Money Dysmorphia

La ricchezza irrealistica sui social: così alimenta la nostra ansia finanziaria



Indirizzo copiato

I social media, ormai parte integrante della vita quotidiana, influenzano le nostre percezioni e comportamenti. Studi recenti rivelano che l’esposizione a ideali finanziari irrealistici su queste piattaforme alimenta l’insicurezza economica, specialmente tra i giovani. Questa tendenza, nota come dismorfia monetaria, solleva preoccupazioni sulla salute mentale

Pubblicato il 14 giu 2024

Marco Lazzeri

Cyberpsicologo e formatore della didattica innovativa, esperto in realtà virtuale



social influencer disturbi alimentari

I social media hanno assunto un ruolo centrale nella vita di milioni di persone in tutto il mondo. Queste piattaforme influenti permeano le nostre giornate, plasmando le nostre interazioni sociali, le nostre percezioni e i nostri comportamenti. Con un semplice tocco dello schermo, possiamo connetterci istantaneamente con amici, familiari e una vasta rete di contatti globali. Tuttavia, questa ubiquità dei social media porta con sé sfide e riflessioni.

Money Dysmorphia: una nuova forma di insicurezza finanziaria

La costante esposizione a una varietà di contenuti, dalle notizie alle opinioni personali, può influenzare significativamente il nostro modo di pensare e percepire il mondo che ci circonda. Verso la fine del 2023, si è osservato un marcato aumento del senso di precarietà finanziaria tra gli utenti, il quale ha generato una crescente insicurezza relativa alla propria situazione economica, indipendentemente dall’effettiva realtà oggettiva. Questa tendenza è emersa in seguito alla pubblicazione di uno studio commissionato da Intuit Credit Karma (2024) che ha rivelato un dato allarmante: il 29% degli americani è affetto da dismorfia monetaria, anche nota come Money Dysmorphia.

I social e la correlazione tra la situazione finanziaria individuale e i disturbi mentali

Questa tendenza risulta particolarmente evidente all’interno delle fasce più giovani della popolazione. Nello specifico il 43% della generazione Z e il 41% dei millennial sono affetti da tale condizione, mentre il 25% della generazione X e solo il 14% degli intervistati di età pari o superiore a 59 anni ne risultano influenzati. Sebbene al momento sia sprovvista di una base scientifica consolidata, questa crescente incertezza, alimentata dall’esposizione a ideali finanziari irrealistici, pone l’attenzione sull’analisi approfondita dei meccanismi intrinseci dei social media e sulla valutazione accurata della possibile correlazione tra la situazione finanziaria individuale e i disturbi mentali. (Karim et al., 2020)

Le piattaforme social hanno assunto un ruolo centrale nella vita quotidiana di un vasto numero di individui, con molte persone che dedicano una considerevole quantità di tempo a piattaforme come Messenger, Instagram e Facebook. (Bartosik-Purgat et al., 2017).

L’illusoria perfezione delle vite esposte sui social

Negli Stati Uniti, l’uso degli smartphone tra gli adolescenti è cresciuto in modo significativo, passando dal 44% nel 2012 all’89% nel 2018. Questo aumento è stato accompagnato da un incremento delle attività sui social media, soprattutto durante la fase di transizione dall’adolescenza alla giovinezza adulta. Nel corso del 2019, il numero globale di utenti attivi sui social media ha superato la cifra impressionante di 3,484 miliardi (Newman et al., 2019; Kim, 2017), evidenziando l’ampia portata di questo fenomeno e la sua rilevanza sociale e culturale. All’interno di queste community, le persone tendono ad essere estremamente selettive riguardo a ciò che condividono, mostrando frequentemente solo gli aspetti “perfetti” delle loro vite, come successi personali, rappresentazioni irrealistiche di ricchezza o immagini gratificanti (Siibak, 2009; Gonzales & Hancock, 2011). Questo comportamento riflette il desiderio di presentarsi in modo positivo e di mostrare il proprio “io ideale” (Rosenberg & Egbert, 2011; Vogel & Rose, 2016) manifestando la volontà di raggiungere un livello di popolarità e di ricchezza economica paragonabile agli altri.

Social e depressione: il potere dei confronti

Sebbene le preoccupazioni relative all’uso dei social media potrebbero essere eccessive (Berryman et al., 2018) numerosi studi hanno evidenziato come l’uso prolungato di piattaforme quali Facebook, può essere correlato al manifestarsi di sintomatologie negative causate dall’ansia, lo stress e dalla depressione (Coyne et al., 2020; Escobar-Viera et al., 2018; O’Reilly et al., 2018)

Secondo Festinger (1954) le persone mostrano una tendenza intrinseca a paragonarsi agli altri. Questo processo può manifestarsi in due modalità distinte: il confronto verso il basso ed il confronto verso l’alto.

Nel confronto verso il basso si verifica quando le persone si paragonano a individui che si trovano in una situazione peggiore. Questo tipo di confronto spesso porta a una valutazione positiva di sé stessi e a un miglioramento del proprio umore (Wills, 1981; Pyszczynski et al., 1985). Al contrario, il confronto verso l’alto si verifica quando gli individui si confrontano con persone percepite come superiori a loro stessi. Questo tipo di confronto può incoraggiare gli individui a perseguire obiettivi simili ai loro modelli di riferimento, ma può anche generare sentimenti di insoddisfazione e una percezione ridotta dell’autostima (Emmons & Diener, 1985; Taylor & Lobel, 1989; Wheeler & Miyake, 1992). Ulteriori ricerche condotte sui social media hanno dimostrato che l’interazione passiva sui social media, come la lettura dei post altrui, mostra una correlazione più marcata con la depressione rispetto all’interazione attiva, come la pubblicazione di nuovi contenuti.

La depressione, una delle condizioni più diffuse nel panorama dei disturbi mentali, è caratterizzata da una serie di sintomi tra cui: una persistente tristezza, perdita di interesse o piacere, sentimenti di colpa dovuti ad una bassa autostima, alterazioni del sonno, nonché affaticamento e difficoltà di concentrazione (World Health Organization; 2017).

Trattamenti efficaci per la depressione

È fondamentale ricordare che la depressione è una condizione curabile. Esistono diverse opzioni di trattamento efficaci che possono aiutare le persone a superare questa sfida e a ritrovare la luce, vivendo una vita piena e appagante.

I farmaci antidepressivi rappresentano un pilastro fondamentale del trattamento. Agendo sui neurotrasmettitori del cervello, come la serotonina e la noradrenalina, aiutano a migliorare l’umore, ridurre l’ansia e aumentare i livelli di energia. Accanto ai farmaci, la psicoterapia cognitivo-comportamentale (TCC) svolge un ruolo cruciale nel trattamento della depressione poiché aiuta i pazienti a identificare e modificare i pensieri negativi e i modelli comportamentali disfunzionali che contribuiscono al mantenimento della malattia. Questo approccio terapeutico incoraggia i pazienti a esaminare in modo critico i propri schemi di pensiero e a sviluppare strategie per affrontare in modo più efficace le sfide quotidiane (Beck et al., 1979).

Stress finanziario come determinante economico della depressione

La depressione è influenzata da una serie di fattori che possono essere categorizzati in determinanti immediati e distali. Tra i primi, rientrano la disoccupazione, il basso status socioeconomico, la limitata istruzione, il reddito insufficiente e la carenza di reti sociali (Antunes et al., 2018; Lund et al., 2018) Tra i determinanti distali, invece, spiccano l’ineguaglianza di reddito e le caratteristiche strutturali dell’ambiente in cui un individuo vive.

Nella ricerca condotta da Guan et al. (2022), lo stress finanziario è stato identificato come un determinante economico della depressione. Al fine di valutare più approfonditamente la correlazione tra questi due elementi, è stata condotta un’analisi sistematica di 40 studi osservazionali. La maggior parte delle evidenze esaminate ha indicato una correlazione positiva tra lo stress finanziario e la depressione.

Impatto delle difficoltà finanziarie sulla struttura del cervello

In una indagine presentata sulla rivista Social Cognitive and Affective Neuroscience (Butterworth et al., 2012), è stata esaminata l’eventuale correlazione tra le difficoltà finanziarie e una riduzione delle dimensioni dell’ippocampo e dell’amigdala. L’amigdala rappresenta un componente essenziale del sistema limbico, svolgendo un ruolo cruciale nell’elaborazione delle emozioni, nella memoria e nel comportamento. La sua complessa rete di connessioni con altre aree del cervello le permette di influenzare una vasta gamma di funzioni cognitive e comportamentali (LeDoux J., 2003)

Nello studio in questione, il campione sottoposto a esame includeva 431 adulti, la cui età variava tra i 44 e i 48 anni, i quali sono stati sottoposti a risonanza magnetica strutturale (MRI). Successivamente, la segmentazione volumetrica è stata condotta utilizzando Freesurfer, un software specializzato per l’analisi delle immagini cerebrali.

Le misurazioni volumetriche dell’ippocampo e dell’amigdala, sia destro che sinistro, sono state impiegate come indicatori di atrofia cerebrale. Dall’analisi dei risultati emerge che i partecipanti che hanno segnalato difficoltà finanziarie mostravano volumi significativamente ridotti dell’ippocampo e dell’amigdala, rispetto a coloro che non avevano riportato tali difficoltà durante l’intervista standardizzata.

Quando una persona sperimenta stress finanziario, questo può attivare l’asse ipotalamo-ipofisi-surrene, provocando la produzione di ormoni dello stress come il cortisolo. Esistono però altri percorsi biologici e neurologici attraverso i quali lo stress finanziario potrebbe esercitare un impatto sulla struttura cerebrale, anche se non sono specificamente citati in questa ricerca. Tra questi, la neuroplasticità, il flusso sanguigno cerebrale e la neuroinfiammazione rappresentano rilevanti aspetti che possono influenzare la salute e la funzione cerebrale nel lungo periodo.

Verso una società più consapevole delle finanze personali

Alla luce di tali evidenze, emerge l’importanza cruciale di adottare politiche mirate a ridurre le disparità socioeconomiche e a mitigare lo stress finanziario, al fine di promuovere il benessere mentale e fisico della popolazione. Comprendere meglio i meccanismi che sottendono alla dismorfia monetaria e sviluppare strategie per promuovere una percezione più sana delle finanze personali nelle culture digitali rimane imperativo. Risulta fondamentale creare un ambiente online più inclusivo e meno orientato al confronto sociale, che promuova una visione più realistica della vita. Affrontare questa sfida richiede un impegno collettivo per promuovere una cultura finanziaria più consapevole e per creare ambienti online che favoriscano la salute mentale e il benessere individuale. Solo attraverso sforzi congiunti a livello scientifico, sociale e culturale possiamo sperare di mitigare gli effetti negativi della dismorfia monetaria e costruire una società più equa e inclusiva per tutti.

Bibliografia

  • A. A., (2024). Gen Z and millennials are obsessed with the idea of being rich, and it could be leading to money dysmorphia. Retrieved on 12.04.2024 on www.creditkarma.com
  • Antunes, A., Frasquilho, D., Azeredo-Lopes, S., Silva, M., Cardoso, G., Caldas-de-Almeida, J. M., (2018). The effect of socioeconomic position in the experience of disability among people with mental disorders: findings from the World Mental Health Survey Initiative Portugal. Int J Equity Health 17(1).
  • Assari, S., (2017). Social determinants of depression: The intersections of race, gender, and socioeconomic status. Brain Sci. 7(12):156.
  • Bartosik-Purgat M., Filimon N., Kiygi-Calli M., (2017). Social media and higher education: An international perspective. Econ Sociol. 10:181–191
  • Beck, A. T., Rush, A. J., Shaw, B. F., Emery, G. (1979). Cognitive therapy for depression: A structured and illustrated manual. Guilford Press.
  • Berryman, C., Ferguson, C. J., Negy, C., (2018). Social Media Use and Mental Health among Young Adults. Psychiatr Q. 89(2):307-314. doi: 10.1007/s11126-017-9535-6. PMID: 29090428.
  • Butterworth, P., Cherbuin, N., Sachdev. P., Anstey, K. J., (2012). The association between financial hardship and amygdala and hippocampal volumes: results from the PATH through life project. Soc Cogn Affect Neurosci. 7(5):548-56. doi: 10.1093/scan/nsr027. Epub 2011 May 6. PMID: 21551226; PMCID: PMC3375885.
  • Coyne, S. M., Rogers, A. A., Zurcher, J. D., Stockdale, L., Booth, M. (2020). Does time spent using social media impact mental health? An eight year longitudinal study. Comput Hum Behav. 104:106160
  • Emmons, R. A., Diener, E., (1985). Personality correlates of subjective well-being. Pers. Soc. Psychol. Bull. 11, 89–97. doi: 10.1177/0146167285111008.
  • Escobar-Viera, C. G., Whitfield, D. L., Wessel, C. B., Shensa, A., Sidani, J. E., Brown, A. L., Chandler, C. J., Hoffman, B. L., Marshal, M. P., Primack, B. A., (2018). For Better or for Worse? A Systematic Review of the Evidence on Social Media Use and Depression Among Lesbian, Gay, and Bisexual Minorities. JMIR Ment Health. 5(3):e10496. doi: 10.2196/10496. PMID: 30037786; PMCID: PMC6079300.
  • Festinger, L., (1954). A theory of social comparison processes. Hum. Relat. 7, 117–140. doi: 10.1177/001872675400700202.
  • Gonzales, A. L., Hancock, J. T., (2011). Mirror, mirror on my Facebook wall: effects of exposure to Facebook on self-esteem. Cyberpsychol. Behav. Soc. Netw. 14, 79–83. doi: 10.1089/cyber.2009.0411
  • Guan, N., Guariglia, A., Moore P., Xu, F., Al-Janabi, H., (2022). Financial stress and depression in adults: a systematic review. PLoS ONE 17(2): e0264041. https://doi.org/10.1371/journal.pone.0264041
  • Karim, F., Oyewande, A. A., Abdalla, L. F., Chaudhry Ehsanullah, R., Khan, S., (2020). Social Media Use and Its Connection to Mental Health: A Systematic Review. Cureus. 15;12(6):e8627. doi: 10.7759/cureus.8627. PMID: 32685296; PMCID: PMC7364393.
  • Kim, H.H., (2017). The impact of online social networking on adolescent psychological well-being (WB): a population-level analysis of Korean school-aged children. Int J Adolesc Youth. 22:364–376
  • LeDoux, J., (2003). The emotional brain, fear, and the amygdala. Cell Mol Neurobiol. 23(4-5):727-38. doi: 10.1023/a:1025048802629. PMID: 14514027.
  • Madden, M., Smith, A., (2010). Reputation Management and Social Media. Washington, DC: Pew Internet & American Life Project.
  • Newman, N., Fletcher, R., Kalogeropoulos, A., Nielsen, R., (2019). Digital News Report. Retrieved on 22.04.2024 from http://www.digitalnewsreport.org/
  • O’Reilly, M., Dogra, N., Whiteman, N., Hughes, J., Eruyar, S., Reilly, P., (2018). Is social media bad for mental health and wellbeing? Exploring the perspectives of adolescents. Clin Child Psychol Psychiatry. 23:601–613.
  • Pyszczynski, T., Greenberg, J., and LaPrelle, J., (1985). Social comparison after success and failure: biased search for information consistent with a self-serving conclusion. J. Exp. Soc. Psychol. 21, 195–211. doi: 10.1016/0022-1031(85)90015-0.
  • Rosenberg, M., (1965). Society and the Adolescent Self-Image. Princeton, NJ: Princeton University Press. doi: 10.1515/9781400876136.
  • Siibak, A., (2009). Constructing the self through the photo selection-visual impression management on social networking websites. Cyberpsychology 3:1.
  • Taylor, S. E., Lobel, M., (1989). Social comparison activity under threat: downward evaluation and upward contacts. Psychol. Rev. 96, 569–575. doi: 10.1037/0033-295X.96.4.569.
  • Wheeler, L., Miyake, K. (1992). Social comparison in everyday life. J. Pers. Soc. Psychol. 62, 760–773. doi: 10.1037/0022-3514.62.5.760.
  • Wills, T. A., (1981). Downward comparison principles in social psychology. Psychol. Bull. 90, 245–271. doi: 10.1037/0033-2909.90.2.245.
  • Vogel, E. A., and Rose, J. P., (2016). Self-reflection and interpersonal connection: making the most of self-presentation on social media, Transl. Issues Psychol. Sci. 2, 294–302. doi: 10.1037/tps0000076.
  • World Health Organization. (2017). Depression and other common mental disorders: global health estimates. World Health Organization. Retrieved on 25.04.2024 on https://iris.who.int/handle/10665/254610. License: CC BY-NC-SA 3.0 IGO

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 4