Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

esperto risponde

Fattura elettronica scartata, come regolarsi con la numerazione?

08 Ago 2018

Salvatore De Benedictis

commercialista


DOMANDA

Volevo sapere nel caso in cui viene scartata una fattura elettronica, è possibile riemetterla uguale con stessa numerazione è data?

Vi spiego come mi è successo: ho emesso fattura verso una pubblica amministrazione ma mi è stata scartata. Ho chiesto il perché ma non mi hanno ancora risposto. Io presuppongo perché è cambiato il regime dell’Iva ed io avevo applicato quello vecchio.

Ho riemesso una fattura con stesso numero e data di quella scartata ma con regime giusto ma anche questa è stata scartata. Come mai? Forse perché si tratta di stessa numerazione e data?

Grazie in anticipo per la risposta

Avv. Francesca Cacciatore

RISPOSTA

Innanzitutto occorre distinguere l’ipotesi di “scarto” rispetto alla ipotesi “rifiuto”. Lo scarto è disposto dal Sistema di Interscambio qualora non siano rispettate le regole tecniche previste dalle norme, il rifiuto è la decisione della Pubblica Amministrazione, assunta al temine di un esame di merito della fattura ricevuta.

Escludo  che il sistema di interscambio o la PA siano in grado di valutare quale sia il suo corretto regime IVA.

Se la fattura è scartata (quindi da SdI) la notifica dello scarto deve riportare un codice dal quale è possibile risalire all’errore riscontrato.

Se la fattura è stata rifiutata (quindi dalla PA), nel rifiuto generalmente l’Ente ne indica, sia pure sommariamente, le ragioni.

In ogni caso, la fattura scartata si ha per non emessa, quindi Lei ne può emettere un’altra con stessa data e numero; tuttavia il nome del file in formato .xml relativo alla fattura non può avere lo stesso nome del precedente, altrimenti il SDI scarta la fattura col codice di errore 00002  (Nome file duplicato).

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile inviare le proprie domande a: esperto@agendadigitale.eu

Articolo 1 di 4