Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore responsabile Alessandro Longo

il caso sogei

Digital workplace: valorizzare le persone per far bene alle aziende (e alla PA)

di Fabrizio Rauso, Direttore Digital Organization, SOGEI

14 Giu 2017

14 giugno 2017

Prima che tecnologica, quella del Digital Workplace è una rivoluzione culturale ed organizzativa che coinvolge persone, aziende e PA e trova nel web, nei dispositivi mobili, nello sviluppo delle App e nella logica dell’enterprise social network le leve fondanti

L’innovazione digitale è un processo che sta cambiando velocemente il quotidiano.

Anche nel mondo del lavoro il rapporto tra le persone e le modalità con cui affrontano la vita professionale è in fase di cambiamento.

La produttività passa sempre più dalla dimensione individuale a quella collaborativa, i team di lavoro sono spesso logisticamente distanti e comunque trasversali e la possibilità di accedere e gestire in modo immediato e sicuro i dati e le informazioni è di massima importanza. Servono quindi strumenti integrati e nuovi modelli di collaborazione.

Il Digital Workplace, che rappresenta uno dei programmi abilitanti della strategia digitale che Sogei ha fortemente voluto definire, rappresenta un modello verso cui tendere che vuole correlare tra loro i diversi contesti di lavoro affinché sia possibile lavorare in modo sicuro ed efficiente, con semplicità e immediatezza, anche in mobilità. Un processo di evoluzione che crea una catena di miglioramento continuo.

Prima che tecnologica, quella del Digital Workplace è una rivoluzione culturale ed organizzativa che coinvolge persone, aziende e Pubblica Amministrazione e trova nel web, nei dispositivi mobili, nello sviluppo delle App e nella logica dell’enterprise social network le leve fondanti.

Il Digital Workplace genera una maggiore collaborazione tra le persone e tra queste e il proprio datore di lavoro.  La grande sfida è dare ai nostri collaboratori la possibilità di bilanciare impegni di lavoro e necessità della vita privata. Siamo certi che questo favorirà il benessere personale garantendo i migliori livelli di produttività.

La strada che in Sogei abbiamo deciso di intraprendere si fonda sulle persone, in quel mix di esperienze e competenze che rappresenta il nostro vero valore aggiunto, nella semplificazione dei processi e dei servizi, in una gestione delle informazioni corretta, veloce e sicura.

La tecnologia digitale, come gli strumenti di Social Enterprise Collaboration supportano questo cambiamento, agevolando il processo di change.

Da qui la volontà di Sogei di dotarsi di un sistema di Social Enterprise che agevoli l’interazione e valorizzi il contributo dei singoli in favore della collettività aziendale. Questo approccio di cross collaboration rende più efficiente ed efficace il lavoro quotidiano permettendo il riuso della conoscenza.

Il percorso che abbiamo avviato non è né semplice né veloce e coinvolge tutte le aree aziendali.

Lavorano fianco a fianco persone dell’HR, legali, amministrativi e tecnici.

Stiamo affrontando lo sviluppo del Digital Workplace trattando tre grandi stream:

  • L’information management, che riguarda le modalità di accesso e gestione delle informazioni;
  • Il Social Enterprise di cui abbiamo già parlato;
  • il lavoro agile, lo Smart working, che include diversi elementi legati all’adozione di strumenti e soluzioni tecnologiche in grado di abilitare le nuove modalità di lavoro collegandole ad aspetti di tipo culturale ed organizzativo (policy, processi, comportamenti organizzativi, stili di leadership, assegnazione obiettivi, etc.) e al layout fisico degli spazi.

In sintesi un nuovo modo di lavorare che, attraverso una gestione più intelligente delle tecnologie disponibili e del tempo a disposizione delle persone, consente un miglioramento della qualità della vita e della produttività individuale.

Un cambiamento come quello descritto non può che basarsi su un forte ingaggio da parte del nostro HR Management. Anzi, su molti dei processi che caratterizzano il Digital Workplace il Personale assume il ruolo di Owner.

Collaborazione, condivisione di conoscenze e competenze, sviluppo dell’intelligenza collettiva, nuovi skill professionali, sono solo alcuni dei temi con i quali ci si confronta e sono già numerosi, oltre che qualificanti, gli interventi promossi in Sogei.

Counseling, Assessement, Coaching individuale e di gruppo, sono iniziative ormai consolidate e un ulteriore importante passo è stato fatto nei processi di supporto ai talenti aziendali e nel percorso leader futuri.

La formazione è sempre più interna e favorisce l’incontro, il confronto e la conoscenza tra i dipendenti.

La gestione delle competenze è stata oggetto di una iniziativa fortemente innovativa, quasi unica nel nostro Paese. Attraverso le tecnologie digitali e mediante l’utilizzo della nostra piattaforma iSogei è stato infatti realizzato un modello di skill map molto vicino alle logiche di Linkedin.

  • Michele

    Ottimo articolo dell’ing. Rauso, citato pochi giorni fa dal mitico Attias https://www.youtube.com/watch?v=8j9U54m5Shk

    • Oreste Salimi

      L’aneddoto del centrocampista della Roma è tanto divertente quanto tragico.

Articoli correlati