Esperto risponde

Fattura elettronica con nome del committente sbagliato, come rimediare

Meglio fare una nota di credito in caso si sbagli il nome del committente nella fattura elettronica: vediamo perché

23 Feb 2022
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

DOMANDA

Buongiorno, ho emesso e inviato fattura elettronica con codice destinatario, partita Iva e indirizzo giusto, ma ho sbagliato il nome del cessionario/committente. Devo procedere con nota di credito?

Pierina Savarese

RISPOSTA

La fattura deve contenere, a norma dell’articolo 21 del DPR 633/1972, la “ditta, denominazione o ragione sociale, nome e cognome, residenza o domicilio del soggetto cessionario o committente”. Pur vero che il SDI sui campi descrittivi effettua solo un controllo di esistenza, non di congruità (e questo spiega la ragione per cui la fattura sia stata recapitata al contribuente destinatario in base alla partita corretta), però non c’è dubbio che la fattura sia formalmente errata. Suggerisco quindi l’annullamento con nota di credito e la trasmissione di una fattura corretta, ovviamente emessa con la stessa data di quella “neutralizzata”.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4