la riflessione

Regolare l’IA? Operazione molto filosofica. Tutti i temi sul tavolo

Regolare l’IA, come la Ue sta tentando di fare con la sua recente proposta di regolamento, è un’operazione profondamente filosofica, e in quanto tale dovrebbe far riflettere sul ruolo e sull’importanza di una buona filosofia della tecnologia (e non solo) in una società altamente tecnologizzata

01 Giu 2021
Marco Fasoli

IUSS di Pavia

big tech gafa

Regolamentare l’IA e le sue applicazioni è un compito arduo, soprattutto per la scarsità di punti di riferimento preesistenti e la complessità di questa tecnologia, o meglio di questa “famiglia di tecnologie”. La Proposta di regolamentazione delle tecnologie di IA promossa dalla UE, e recentemente resa pubblica, mira a colmare un vuoto legislativo che finora ha dominato il panorama internazionale e che ha spinto alcuni a denunciare una vera e propria “emergenza regolativa” [1]

Should I worry about the philosophy behind AI?

Si tratta di un documento articolato, sicuramente promettente ma non esente da criticità, che si pone sulla scia di quanto fatto dalla UE nell’ambito della privacy e che mira a promuovere una IA centrata sull’individuo e rispettosa dei diritti fondamentali. Considerata quindi la portata della Proposta, il vuoto che la precedeva e la sua ambizione, non dovrebbe stupire che si tratti di un documento permeato da questioni profondamente filosofiche, a partire dalla definizione stessa di IA, sulla quale la filosofia si è concentrata da Turing in poi e a cui la Proposta offre una risposta di tipo “operativo”. Anzi, sembra proprio che il tentativo di tutelare i cittadini dalle criticità della IA stia mettendo in evidenza la necessità di riesaminare con attenzione diversi problemi filosofici ed etici, almeno nella misura in cui si intende creare un impianto regolativo sufficientemente solido attorno a questa famiglia di tecnologie.

Il concetto di trasparenza

Prendiamo il concetto di trasparenza, citato più volte come requisito necessario alla tutela dei cittadini da potenziali manipolazioni, e spesso discusso dai filosofi della tecnologia. In che senso una tecnologia può o deve essere trasparente? Se in alcuni punti della Proposta la trasparenza sembra soddisfatta ogniqualvolta viene comunicato all’utente che sta interagendo con un sistema di IA, evitando ad esempio che nell’interazione mediata si possa confondere un chatbot con un umano, in altri punti il riferimento è ad una nozione decisamente più complessa e controversa. Ad esempio, l’art. 13 stabilisce che “I sistemi di IA ad alto rischio sono progettati e sviluppati in modo tale da garantire che il loro funzionamento sia sufficientemente trasparente da permettere agli utenti di interpretare l’output del sistema e usarlo in modo appropriato”.

WHITEPAPER
Mobilità sostenibile: una guida a progetti, incentivi e ruolo chiave di sharing e veicoli elettrici

Regolamento AI, la “terza via” europea lascia troppi nodi irrisolti: ecco quali

Il problema è che spesso i sistemi di IA offrono risultati che non sono affatto facili da interpretare, nemmeno per i più esperti. Quanto devono essere istruiti o digitalmente competenti gli utenti per essere in grado di compiere questa interpretazione? Come possono essere supportati in questo compito? Inoltre, in alcuni casi sembra piuttosto debole il principio stesso secondo cui la consapevolezza di essere di fronte a un potenziale elemento di distorsione è di per sé tutelante rispetto a possibili tentativi manipolatori. Il fatto di essere consapevoli di aver a che fare con un potenziale truffatore, ad esempio, ci spinge ad avere un atteggiamento di cautela e a fare attenzione ma a volte non impedisce di cadere in qualche sua trappola.

Il concetto di manipolazione

È poi il concetto stesso di manipolazione a rappresentare una nozione filosofica centrale per ogni tentativo di regolamentazione della IA. Dove si pone, infatti, la linea di demarcazione tra un tentativo di persuasione e la manipolazione di un soggetto da parte di un sistema artificiale? Quest’ultima è inammissibile in ogni occasione o esistono delle eccezioni? Tali problemi erano già stati sollevati dallo sviluppo di tecniche pubblicitarie basate su elaborazioni di immagini sempre più raffinate, nei media tradizionali. Con le tecnologie digitali e l’intelligenza artificiale, la questione diventa assolutamente urgente a causa di almeno tre loro peculiarità, che aumentano nettamente il loro potenziale manipolativo: la capacità di memorizzare grandi quantità di informazioni sul comportamento degli utenti, la capacità di personalizzare i risultati e i contenuti (sulla base dei dati raccolti in precedenza) e infine la loro pervasività nella vita quotidiana. La Proposta sembra sposare una concezione di manipolazione come pratica di perversione delle decisioni dei soggetti attraverso “tecniche subliminali” e di “sfruttamento delle vulnerabilità specifiche” (p. 12-13) di categorie particolarmente fragili, ad esempio i bambini, ma questo non sembra certo esaurire tutto lo spettro delle manipolazioni possibili, come il documento stesso sembra ammettere poco più avanti. Inoltre, una riflessione sull’impiego di tecniche subliminali o di sfruttamento delle vulnerabilità ci dovrebbe spingere a mettere in discussione anche espedienti tecnologici spesso non basati su tecnologie di IA ma oggi estremamente diffusi nel web, come i cosiddetti dark pattern, trucchi usati dai web designer per spingere gli utenti all’acquisto o alla condivisione dei loro dati.

La presunta neutralità della tecnologia

I sistemi che impiegano tecnologie di IA per sviluppare tecniche subliminali o per sfruttare specifiche vulnerabilità, secondo la Proposta, hanno in livello di rischio “inaccettabile” e sono totalmente proibiti. Altra questione filosofica fondamentale che è possibile scorgere, in questo caso, riguarda la presunta neutralità della tecnologia. Una neutralità che in questo modo la Proposta nega in modo implicito ma netto: esistono tecnologie di IA in totale contrasto con i valori fondamentali della UE e per questa ragione il loro divieto è assoluto, non “a seconda dell’impiego che ne viene fatto”. Oltre alle IA manipolatorie, rientrano nella categoria a rischio inaccettabile le tecnologie di social scoring, attraverso cui governi e istituzioni possono cercare di elaborare delle misurazioni di parametri molto delicati, come l’affidabilità economica dei cittadini.

Insomma, regolare la IA è un’operazione profondamente filosofica, e in quanto tale dovrebbe far riflettere sul ruolo e sull’importanza di una buona filosofia della tecnologia (e non solo) in una società altamente tecnologizzata.

  1. https://www.wired.com/story/researcher-says-IA-not-artificial-intelligent/
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articoli correlati