Fantascienza e datafication

Una resurrezione digitale

Nel film “Transcendence” il protagonista muore, ascende in un aldilà digitale e torna poi a reincarnarsi nel nostro mondo. Non lo guida un Dio padre, ma una tecnologia onnipresente e onnisciente basata su big data e reti neurali che è figlia della neonata e incombente “datification”.

21 Apr 2014
teaser-trailer-transcendence-140420172931

Nelle sale cinematografiche italiane si proiettano in questi giorni due film che – in maniera diversa ma consonante – affrontano il tema del conflitto che si sta preparando tra singole menti umane, intelligenza connettiva e intelligenze artificiali. Conflitto che – secondo le previsioni di tecnici, scienziati e informatici, oltre che di filosofi e sociologi – dovrebbe esplodere inevitabilmente dopo la cosiddetta “singularity”: ovvero subito dopo il momento (forse non lontano) in cui le intelligenze artificiali supereranno per capacità e competenze l’insieme delle menti umane (una curiosità: nel cuore del Nasa Research Park, nella Silicon Valley, è nata un’intera università dedicata a questo tema, la “Singularity University”). Ma sotto il tema della singolarità si nascondono mille altri argomenti, considerazioni, storie, visioni, perfino delle incursioni che vanno dai miti religiosi della resurrezione ai cascami horror dei film di serie B sugli zombie.

Morte e resurrezione di Johnny Depp – Così, nel film “Transcendence” il protagonista, Johnny Deep (uno scienziato che sta mettendo a punto un’intelligenza artificiale da cui sembra scaturire una autocoscienza), viene ucciso come uomo, transita in forma digitale nel cyberspazio, si trasforma in un essere onnisciente e onnipresente e quindi si reincarna nel nostro mondo materiale. Questa sorta di resurrezione viene ottenuta grazie a una intelligenza sovrumana e alla capacità espressa dalle nanotecnologie nella riproduzione di organismi viventi; capacità che viene utilizzata dal Johnny Depp digitale anche per creare un esercito di zombie da lui controllati mentalmente. Richiamo al sublime del mito morte-e-resurrezione da un lato, quindi, e ammiccamento al trash dei morti viventi dall’altro: un ondeggiamento tra riflessioni esistenziali profonde e cadute pacchiane nel trash Hollywoodiano che segna il film, dandoci un primo tempo sublime e un secondo tempo di vuoti e incongruenti effetti speciali.

La datification – Ma qui in questo blog parliamo di scenari complessi e non di critica cinematografica. Quello che voglio sottolineare e sottoporre alle vostre (nostre) riflessioni è il fatto che questi film e in generale queste fantasie diffuse non potrebbero esistere se negli ultimi decenni l’umanità non si fosse addentrata sempre più a fondo nel fenomeno che viene chiamato in maniera sintetica “datafication”. Un termine nuovo che sta letteralmente esplodendo negli ambienti scientifici (siamo passati in un anno da zero a cinquemilamila ricorrenze su Google). Di che si tratta lo spiegano molto bene Mayer-Schönberger e Cukier nel loro libro “Big data” (tradotto in italiano da Garzanti, che lo ha pubblicato lo scorso anno in contemporanea con l’uscita del testo originale in inglese). In sintesi possiamo dire che il fenomeno inedito e travolgente della datification consiste A) nella creazione sistematica, B) nella raccolta e C) nell’analisi di quantità spaventose di dati. Fenomeno reso possibile da fatti diversi ma convergenti: dalla diffusione di hardware e software digitali, dalla creazione di computer sempre più potenti, dalla diffusione di social network e dell’Internet delle cose collegate direttamente tra loro, e dalla messa a punto di algoritmi generativi e di motori semantici di efficacia crescente. Se è vero che la creazione, la raccolta e l’utilizzazione di informazione è alla base stessa dell’essere vivente (e in particolare dell’essere umano), è anche vero che la trasformazione delle informazioni in dati (misurabili e trattabili con algoritmi matematici) risale ad appena pochi secoli fa. E che l’esplosione delle produzioni di dati leggibili attraverso un unico codice (quello binario, digitale) è cosa che parte appena qualche decennio fa e solo ora sta assumendo il carattere di fenomeno globale, che coinvolge non solo i singoli individui e le loro comunità, ma l’intero pianeta.

Il paradigma cognitivo complesso – Importante, per capire e se possibile gestire in qualche modo quella che promette davvero di diventare una singolarità nella storia dell’umanità, una soglia che trasformerà il mondo per come lo conosciamo, è acquisire la consapevolezza che tutto questo origina da un cambiamento profondo di atteggiamento intellettuale: quello che gli specialisti chiamano il nuovo “paradigma cognitivo complesso”. L’atteggiamento culturale per cui, grazie agli studi e alle riflessioni sui sistemi complessi capaci di adattarsi all’ambiente, sulle strutture delle reti complesse, sull’analisi dei big data e sul funzionamento delle reti neurali, abbiamo imparato a relegare l’illusione della linearità, del principio di causa-effetto, del ragionamento razionalista classico, cartesiano, riduzionista e determinista, ai problemi di tipo lineare, come la costruzione di un orologio o di una locomotiva. Abbandonando questo paradigma cognitivo classico quando ci troviamo di fronte a problemi, ambienti, sistemi e organizzazioni che riguardano il vivente, il sociale e l’ecologico. In tutte le loro declinazioni.

“Transcendence” e “Lei” – La datification è figlia e nello stesso tempo generatrice di tutto ciò, in una spirale infinita di cause ed effetti. E ci porta dritti dritti verso il momento singolare in cui una macchina (o una rete di macchine), con la sua intelligenza artificiale, saprà non solo ragionare come e meglio di ciascuno di noi, ma – forse, chissà – potrà vedere emergere dentro di sé una coscienza come quella raccontata nei film che vediamo nella sale cinematografiche in questi giorni. Non solo in “Transcendece”, ma anche nel più sottile, ricco e commovente “Lei”, a cui non per niente Hollywood ha riconosciuto la densità di contenuti dandogli l’Oscar per la migliore sceneggiatura.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati