le iniziative

PA, formazione leva critica per spendere bene i fondi del PNRR: progetti e proposte

La pandemia ci ha fatto capire quanto la Pubblica amministrazione sia un fattore indispensabile per il corretto funzionamento della nostra società. Ma per gestire al meglio i fondi del PNRR servono personale e competenze. Formazione, riqualificazione professionale, educazione sono pertanto delle sfide centrali per il futuro

24 Mar 2022
Giorgio Fossa

Presidente di 24ORE Business School

Responsabile transizione digitale

La Pubblica Amministrazione in questi anni è stata spesso oggetto di critiche. Cittadini, imprese, media ne hanno sovente criticato le lentezze, la farraginosità e la scarsa efficienza. Ci siamo abituati a pensare la PA in un’ottica esclusivamente negativa, a considerala più uno ostacolo allo sviluppo e al progresso del Paese, che una risorsa fondamentale.

La pandemia ci ha fatto capire quanto essa, al contrario, rappresenti un fattore indispensabile per il corretto funzionamento della nostra società. Un servizio della PA che si blocca a causa del Covid 19 non produce solo un danno economico, ma sociale, perché viene meno quell’imprescindibile collegamento tra cittadini, istituzioni e imprese.

Competenze digitali nella PA: i problemi da risolvere per avere servizi di qualità

Gestire i fondi del PNRR: le sfide

La PA, tanto più nell’era digitale, è un link, una Rete che connette persone, risorse, opportunità. Un link da cui passa il futuro del Paese: lo vediamo bene se pensiamo al ruolo fondamentale che, a tutti i livelli, nazionale e locale, giocherà per l’attuazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

WHITEPAPER
Coinvolgi i tuoi dipendenti con una formazione che guardi alle loro esigenze, ecco come!
Risorse Umane/Organizzazione
Competenze Digitali

Il nostro Paese riuscirà a gestire i fondi? Nell’arco di tempo compreso tra il 2021 e il 2027 l’Italia dovrà spendere oltre 300 miliardi di euro di risorse tra quelle rese disponibili dal PNRR e dai Fondi Strutturali 2021 -2027. Si prevede dunque, per i prossimi nove anni, una capacità di spesa pari a 30 miliardi all’anno, che è dieci volte superiore rispetto a quella mostrata negli ultimi sette anni (circa tre miliardi l’anno di Fondi Strutturali), come risulta dai dati diffusi dal report annuale di Forum PA.

E non sono infondate le preoccupazioni rispetto alle capacità di spesa degli enti locali, i quali giocano un ruolo importante nell’ambito del PNRR, che destina loro 66 miliardi di euro. Nelle settimane scorse il Sindaco di Bari e Presidente dell’Anci Roberto De Caro denunciava come nelle amministrazioni locali, in particolare nei Comuni del Meridione, manchino sia personale che competenze, mentre i bandi per assumere gli oltre tremila professionisti necessari rischiano di non avere il successo sperato.

È uno scenario che conferma quanto sia indispensabile contribuire all’avanzamento e al miglioramento della Pubblica Amministrazione. Una partita che non passa solo dall’assumere nuove professionalità, ma anche dalla formazione.

Un progetto per la formazione dei dipendenti pubblici

Per questo, come 24ORE Business School, in Valle D’Aosta, in collaborazione con Confindustria e Celva, abbiamo lanciato un progetto virtuoso per formare duecento dipendenti pubblici, affinché siano in grado di gestire i fondi del PNRR nel modo più efficace possibile per le imprese e i cittadini.

La Valle D’Aosta è stata la prima regione italiana a sposare questo tipo di iniziativa, dimostrando lungimiranza. Credo che sia un approccio che risponde concretamente alla visione delineata dal Ministro della Pubblica Amministrazione Renato Brunetta che nella presentazione del Piano Strategico “Riformare la PA, Persone qualificate per il Paese”, ha insistito sull’importanza della formazione all’interno della PA.

In particolare, considero centrale il passaggio in cui sottolinea di “individuare nelle persone, prima ancora che nelle tecnologie, il motore del cambiamento”. E per questo riteniamo fondamentale sin dalla nostra fondazione formare una classe manageriale in grado di migliorare lo sviluppo economico del nostro Paese.

Costruire nuove professionalità

Formazione, riqualificazione professionale, educazione rappresentano una delle sfide centrali per la nostra società. Viviamo in un contesto non solo sempre più complesso, ma ibrido, dove le competenze si contaminano e incrociano con una velocità mai sperimentata prima. Alle imprese come alla Pubblica Amministrazione occorrono figure esperte di big data, intelligenza artificiale, le nuove tecnologie del metaverso. Costruire professionalità di questo tipo e immaginare quelle del prossimo futuro richiede un’offerta formativa che superi non solo gli steccati delle singole discipline, ma integri le migliori esperienze, siano esse pubbliche o private.

In uno scenario di questo tipo ritengo sia indispensabile il contributo di tutte quelle realtà impegnate a offrire una formazione di alto livello. Una formazione che abiliti figure in grado di interpretare in modo innovativo le sfide del nostro tempo. Come il PNRR certo, ma consideriamo cosa può significare per un’impresa così come una pubblica amministrazione affrontare un tema come il cambiamento climatico e quante competenze trasversali richieda elaborare strategie e visioni per assicurare un futuro sostenibile al nostro Pianeta.

Guardiamo a quali difficoltà ci ha esposto la pandemia, che ha costretto a un’accelerazione digitale in un numero enorme di ambiti, chiedendo di imparare in pochissimo tempo diverse modalità di lavoro e ancora una volta competenze. Una domanda che spesso non è stata soddisfatta.

Per esplorare rotte inedite nel mondo attuale ci serve pensiero innovativo, ci occorre saper immaginare paradigmi e modelli radicalmente diversi dagli attuali. Un differente abito mentale che possiamo conseguire solo permettendo di accedere ai massimi livelli qualitativi della formazione, sia essa pubblica o privata. Perché non si tratta di competizione, ma di collaborazione, anche con il mondo accademico, per costruire figure che possano assommare quell’indispensabile mix di conoscenze umanistiche, tecnologiche e scientifiche.

Conclusioni

Noi siamo disponibili a mettere tutto il nostro know how e la nostra offerta formativa a disposizione del Piano di Riforma della PA. Per questo è importante che anche le scuole private vengano considerate nell’importante Protocollo di Impresa PA 110 e lode, scuole private che “erogano prestazioni didattiche per la formazione, l’aggiornamento, la riqualificazione e riconversione professionale riconosciute da pubbliche amministrazioni e da enti del Terzo settore di natura non commerciale con le modalità previste per le specifiche attività didattiche e formative, per esempio con l’iscrizione in appositi albi o attraverso l’istituto dell’accreditamento”, recita l’articolo 10, primo comma n. 20 del Decreto (n.633) del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972.

Sono convinto che un’apertura di questo tipo sia fondamentale per offrire una varietà formativa adeguata e allineata ai massimi livelli qualitativi per formare una classe manageriale in grado di migliorare lo sviluppo economico e sociale del nostro Paese. E permetterci di essere pronti ad abbracciare con l’ottimismo della conoscenza il futuro.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4