Creatività e tecnologie

WhatsBook, come nasce il romanzo epistolare postmoderno: genesi e obiettivi

Dalle chat all’e-book: il primo WhatsBook è un ibrido tra WhatsApp e romanzo. Ecco com’è nato e perché può rispondere al romanzo postindustriale su cui si è interrogato Calvino nelle “Lezioni Americane”

22 Set 2022
Francesca Patton

scrittrice, insegnante e giornalista

chatbot

Dall’incontro tra letteratura e applicazioni nasce il primo WhatsBook, ibrido tra libro e WhatsApp. L’applicazione per messaggistica istantanea tra le più note al mondo, che già nel 2021 contava 1 miliardo e 600 milioni di utenti attivi in oltre 180 paesi, diventa quindi la base di un nuovo genere letterario.

Dal fumetto ai webtoones: così il digitale trasforma la “letteratura disegnata”

Le “Lezioni Americane” e il romanzo postindustriale

Nel 1985 Italo Calvino, chiamato ad Harvard a tenere delle lezioni sulla letteratura, poi confluite nel volume “Lezioni americane”, dichiarava che il millennio che stava per chiudersi aveva visto nascere ed espandersi le lingue moderne dell’Occidente e le letterature che di queste lingue avevano esplorato le possibilità espressive e cognitive e immaginative.

WEBINAR
13 Ottobre 2022 - 12:00
PA digitale: qual è lo strumento chiave per accelerare l’innovazione?
Risorse Umane/Organizzazione
Pubblica Amministrazione

Ci si interrogava, dunque, sulla sorte della letteratura e del libro nell’era tecnologica postindustriale. A tal proposito Calvino diceva: “La mia fiducia nel futuro della letteratura consiste nel sapere che ci sono cose che solo la letteratura può dare coi suoi mezzi specifici”.

Era, dunque, inevitabile. Come Calvino stesso aveva sempre sostenuto, e come prima di lui diversi altri scrittori e pensatori, compito di uno scrittore è quello di rappresentare il proprio tempo, o detto con le parole dell’esistenzialista francese Jean Paul Sartre, compito di uno scrittore è quello di significare il mondo.

E per noi, che viviamo nel terzo millennio, è necessario farlo a partire dal nostro qui e ora: da un’epoca che ha visto nascere il Web, gli i-phone, i tablet, gli e-book, le app. La letteratura non può rimanere indifferente al divenire della società. È suo stesso compito rappresentarla.

E fino a oggi lo abbiamo perfettamente visto fare dal mondo del cinema, che ha portato sul grande schermo tecnologia moderna e del futuro, dal mondo del teatro, dall’arte e anche dalla letteratura e dalla saggistica, che hanno sempre preso spunto dalla quotidianità per riprodurre fedelmente momenti del nostro tempo. Non ci sorprende, per esempio, trovarci davanti a scene cinematografiche in cui gli i-phone sono presenti, così come lo sono nei romanzi o in uno spettacolo teatrale.

Compito della letteratura, però, non è solo quello di ritrarre la propria società, ma anche quello di comprenderla e di evolversi in linea con essa. Appare, quindi, importante creare punti di contatto tra la letteratura e le nuove tecnologie che, del resto, si basano sullo stesso imperativo categorico: le storie.

Dalle chat al romanzo: come nasce un WhatsBook

L’essere umano stesso è narrazione, è flusso narrante, è in continuo dialogo con sé stesso e con il mondo. Questo principio lo hanno compreso benissimo tutti i creatori di social network, a partire dallo stesso Mark Zuckerberg. Facebook alla base di tutto pone sicuramente la persona con i suoi interessi, le sue vicende, la sua bacheca personale, le sue informazioni, le sue storie.

Principio pressoché identico dell’applicazione per messaggistica WhatsApp: forse, non è nemmeno un caso che sia stato proprio Facebook nel 2014 ad aver acquisito l’applicazione che si basa sulla necessità umana di comunicare e di raccontare storie.

Se ora facessimo un esperimento, e accedessimo al WhatsApp del nostro smartphone, e aprissimo una chat qualsiasi, ci renderemmo presto conto che in essa è raccontata una storia con date, giorni, messaggi, emozioni e magari anche foto, audio e video.

Certo, se ci inoltrassimo a leggere per lungo tempo quei messaggi, probabilmente ci annoieremmo, perché, seppur fondamentali, agli elementi tempo ed emozioni va dato qualcosa di più per renderli romanzo.

Per trasformare le nostre chat in romanzo, occorre aggiungere, a volte, un pizzico di finzione, vanno limati dei contenuti, vanno aggiunti degli aneddoti, va guidato il lettore in un viaggio.

In questo modo, nasce un nuovo genere letterario, il romanzo epistolare postmoderno, che ha saputo fondere le chat con la narrazione per portare il romanzo nell’epoca postindustriale come, appunto, già richiamato da Italo Calvino.

Nelle mie lezioni, a scuola, insegno sempre a osservare la realtà che ci circonda, a prenderne confidenza, a esplorarla in ogni aspetto per poi tradurla in narrazioni. Da tale osservazione, era inevitabile, l’incontro e il connubio con le nuove applicazioni, e dunque la nascita di questo primo ibrido letterario: un Whatsbook.

Al primo Whatsbook, io e il mio collega coautore Mattia Coser, abbiamo deciso di dare come titolo “WhatsLove ;)” [edito da Fides Edizioni, agosto 2022] e di partire da un sentimento cardine del nostro DNA emotivo, cioè dall’amore. Come a dire, per riprendere il pensiero dei filosofi dialogici come Martin Buber e Ferdinand Ebner, “In principio era il ‘tu’”.

E non a caso faccio riferimento ai filosofi dialogici del Novecento, perché proprio loro avevano visto, da un lato, il rischio dello solipsismo, di quell’io che si attorciglia su se stesso e si isola da ogni relazione, e dall’altro avevano compreso l’importanza del dialogo, dell’incontro totale tra Io e Tu. Due aspetti che sicuramente le nuove tecnologie hanno messo maggiormente in rilievo e che sono al contempo al centro di “Whatslove ;)”.

L’io e l’altro, quindi, l’altro da sé, un altro “per sé”, tornando al pensiero di Jean Paul Sartre, sono i protagonisti delle pagine di “Whatslove ;)”.

Nel primo Whatsbook è la relazione tra alcuni studenti liceali a essere al centro della narrazione e il loro divenire persone sempre più consapevoli.

In questo ibrido letterario, le chat si uniscono a pagine di diario, dove la protagonista Laura J. Freedman spinge il lettore a conoscere anche la parte più intima di sé per dargli una chiave precisa di lettura degli avvenimenti che da lì a breve la porteranno a vivere esperienze incisive della propria formazione.

Conclusione

Una storia, tante storie, un flusso narrante che dalle chat di un cellulare arriva su carta stampata e in e-book a testimoniare la duttilità della letteratura, capace di fondersi con le nuove tecnologie per creare un nuovo genere letterario in grado di rappresentare con maggiore nitidezza e forza il nostro “qui e ora” e poterlo, così, arricchire di significato.

WHITEPAPER
Le opportunità del social commerce per Generazione Z e Millennials
Marketing
@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
PA
Sostemibilità
Analisi
Formazione
Salute digitale
Sicurezza
Sostenibilità
Digital Economy
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4