Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

satira digitale

LinkedIn: ecco le 12 peggiori headline di sempre

La headline è la parte più importante, vista e utile del profilo LinkedIn. Se ben fatta può aiutare le persone a capire quello che puoi fare per loro. Non molti curano questa sezione del profilo, ma qualcuno esagera in senso contrario. Vediamo dodici esempi da non seguire

18 Ott 2019

Gianluigi Bonanomi

formatore sulla comunicazione digitale


Nei miei corsi sull’uso strategico di LinkedIn spiego che la headline, in pratica quel testo che accompagna il nome e che solitamente contiene il proprio “job title”, è la parte più importante, vista e utile del profilo. Se ben fatta può aiutare le persone a capire non tanto chi sei e che cosa hai fatto, ma quello che puoi fare per loro. Per esempio una headline “Junior Account Assistant” non ha molto senso, mentre “Assistente virtuale – Aiuto imprenditori e professionisti ad alleggerire il carico di lavoro” (esiste davvero) può generare opportunità di business.

Non molti curano questa sezione del profilo, ma qualcuno esagera in senso contrario. Qui ho raccolto le 12 headline peggiori che mi è capito di vedere su LinkedIn. Finora.

Quella che ha voglia di lavorare. Ma tantaaaaa!
D:DropboxAgendadigitale.euSatiraWorst headlinevoglia di lavorare.png

Quello che fa la “supercazzola”
D:DropboxAgendadigitale.euSatiraWorst headlinesupercazzola.png

Il beato
D:DropboxAgendadigitale.euSatiraWorst headlineservo di cristo.png

Il pensionato
D:DropboxAgendadigitale.euSatiraWorst headlinepensionato.png

Quello che si insulta da solo

D:DropboxAgendadigitale.euSatiraWorst headlineinsulti al capo.png

Il mancato terrorista
D:DropboxAgendadigitale.euSatiraWorst headlinemancato terrorista.png

Il libero comunista
D:DropboxAgendadigitale.euSatiraWorst headlinelibero comunista.png

Quello che aspetta la cassa integrazione
D:DropboxAgendadigitale.euSatiraWorst headlinein attesa di cassa.png

Il calciatore mancato
D:DropboxAgendadigitale.euSatiraWorst headlinecalciatore mancato.png
 E il mancato biografo…

Quello che cerca aiuto
D:DropboxAgendadigitale.euSatiraWorst headlinehelp.png

E quello che aiuto non lo cerca più

D:DropboxAgendadigitale.euSatiraWorst headlinedisperato.png

Preciso che tutti i profili sono veri e online, ho evitato i fake palesi. Se hai trovato su LinkedIn qualche headline peggiore di questa, ti prego di segnalarla nei commenti. Il mio sogno è quello, un giorno, di aggiornare il mio job title con “Stupid LinkedIn headlines hunter”.

Gianluigi Bonanomi è autore del libro Content is king

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4