La guida

Bonus verde: cos’è, come funziona e cosa comprende

Una detrazione IRPEF fino a 1800 euro per interventi di sistemazione a verde di abitazioni e condomini: la legge di Bilancio 2022 ha esteso il bonus verde fino al 2024. Cosa prevede, gli interventi ammessi, le modalità di pagamento, i beneficiari e come richiederlo

28 Mar 2022
Josephine Condemi

Giornalista

finanza sostenibile esg sostenibilità mercati-bonus verde

Un bonus per realizzare spazi verdi, pozzi, coperture e giardini pensili nelle abitazioni o nei condomini: la legge di bilancio 2022 ha prorogato fino al 2024 la detrazione IRPEF del 36% per un massimo di spesa di 5.000 euro, manutenzione e progettazione comprese.

Di seguito i dettagli su come funziona il bonus verde e come richiederlo.

Tutti i bonus casa 2022: quali sono, cosa cambia, come funzionano

Cos’è il bonus verde

Il bonus verde è una detrazione fiscale IRPEF, ovvero un importo che è possibile sottrarre dal totale dell’Imposta sul Reddito delle PErsone Fisiche.

WHITEPAPER
Strategie e strumenti per il Digital Marketing del 2023 - la guida step by step
Dematerializzazione
Istruzione

Dall’imposta lorda, ovvero dal totale delle tasse sui redditi dovuto allo Stato, con il bonus verde si detrae il 36% delle spese documentate per la sistemazione e la copertura a verde di spazi aperti o di immobili privati, anche condominiali, ad uso abitativo.

La spesa massima è di 5000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo, quindi il massimo bonus verde ottenibile è 1.800 euro (il 36% di 5.000).

Il bonus verde è stato istituito con la Legge 205/2017, la Legge di Bilancio 2018, che all’articolo 1, comma 12, recita:

“Per l’anno 2018, ai fini delle imposte sui redditi delle persone fisiche, dall’imposta lorda si detrae un importo pari al 36 per cento delle spese documentate, fino ad un ammontare complessivo delle stesse non superiore a 5.000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo, sostenute ed effettivamente rimaste a carico dei contribuenti che possiedono o detengono, sulla base di un titolo idoneo, l’immobile sul quale sono effettuati gli interventi relativi alla:

a) ‘sistemazione a verde’ di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi;

b) realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili”

Ulteriori dettagli sono esplicitati dai commi 13, 14, e 15 dello stesso articolo. Il bonus verde è stato quindi prorogato nel 2019 (articolo 1, comma 68 della legge 145/2018), nel 2020 (articolo 10 comma 1 del DL 162/2019), nel 2021 (articolo 1, comma 76 della legge 178/2020) e, con la Legge di Bilancio 2022 (articolo 1, comma 38 legge 234/2021) fino al 2024.

Come funziona il bonus verde

Il bonus verde prevede una detrazione del 36% sull’IRPEF a fronte di una spesa massima di 5.000 euro per la sistemazione a verde e realizzazione di coperture e giardini pensili in un immobile.

Nell’articolo 1, comma 14 della Legge di Bilancio 2018 si specifica come tra le spese detraibili siano comprese le spese di progettazione e manutenzione dei lavori.

La detrazione è ripartita in dieci quote annuali di pari importo, per un massimo quindi di 180 euro l’anno per dieci anni.

Il bonus verde si può richiedere a condizione che le spese e i pagamenti siano tracciabili e ovviamente conteggiati e documentati durante la dichiarazione dei redditi.

Il bonus verde è previsto per gli immobili ad uso abitativo: negozi e uffici ne sono esclusi.

Ma l’agevolazione comprende anche per gli interventi nelle parti comuni esterne degli edifici condominiali: in questo caso, la spesa massima di 5000 euro è calcolata per unità immobiliare ad uso abitativo.

Il bonus verde vale sia per la prima che per la seconda casa e, anche nel caso in cui i lavori siano effettuati sia nella propria abitazione che nelle parti comune del condominio, si avrà diritto ad una doppia agevolazione.

La Legge di Bilancio 2022 ha esteso il bonus verde fino al 2024.

Chi sono i beneficiari del bonus verde

L’articolo 1, comma 12 della Legge di Bilancio 2018 specifica che il bonus verde può essere richiesto da tutti i contribuenti che possiedono o detengono l’immobile oggetto degli interventi e che ne abbiano sostenuto le spese.

Possono essere quindi beneficiari del bonus verde non solo il proprietario dell’immobile ma anche:

  • Il nudo proprietario, ovvero la persona proprietaria del bene ma che non ha il diritto di fruirne;
  • L’usufruttuario, ovvero la persona che dopo aver venduto la proprietà gode ancora della fruizione dell’immobile a titolo gratuito;
  • Il comodatario, ovvero chi detiene temporaneamente l’immobile a titolo gratuito;
  • L’inquilino che ha affittato l’immobile;
  • L’ente che corrisponde l’IRES – l’Imposta sui Redditi delle Società
  • L’assegnatario della casa popolare

Per gli interventi nelle parti comuni esterne degli edifici condominiali, dalla spesa massima di 5000 euro per unità immobiliare ad uso abitativo, ciascun condomino potrà quindi detrarre la propria spesa se tracciata e versata al condominio entro la presentazione della dichiarazione dei redditi.

Nel caso di interventi dello stesso beneficiario su più immobili posseduti o detenuti, si sommeranno le detrazioni per ciascuna spesa.

Quali interventi sono ammessi

Il bonus verde è dedicato agli interventi straordinari di “sistemazione a verde” di aree scoperte di immobili ad uso abitativo, da realizzare ex novo o da rinnovare radicalmente.

Sono quindi ammessi gli interventi di:

  • Allestimento a verde di balconi e terrazzi solo se permanente e inserito in intervento innovativo
  • Copertura a verde
  • Grandi potature
  • Impianti di irrigazione
  • Messa a dimora di piante e arbusti
  • Realizzazione fioriere solo se permanenti e inserite in intervento innovativo
  • Realizzazione pozzi
  • Realizzazione giardini pensili
  • Recinzioni
  • Riqualificazione tappeti erbosi (escluso utilizzo sportivo a fini di lucro)
  • Ristrutturazione giardino

Non sono ammessi gli interventi di lavori in economia, gli interventi per la realizzazione di giardini in immobili dati in appalto, le spese per la manutenzione ordinaria di giardini o spazi a verde preesistenti, le spese per l’acquisto di attrezzature.

Modalità di pagamento

Per ottenere l’agevolazione, il pagamento delle spese sostenute deve essere tracciabile e dimostrabile.

Gli interventi relativi al bonus verde dovranno quindi essere pagati attraverso bancomat, carte di credito, carte prepagate, bonifici bancari, bonifici postali, assegni non trasferibili.

È consigliabile inserire nella causale un riferimento al pagamento di spese relative al bonus verde.

Come richiedere il bonus verde e quale documentazione

Il bonus verde si può richiedere durante la dichiarazione dei redditi: l’Agenzia delle Entrate ha specificato i dettagli con la circolare n.13 del 31 maggio 2019.

In particolare, è necessario presentare al commercialista, al consulente fiscale o al CAF autorizzato che si occupa della propria dichiarazione dei redditi questa documentazione:

  • Le fatture o le ricevute fiscali che comprovino la tipologia di spesa effettuata. Ogni fattura o ricevuta dovrà contenere il codice fiscale del soggetto beneficiario della detrazione e una descrizione dettagliata dell’intervento sostenuto dalla spesa.
  • L’autocertificazione che attesti il non superamento del limite massimo di 5.000 euro di spesa previsto dal bonus verde;
  • La documentazione dell’avvenuto pagamento con mezzi tracciabili.

Nel caso di interventi su immobili condominiali, è necessario aggiungere:

  • La dichiarazione dell’amministratore in cui attesti di aver adempiuto a tutti gli obblighi di legge e certifichi sia la somma corrisposta dal condomino che l’ammontare della detrazione

E, se il condominio è formato da meno di 9 condomini o l’edificio non ha un codice fiscale,

  • L’autocertificazione che attesti e descriva i lavori effettuati e specifichi i dati catastali delle singole unità immobiliari.

La documentazione deve essere conservata almeno fino al termine del periodo di accertamento sulla dichiarazione dei redditi, cioè al 31 dicembre del quinto anno successivo alla sua presentazione.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 3