Fattura elettronica, i tempi in caso di pagamento con assegno - Agenda Digitale

Esperto risponde

Fattura elettronica, i tempi in caso di pagamento con assegno

Vediamo le regole per definire qual è la data di effettuazione dell’operazione nel caso di incasso con assegno bancario

14 Mag 2021
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

DOMANDA

Ho pagato un’agenzia con assegno circolare in data 20 novembre 2020 mio addebito, lui mi ha emesso la fattura in data 5 gennaio 2021: é corretto?

stefy.104@libero.it

RISPOSTA

Nel caso da Lei prospettato, il momento rilevante ai fini della effettuazione della operazione (momento in cui sorge l’obbligo di emissione della fattura se trattasi di prestazioni di servizi) è la data in cui è avvenuta la consegna dell’assegno circolare, non la data della sua negoziazione né tantomeno quello della sua emissione. Ad analoga conclusione è pervenuta l’Agenzia delle Entrate che con Risoluzione 138/E del 2009, in un caso relativo alle imposte sul reddito ma mutatis mutandis applicabile anche al suo caso, ebbe a precisare che ” …in relazione alla specifica questione prospettata, che riguarda la corretta imputazione temporale di un compenso professionale percepito sotto forma di assegno circolare, si esprime l’avviso che il momento in cui il titolo di credito (e quindi le somme in esso rappresentate) entra nella disponibilità del professionista si verifica all’atto della materiale consegna del titolo dall’emittente al ricevente, mentre non può essere attribuita alcuna rilevanza alla circostanza che il versamento sul conto corrente del prenditore intervenga in un momento successivo (e in un diverso periodo d’imposta)”.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu<mailto:esperto@agendadigitale.eu> Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 2