reti sociali

Reddit, perché il suo successo deve importare a tutti



Indirizzo copiato

Reddit ha avuto una Ipo di successo. E Ci deve interessare la sorte economica di un sito poco conosciuto in Italia. Non tanto perché è parte della storia di internet, ma soprattutto perché potrebbe essere parte del suo futuro. Il futuro di internet che ci piacerebbe vedere. Centrato sugli essere umani e non sugli algoritmi

Pubblicato il 25 mar 2024



reddit

Reddit, chi è costui? Sì, ci deve interessare la sorte economica di un sito poco conosciuto in Italia. E non solo – non tanto – perché è parte della storia di internet, ma soprattutto perché potrebbe essere parte del suo futuro. Il futuro di internet che ci piacerebbe vedere. Centrato sugli essere umani e non sugli algoritmi.

Ecco perché è notevole il successo, inaspettato, dell’offerta pubblica iniziale (IPO) con la quale Reddit si è proposta sul mercato azionario.

Reddit CEO Steve Huffman on IPO debut: The best investors of Reddit are people who use Reddit

La particolarità di Reddit

La società ha raccolto 748 milioni di dollari valutando le sue azioni a 34 dollari l’una. Reddit è stato fondato nel lontano 2005 ed è cresciuto quando Facebook era ancora neonato e MySpace era al massimo splendore.

Perché la parabola ascendente di Reddit viene guardata con tanta attenzione nel mondo dei social?

Presto detto: quella di Reddit è una storia di successo nei contenuti creati da persone normali, su temi concreti, grazie a una moderazione efficace fatta da altri umani, volontari.

Laddove ormai le reti sociali sono sempre più (video)contenuti che l’algoritmo decide per noi in base ai nostri interessi; sempre più di influencer, per altro, e meno di persone comuni.

Ma dieci anni fa, nessuno si sarebbe sognato di vedere Reddit quotata in borsa.

Reddit era conosciuto come una delle parti più oscure di Internet: un forum dove tutto era permesso, dove regnavano troll ed estremisti. Regole molto permissive uno scarso investimento in moderatori, soltanto volontari, facevano sì che Reddit ospitasse comunità dedite alla pornografia non consensuale , al razzismo palese e alla misoginia violenta. Nei suoi primi anni, Reddit si definiva un paradiso della libertà di parola. Il suo amministratore delegato dal 2012 al 2014 si faceva vanto dell’impegno del sito a ospitare anche contenuti grossolani o offensivi, purché legali. Pochi avrebbero potuto prevedere allora che Reddit alla fine avrebbe ripulito le sue azioni, avrebbe perso la sua reputazione di tossicità e sarebbe diventato pubblico.

La metamorfosi di Reddit: la moderazione

Oggi Reddit è un gioiello di Internet e una fonte affidabile di notizie e intrattenimento per milioni di persone. È una delle ultime grandi piattaforme che sembrano umane, con pregi e difetti connessi: disordinata e approssimativa, ma un luogo in cui persone reali si riuniscono per parlare di cose reali, non mediato da algoritmi e in gran parte privo di esche acchiappa utenti.

Ci sono molte lezioni da imparare dalla vicenda di Reddit. Uno dei più chiari è che la moderazione dei contenuti funziona davvero. Negli USA (e da quando l’UE ha messo le mani nel mondo dei social media, regolamentandolo) la destra vive la moderazione dei contenuti come una censura.

Con questa posizione si trovano d’accordo gli amministratori delegati del settore tecnologico, ai quali non piace che ci debbano investire denaro, che li metta nel mirino delle autorità, che non fornisca un ritorno immediato dell’investimento. I governi americani finora non hanno voluto che questo lavoro fosse fatto nella stessa la Silicon Valley, secondo alcuni perché sono loro a volerci mettere le mani. Ma la svolta di Reddit dimostra che la moderazione dei contenuti è una necessità aziendale, un prerequisito per la crescita e qualcosa che ogni azienda di social media deve prima o poi abbracciare, se vuole avere successo.

Nel caso di Reddit, la moderazione dei contenuti ha salvato l’azienda. L’immagine di Reddit è gradualmente migliorata sotto la guida di un co-fondatore, Steve Huffman, tornato nel 2015 come amministratore delegato. Reddit è stato in grado di costruire il modello di business basato sulla pubblicità che lo sostiene oggi. Tre sono stati i passaggi fondamentali compiuti da Reddit per ripulire la piattaforma. In primo luogo, l’azienda ha preso di mira gli spazi tossici, piuttosto che le persone o i post. Reddit, a differenza di altri siti di social media, è organizzato per argomento; gli utenti possono unirsi a “subreddit” dedicati a temi specifici. Quando l’azienda ha deciso di implementare nuove regole contro l’incitamento all’odio, le molestie e l’estremismo, ha dovuto decidere se applicarle utente per utente, o post per post, o alla segnalazione delle violazioni, oppure chiudere in modo proattivo interi subreddit in cui esse venivano costantemente infrante.

Ha deciso per l’opzione meno popolare, cancellando migliaia di subreddit offensivi e pieni di odio, attribuendo la colpa non a singoli post o utenti, ma agli spazi in cui spesso venivano postati contenuti tossici Ciò in base alla teoria secondo cui gli spazi online, come quelli offline, spesso sviluppano costumi e norme difficili da rimuovere. Questo scelta si è rivelata vincente. I ricercatori che hanno studiato questi cambiamenti hanno scoperto che il ban di interi “sub reddit” ha portato a una riduzione notevole della tossicità complessiva del sito. Gli utenti che avevano frequentato le comunità vietate in gran parte hanno abbandonato completamente Reddit o hanno cambiato il loro comportamento. Gli spazi tossici non si sono ricostituiti.

La seconda buona decisione è stata quella di dare potere a un esercito di moderatori volontari, piuttosto che a moderatori interni o esterni da retribuire. La maggior parte dei siti di social media sono controllati in modo centralizzato, con dipendenti o appaltatori che svolgono il lavoro quotidiano. Reddit però aveva già migliaia di moderatori non retribuiti, spesso esperti negli argomenti dei loro forum, decisi a mantenere le loro comunità pulite e sicure. Ha sfruttato i moderatori esistenti per aiutarli a far rispettare le nuove regole più rigide e ha creato strumenti atti a sradicare i comportamenti scorretti. Tra questi, uno automatizzato noto come Automoderator, che i essi possono personalizzare per intraprendere determinate azioni autonomamente. Ha inoltre permesso loro di stabilire regole, per i loro forum, che andavano oltre le politiche di base di Reddit.

La decisione di Reddit di dare potere ai moderatori volontari ha provocato anche qualche problema, come quando l’azienda ha dovuto affrontare una rivolta dopo aver apportato modifiche alla struttura dei prezzi per le app di terze parti, facendo pagare di più agli sviluppatori se volevano accedere ai dati dell’azienda. Nel complesso, tuttavia, l’azienda ha tratto enormi benefici dal dare ai suoi moderatori volontari ampia libertà di creare e far rispettare le regole.

Terzo elemento da sottolineare: Reddit ha monitorato il comportamento degli utenti, senza preoccuparsi troppo di essere visto come arbitrario o di parte. Il social si è concentrato sull’eliminazione di soggetti che stavano peggiorando le cose per gli altri utenti, indipendentemente dalla loro fede politica. Questo approccio è stato sottolineato in un articolo del 2018 del New Yorker che è il caso di ricordare, perché vi si descriveva la rinascita di Reddit e la sua scaturigine.

All’epoca, i primi tre siti negli Stati Uniti, erano Google, YouTube e Facebook. Sorprendentemente, al quarto posto si trovava Reddit, la cui popolarità era in contrasto con il fatto che molti americani avessero solo vagamente sentito parlare del sito.

Per i suoi devoti, Reddit era orgogliosamente indomito, uno degli ultimi giganti di Internet a resistere all’omogeneità.

La maggior parte delle pagine Reddit avevano un’estetica retrò, grafica rozza e testo: un post originale, commenti, risposte ai commenti, risposte alle risposte. Era composto da più di un milione di singole comunità, o subreddit, alcune delle quali con appena tre abbonati. Le persone che lo usavano – chiamati Redditor – spesso lo usavano tutto il giorno, non frequentando nessun altro sito.

Steve Huffman, il CEO rientrato in Reddit due anni prima, lo definiva un luogo di conversazioni aperte e oneste: “aperto e onesto significa autentico, disordinato, significa le parti migliori e peggiori, più vere e più strane dell’umanità”.

Nel 2016 Reddit si trovò ad affrontare un caso particolarmente spinoso, poi diventato famoso in tutto il mondo. I suoi amministratori avevano appena cancellato un subreddit chiamato r/Pizzagate, un forum per persone che credevano che membri dello staff di alto rango della campagna presidenziale di Hillary Clinton, e forse essa stessa, stessero trafficando bambini come schiavi sessuali. In soli quindici giorni il subreddit Pizzagate aveva attirato ventimila abbonati. Ora, al suo posto, c’era una pagina bianca cancellata con il messaggio “Questa comunità è stata bandita”. Ma ciò non ha comportato la decisione di scontentare qualcun altro per bilanciare, non è stato bannato un subreddit di sinistra per ogni subreddit di destra bandito.

La sostenibilità economica

Insomma, oggi Reddit si può godere un successo che viene da lontano. Non è la perfezione, ma è un modello al quale altri social si potrebbero – dovrebbero ispirare. Anche se gli Stati Uniti sono ancora lì a discutere se intervenire e come sulla moderazione dei contenuti, in Europa le cose oramai stanno diversamente.

Il percorso compiuto in quest’ambito da Reddit può servire ad altre big tech, recalcitranti a intervenire proattivamente, per poter operare tranquillamente, senza il rischio di contenziosi e di sanzioni pesantissime, anche al di qua dell’Atlantico, in virtù del Digital Services Act.

Ciò che manca ed è ancora da verificare è la capacità di Reddit, con la sua formula “umana”, di reggersi economicamente. Reddit ancora non fa soldi.

L’Ipo di successo è un buon segnale, di fiducia degli investitori nella sua capacità di farne. Ma adesso si avvicina anche il momento della verità, dal punto di vista finanziario: bisognerà vedere se Reddit riuscirà a fare soldi – senza tradire la sua natura; o se sulle reti sociali il profitto resterà tutto – e molto – nelle mani delle big tech, con i loro metodi sempre più algoritmici e di massa.

Man mano che i meccanismi si perfezioneranno, sarà sempre più complicato sottrarsi ai controlli dei regolatori europei. Il successo di Reddit, e la spinta proveniente dall’Europa, possono costituire un incentivo per fare dei social media luoghi virtuali frequentabili da tutti. Lucrando, perché come si è visto ciò è possibile, ma non mettendo a repentaglio la vita civile e la democrazia.

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati

Articolo 1 di 3