Esperto risponde

Commercio al minuto, la fattura si può chiedere solo al momento dell’operazione

Per il commercio al minuto la fattura va chiesta al momento di effettuazione della operazione, non è possibile richiederla in un secondo momento

19 Giu 2020
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista


DOMANDA

Ho acquistato delle porte pagandole con carta di credito e mi è stato fatto uno scontrino (sul quale non c’è il codice fiscale). Ora dovendo scaricare l’importo nel 730 in quanto fanno parte della ristrutturazione di una casa, posso richiedere una fattura per questo acquisto?

Daniel Fatticcioni

RISPOSTA

L’articolo 22 del DPR 633/1972 (commercianti al minuto e attività assimilate) prevede l’obbligo di emissione della fattura “non oltre il momento di effettuazione della operazione”. Quindi, a stretto rigor di termini, se lei non avesse richiesto la fattura al momento di effettuazione della operazione, non può più chiederla.

WEBINAR
Gestione documentale digitale di ultima generazione: opportunità e benefici
Dematerializzazione

La ragione di ciò risiede nel valore di certificazione fiscale del corrispettivo insita nello  scontrino, per cui la eventuale emissione di fattura, che non avvenisse nei modi e termini previsti dalla Legge,  potrebbe realizzare una duplicazione di certificazione.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4