sanità digitale

Fascicolo Sanitario Elettronico 2.0: l’innovazione che può ridisegnare la Sanità italiana



Indirizzo copiato

Il Fascicolo Sanitario Elettronico 2.0 è un passo fondamentale del PNRR per modernizzare il SSN, con focus su standardizzazione, interoperabilità e integrazione con la telemedicina. Include documenti clinici, taccuino personale e promuove la sicurezza dei dati. Eventi a Roma, Cernobbio e Bari ne approfondiscono il percorso e le sfide

Pubblicato il 18 giu 2024

Sergio Pillon

Coordinatore della Trasformazione Digitale, ASL di Frosinone



fse - fascicolo sanitario elettronico - FSE 2.0

Fascicolo sanitario 2.0: se ne parla da tempo, è uno degli elementi chiave del PNRR, assieme alla Telemedicina uno dei pilastri della riforma del SSN.

Anche dell’infrastruttura tecnologica ne sentiamo parlare da tempo: semplificando molto il concetto, le aziende sanitarie raccolgono i dati degli eventi clinici, li archiviano localmente ma soprattutto nei sistemi regionali – il FSE regionale, un archivio regionale centrale, e questo archivio viene indicizzato a livello nazionale.

Gli elementi chiave sono la standardizzazione dei modelli di archiviazione, dei dati, l’interoperabilità e in particolare l’integrazione con le infrastrutture regionali di telemedicina attraverso la nazionale di telemedicina.

FSE 2.0, il primato del Governo italiano

Non ci sono progetti simili, per ambizione e dimensioni, in tutt’Europa e il progetto del Governo italiano è un assoluto primato, che ci viene riconosciuto in Europa. È evidente che le cose non sono facili, si deve partire dalla standardizzazione dei dati, dall’IT delle aziende sanitarie e delle regioni, dalla formazione. Su questo tema in particolare sono stati aumentati i fondi a disposizione, che ora sono più di 300 milioni di euro, da impegnare in progetti formativi, in particolare in progetti di “formazione dei formatori” all’interno delle regioni. È stato presentato anche il nuovo logo per il FSE la “croce sanitaria” che nasce dai pixel con un tricolore prima di “Elettronico”.

Quello di cui si deve parlare però è la vera novità: il fascicolo passa da essere uno strumento di tipo amministrativo, come era il precedente, a uno strumento di supporto alla cura, di supporto ai clinici.

I documenti inclusi nel FSE 2.0: una panoramica

Quali sono i documenti che dovranno essere caricati, da ciascuna regione, per mano delle aziende sanitarie e di tutti i centri sanitari, inclusi quelli privati? Saranno inclusi nel FSE 2.0, come definito dall’Allegato A del D.M. 7 settembre 2023, i seguenti documenti sanitari:

  • Referto di laboratorio
  • Referto di radiologia
  • Referto di specialistica ambulatoriale
  • Referto di anatomia patologica
  • Verbale di pronto soccorso
  • Lettera di dimissione
  • Profilo sanitario sintetico
  • Prescrizione farmaceutica
  • Prescrizione specialistica
  • Cartella clinica
  • Erogazione farmaci a carico SSN e non a carico SSN
  • Scheda singola vaccinazione
  • Certificato vaccinale
  • Erogazione di prestazioni di assistenza specialistica
  • Tessera portatore di impianto
  • Lettera di invito per screening, vaccinazione o ad altri percorsi di prevenzione
  • Taccuino personale dell’assistito

Oltre ai documenti sopra elencati, FSE 2.0 include, come il precedente, anche un “Taccuino personale del paziente”, che consente ai pazienti di inserire, modificare ed eliminare in modo indipendente i propri dati personali e i documenti del percorso sanitario, compresi i dati provenienti da dispositivi medici e dispositivi indossabili (ad esempio smartwatch e smartphone). È importante notare che le informazioni contenute in questa sezione non sono certificate e devono essere distinguibili dai dati inseriti dagli operatori sanitari. Nel decreto tutti i contenuti da inserire nel FSE sono descritti con schede di dettaglio in modo che siano standardizzati e interoperabili.

FSE per modernizzare la Sanità: il Convegno

“L’innovazione nel sistema sanitario nazionale: il Fascicolo Sanitario Elettronico per modernizzare la Sanità”, nella bellissima cornice delle corsie Sistine, all’interno del complesso ospedaliero dell’ospedale Santo Spirito in Sassia, uno dei complessi ospedalieri più antichi del mondo occidentale per raccontarlo. Successivamente si replica il 20 – 21 giugno 2024 a Cernobbio ed 18 – 19 luglio 2024 a Bari.

È stato organizzato dal Dipartimento per la Trasformazione digitale, in collaborazione con il Ministero della Salute, n evento a Roma il 12-13 giugno per raccontare la nuova “accelerazione” del percorso verso il FSE 2.0. Si tratta di un tema molto complesso, sul piano della tecnologia ma soprattutto dei processi e un incontro tra tutti gli attori istituzionali è stato utile per confrontarsi e approfondire un percorso di cui sono state gettale le basi. È stato presentato il nuovo cruscotto FSE, realizzato da Sogei con uno spazio riservato alla valutazione dell’utilizzo e un altro dedicato ai numeri sull’alimentazione e sui dati caricati.

Il parere dei medici di base sul profilo sanitario sintetico

Dal convegno è emersa la posizione dei Medici di Medicina Generale sul profilo sanitario sintetico: non ne esiste uno solo, statico, si tratta di un documento dinamico, che varia man mano che il paziente fa accertamenti, invecchia.

Ad esempio, le allergie vengono scoperte, le patologie, vengono pian piano diagnosticate; dunque, il profilo sanitario sintetico rischia di essere spesso incompleto, non sempre i pazienti informano il MMG di nuove diagnosi, il profilo nuovo si dovrebbe stratificare sui vecchi, ci sono problemi medico legali irrisolti. Oggi, nell’era del big data e dell’intelligenza artificiale non sarebbe meglio che questa sintesi fosse ricavata direttamente dai dati presenti nel fascicolo e poi, eventualmente, validata dal MMG?

FSE e privacy: le preoccupazioni del Garante

Da parte del Garante Privacy sono emerse criticità, a cui il governo sta provvedendo, anche con azioni legislative, come ha ricordato il sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei ministri con delega all’innovazione tecnologica, Alessio Butti alla chiusura del convegno.

Verso un Fascicolo Socio-Sanitario Elettronico: l’idea per i disabili

Il dottor Pasquadibisceglie, capo dipartimento del dipartimento politiche persone con disabilità ha proposto l’inserimento di ulteriori “voci” nel FSE, che dovrebbe diventare un vero FSSE, fascicolo sociosanitario elettronico. Anche questo stimolo è stato raccolto in chiusura del convegno, il sociale è un tutt’uno, spesso indissolubile con il sanitario. Le persone con disabilità hanno pochi documenti “clinici” ma molti documenti assistenziali non compresi nel data set previsto dal FSE 2.0.

Dall’unità di missione PNRR, rappresentata dal DG Nardini e dalla ex Direzione generale della digitalizzazione del sistema informativo sanitario e della statistica, rappresentata dal DG Lorusso, abbiamo sentito parlare di un FSE 2.1, una revisione in corso di realizzazione che dovrebbe aggiungere ulteriori dettagli e documenti al FSE 2.0 e potrebbe avvicinarlo al FSSE.

La sicurezza è un altro tema chiave di cui si è sempre parlato, assieme alla relativa “insicurezza” causata dalla frammentazione dei dati in tanti piccoli “cloud” variamente gestiti. Oggi si passa attraverso il trasferimento sul cloud nazionale, protetto dalla Agenzia per la Cybersicurezza Nazionale (ACN) della maggior parte delle basi di dati delle aziende sanitarie italiane.

Telemedicina e FSE: l’integrazione necessaria

Si è ovviamente parlato anche di Telemedicina, diciamo da sempre che la televisita, il teleconsulto, la teleassistenza, la teleconsulenza non sono semplici conference call, diventano strumenti di cura quando sono integratiti ed integrabili con i dati clinici del paziente, domani con il FSE, a cui contribuiscono, inserendo i dati dell’incontro clinico e da cui si alimentano, per avere il profilo sempre aggiornato del paziente durante l’incontro clinico on line. Anche il dati del Telemonitoraggio andranno nel FSE.

Conclusioni

Molte altre cose sono emerse ma potranno essere ascoltate nei prossimi eventi di presentazione del FSE 2.0. Sintetizzando il FSE 2.0, tra poco 2.1: adeguamento dei contenuti, per renderlo strumento di cura, sicurezza di accesso e garanzie della privacy, riforma dell’IT delle aziende sanitarie, formazione degli operatori e dei cittadini, cybersicurezza, nuovi processi di visualizzazione dei dati, inclusa l’intelligenza artificiale. In conclusione, dopo aver elencato alcuni degli stimoli presentati non posso far altro che fare i complimenti a Mauro Moruzzi e Maria Immacolata Cammarota, che sono stati i registi dell’incontro per un evento che ha fatto fare un passo avanti verso un FSE nazionale, la strada è lunga e piena di difficoltà ma il dado è tratto.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 4