esperto risponde

Note di credito e fatture, come interpretare il segno degli importi

Vediamo qual è la corretta interpretazione del segno degli importi nelle fatture e nelle note di credito elettroniche

10 Giu 2022
Salvatore De Benedictis

dottore commercialista

fattura

DOMANDA

Ho fatto una nota di credito utilizzando il tasto “duplica” ed ho inserito il segno meno davanti all’importo. Nella schermata a video appare la somma negativa, mentre nella stampa mi appare la cifra quale “totale a pagare” senza il segno meno. È giusto? Quale è la procedura per emettere una nota di credito?

RISPOSTA

Non conoscendo la procedura da lei utilizzata posso solo dirle che se lei ha duplicato la fattura (quindi mantenendo il tipo documento TD01) ed ha modificato il segno degli importi, ha generato un documento che ha la il vestito di una fattura ma il corpo (quindi la sostanza) di una nota di credito. Quindi il sistema di Interscambio e le procedure software gestiranno il segno negativo in maniera corretta. Qualora invece il documento avesse come tipo TD01 ma bensì TD04 (Nota di credito), gli importi eventualmente indicati col segno negativo sarebbero interpretati dal SDI e dai software applicativi come se avessero il segno positivo.

Per porre domande a Salvatore De Benedictis sul tema “Fatturazione Elettronica e Conservazione Digitale” è possibile scrivere a: esperto@agendadigitale.eu

Potranno essere presi in esame solo i quesiti sottoscritti con cognome e nome

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4