funzionalità del cuore, quelle fetali e ostetriche, e quelle relative ai problemi all’apparato muscolo scheletrico. L’apparecchio funziona con una tecnologia diversa da quella degli ecografi tradizionali. In questo caso delle micromacchine generano un’onda sonora che colpisce il corpo, il cui rimbalzo viene poi analizzato da un sistema di intelligenza artificiale. Tutti i controlli e il salvataggio dei dati sono affidati allo smartphone a cui il sistema è collegato.

Gli studi condotti dimostrano una qualità dell’immagine paragonabile a quella degli ecografi professionali, ma con costi molto più contenuti (circa 2.000 dollari; la commercializzazione avverrà a partire dall’inizio del 2018). La Food and Drug Administration ha per ora limitato il suo impiego solo ai medici e in contesti ospedalieri, anche se, come è facile intuire, potrà trovare presto impiego anche tra altri medici che operano al di fuori delle strutture ospedaliere.

Non è la prima volta che strumenti del genere sono stati certificati come dispositivi medici dalla Food And Drug Administration, come dimostra il via libera dato a partire dal 2011 alla start-up Mobisante per una dei primi ecografi basati sugli smartphone.

È invece la prima volta che la Food And Drug Administration concede l’autorizzazione alla vendita alle “pillole digitali”. Si tratta di pillole che includono, oltre al farmaco, un sensore, assimilabile dal corpo umano, in grado di segnalare se una pillola è stata ingerita o meno. Il sensore, contenente rame, magnesio e silicio (ingredienti sicuri già presenti negli alimenti), genera un segnale elettrico quando entra in contatto con i liquidi presenti nello stomaco. Dopo diversi minuti, il segnale viene rilevato da un apposito cerotto che deve essere opportunamente indossato dal paziente. Tramite bluetooth, il cerotto invia a una specifica app installata sullo smartphone del paziente la data e l’ora di assunzione del farmaco insieme ad altri parametri che misurano la sua attività, che possono così essere inviati, insieme ad altre informazioni inserite dal paziente tramite la stessa app in un database a cui possono accedere i medici e le altre persone che sono state autorizzate.

La pillola appena approvata, denominata Abilify MyCite, è nata da una collaborazione tra Otsuka, il produttore del farmaco (in questo caso si tratta del farmaco psicotico Abilify) e Proteus Digital Health, una società californiana che ha creato il sensore. Sebbene nata in un contesto psichiatrico, l’uso della pillola digitale è in corso di studio anche per curare altre patologie come quelle cardiovascolari, l’ictus, l’HIV e il diabete. Le potenzialità di questa tecnologia sono enormi e includono il monitoraggio della aderenza al trattamento (si stima che metà dei pazienti a cui è stata prescritta una terapia farmacologica non la assume correttamente o non la assume affatto), il possibile monitoraggio di pazienti post-chirurgici per sapere se hanno assunto troppi farmaci oppioidi, e quello dei partecipanti alle sperimentazioni cliniche per sapere se hanno assunto correttamente farmaci in fase di test.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati