strumenti per la didattica

App per le STEM in ambito didattico: ecco le più note e usate

Una rapida panoramica delle app più utilizzate e diffuse in ambito STEM, in italiano, rivolte a diverse fasce d’età degli apprendenti e in gran parte gratuite

25 Feb 2022
Carmelina Maurizio

Università degli Studi di Torino

Women_in_STEM_(Wikipedia_Year_of_Science)

Sono numerose e in continuo aggiornamento le app per le discipline STEM in ambito didattico.

Innanzitutto, per chi non fosse necessariamente in ambito educativo e non lo conoscesse, l’acronimo STEM sta per Science, Technology, Engineering and Mathematics, ovvero le discipline scientifico-tecnologiche e i relativi corsi di studio (in italiano è talvolta anche usato l’acronimo STIM, nel quale la “I” di ingegneria sostituisce il corrispettivo inglese).

Più donne nel digitale, che può fare la Scuola per risolvere il gap

Ma andiamo subito al punto, esaminando sinteticamente alcune delle App più note e usate in ambito STEM, tenendo conto che si tratta di un elenco ovviamente non completo, in un settore in un continuo accrescimento, grazie anche al contributo di molti, dagli sviluppatori, agli insegnanti stessi, ai ricercatori.

Le app per la STEM

Le diverse App che saranno brevemente introdotte sono prevalentemente in italiano, si rivolgono a diverse fasce d’età degli apprendenti e in gran parte sono gratuite. L’ordine di introduzione è puramente casuale e al termine di ogni breve descrizione è indicato il sito di riferimento, attivo al momento della redazione di questo contributo.

WHITEPAPER
Ambienti di lavoro smart: ecco una checklist di 7 punti per la MASSIMA EFFICIENZA
Risorse Umane/Organizzazione
Software

Tinybop School

App e portale Tinybop School si basano sull’esperienza e sul concetto che digitalmente si può imparare facendo e osservando. Tinybop School ha una serie di temi che vengono approfonditi con domande, esercizi e test, proprio come una lezione in classe. Studiati come supporto a genitori e insegnanti, i temi, ma anche e soprattutto le immagini colorate, sono ben fatte, con la possibilità di modificare la lingua. Vi sono diverse sezioni, dal corpo umano alle piante, dal clima allo spazio. La grafica è accattivante e c’è uno sforzo collettivo degli sviluppatori per incontrare i bisogni dell’homeschooling e della Didattica a Distanza.

Maggie e il tesoro di Seshat

Per bambine e bambini dai 7 ai 12 anni, questa App è pensata per gli studenti della scuola primaria e secondaria di primo grado. Vi sono dei giochi basati sugli enigmi, creati sulle competenze scolastiche delle classi 3° e 4°, adattabili anche ai più piccoli o approfonditi a livelli più avanzati, anche a livello di scuola secondaria di primo grado. Quando entrano nell’App, un vero e proprio puzzle math game, i giocatori affrontano come in un’avventura la risoluzione di enigmi di difficoltà crescente, che è la chiave per procedere. Piccoli oggetti da collezionare e un museo da allestire motivano sempre più i giocatori a sfidare sé stessi per trovare il tesoro di Seshat, che nell’antico Egitto era la dea della scrittura e dell’aritmetica. Il suo nome significa La Scriba, ma era conosciuta anche come Signora delle Stelle e Bibliotecaria Celeste. Cercare il suo tesoro equivale a inseguire la propria inclinazione per la matematica, la lettura e la scrittura e scoprire così la ricchezza della conoscenza. Il gioco propone la matematica come sfida intellettuale e basa i suoi enigmi su cinque argomenti significativi: competenze aritmetiche di base, massimo comun divisore minimo comune multiplo, isometrie e similitudini, teoria dei grafi, calcolo delle probabilità. Sullo stesso argomento matematico gli enigmi vengono riproposti più volte a ipotizzata difficoltà crescente.

Learning Apps

Learning Apps è un sito dove si trovano numerose App per le STEM, suddivise sia per temi e ambiti disciplinari e sia per età dei discenti. Dalla fisica alla chimica, dalla biologia alla matematica, ai temi della tutela ambientale, docenti, genitori, educatori e ovviamente giovani studenti e studentesse trovano giochi interattivi, brevi video, attività stimolo, risorse in gran parte altamente accessibili.

Khan Academy Kids

La pluripremiata App di Khan Academy, la notissima organizzazione no profit, è stata progettata da esperti nell’educazione della prima infanzia per guidare i giovani studenti nel viaggio attraverso le competenze chiave in matematica, lettura, fonetica, scrittura, sviluppo socio-emotivo e altro ancora. Include, prevalentemente in inglese, migliaia di lezioni, attività, libri e giochi adatti all’età dalla scuola dell’infanzia alla seconda della primaria. Vi sono infatti canzoncine, video di yoga, che favoriscono il movimento e la partecipazione.

L’App è valida per imparare sia da casa che da scuola. I genitori possono scegliere le lezioni dalla libreria dell’App per i loro bambini o utilizzare il percorso di apprendimento personalizzato che si adatta automaticamente al livello di ogni bambino. Gli insegnanti possono trovare rapidamente e facilmente le lezioni per assegnare compiti e monitorare i progressi degli studenti, attraverso una suite di strumenti per gli insegnanti. Khan Academy Kids è completamente gratuito e costantemente aggiornata. È stata creata da esperti di apprendimento precoce, che hanno ricevuto 22 Parents’ Choice Awards, 19 Children’s Technology Review Awards, e un premio KAPi come migliore App per bambini all’International Consumer Electronics Show. Il team di Khan Academy Kids è un gruppo appassionato di ingegneri, artisti, designer ed educatori che si sono uniti a Khan Academy da Duck Duck Moose, un produttore di popolari applicazioni educative per bambini.

PhET Colorado

Istituito nel 2002 dal Premio Nobel Carl Wieman, il Progetto PhET Simulazioni Interattive dell’Università del Colorado di Boulder crea simulazioni interattive gratuite di matematica e scienze. Le simulazioni PhET sono basate su ricerche didattiche e coinvolgono gli studenti mediante un ambiente intuitivo, ludico dove essi apprendono attraverso l’esplorazione e la scoperta. Le risorse sono in molte lingue, anche per favorire un approccio CLIL (Content and Language Integrated Learning) e la community di docenti che utilizzano l’App è vastissima. Nel sito di riferimento si trovano inoltre tutorial per l’uso delle risorse interattive e materiali per ogni età che rendono le STEM, in particolare la matematica molto attraenti per i giovanissimi apprendenti.

Photomat

L’App Photomat aiuta ad imparare come risolvere i problemi di matematica, a controllare i compiti per casa e a studiare per esami e test. I suoi sviluppatori testimoniano più di 100 milioni di download, e miliardi di problemi risolti ogni mese.
L’App consente di eseguire immediatamente la scansione dei problemi con testo stampato/ scritto a mano utilizzando la fotocamera del proprio dispositivo. Photomath scompone ogni problema matematico in passaggi semplici e facilmente comprensibili. Vi sono una Calcolatrice scientifica e numerosi grafici interattivi. Si va dalla matematica di base all’algebra, dalla trigonometria alla statistica.

Hacking Stem library

In inglese, questa raccolta di App per lo studio delle STEM contribuisce a dare ai docenti numerose utili risorse, con una ricca serie di lezioni già impostate, che sono basate su materiali multimediali e di facile accesso. Anche in questo caso il docente di discipline STEM può ispirarsi per progettare percorsi CLIL, basati sul multilinguismo.

GeoGebra

Non può mancare in questo elenco l’usatissima App GeoGebra, che offre numerosissimi strumenti digitali gratuiti per le attività didattiche, i grafici, la geometria, la lavagna digitale collaborativa. I docenti, bambini e ragazzi hanno a disposizione la calcolatrice grafica, quella 3D, ma anche quella scientifica e altro ancora. Nell’App sono presenti tutorial, materiali, e anche link ad altre App.

Smart Tales

L’App Smart Tales, che si rivolge a bambini molto piccoli a partire dai 3 anni, è costituita da giochi e ha una ricca aerea genitori, che consente di monitorare i progressi dei bambini. Le risorse presenti intendono stimolare la fantasia e la passione proprio per le materie STEM. L’App contiene storie dedicate alle scienze e alla promozione dei diritti dei bambini, in collaborazione con l’Unicef. Ci sono storie educative, giochi interattivi per sviluppare abilità logiche, memoria, attenzione visiva, calcolo. L’App è in italiano e costantemente aggiornata, grazie anche al contributo di piccoli tester e dei docenti che la usano. L’App è a pagamento, ma i costi sono accettabili.

Science Buddies

Il sito di riferimento, in inglese, contiene numerosi materiali interattivi, quindi ancora una volta utili per approcci interdisciplinari, con video, attività e programmazione utile per qualunque grado di scuola. Si tratta di una proposta ricca dal punto di vista delle STEM, anche molto aggiornata sui temi attuali della pandemia.

Risorse ulteriori per la didattica STEM

Inoltre, altre risorse si trovano nel portale scientix.eu, che raccoglie il contributo di docenti e scienziati da tutto il mondo, con focus su progetti per la promozione delle STEM.

Interessante anche valutare le proposte di Scuola Futura, che nel 2022 propone un percorso sulle STEM e il multilinguismo, un approccio che si avvarrà anche di risorse multimediali, per saperne di più si può visitare il sito.

Altra risorsa che contiene riferimenti ad App utili per docenti e apprendenti è quella di Focus.it, dove per esempio si trovano le indicazioni per poter avere sul proprio smartphone un microscopio portatile oppure poter partecipare a progetti di ricerca scientifica collaborando con altre scuole in tutto il mondo.

WHITEPAPER
Ripensare il performance management. Quali nuovi approcci possibili? Scopri l’app Feedback4You!
Risorse Umane/Organizzazione
Smart working
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Analisi
PA
Salute digitale
News
Fondi
Formazione
Ecologia
Digital Economy
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Incentivi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Incentivi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4