Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Direttore responsabile Alessandro Longo

La roadmap

Fisco online: ecco come l’Agenzia delle Entrate sta digitalizzando i servizi

di Giuseppe Buono, direttore centrale della Direzione Centrale Tecnologie e Innovazione

13 Giu 2017

13 giugno 2017

La digitalizzazione è già oggi, e lo sarà sempre più nel futuro, il fattore critico che consente all’Agenzia dell’Entrate di realizzare al meglio la sua missione

L’Agenzia delle Entrate punta da sempre ad essere un’amministrazione fiscale efficace, efficiente e al servizio dei contribuenti. In questo senso, l’innovazione tecnologica – più propriamente l’innovazione resa possibile dalle nuove tecnologie – rappresenta un fattore critico di successo nel quale l’Agenzia crede e su cui sta investendo molto.

L’informatizzazione del Fisco non è certo una novità, ma le modalità con cui essa va realizzata e trasformata nella digitalizzazione integrata dei processi e dei servizi devono variare nel tempo, adattandosi non solo alle novità normative ma anche ai cambiamenti della società, alle aspettative e alle esigenze mutevoli dei cittadini, all’introduzione di nuove tecnologie e nuovi paradigmi, con particolare attenzione alla soddisfazione degli utenti e al miglioramento continuo.

Alla fine del 2016 l’Agenzia ha definito la strategia digitale per il triennio 2017-2019, messa a punto in linea con gli indirizzi strategici politici, amministrativi e gestionali definiti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e dalle normative di riferimento. Questa strategia – che si realizzerà in sintonia con il Piano Triennale dell’ICT della Pubblica Amministrazione recentemente pubblicato – si sviluppa lungo le direttrici principali di digitalizzazione dei servizi all’utente, valorizzazione del patrimonio informativo e digitalizzazione ed efficienza dell’Agenzia.

Queste tre direttrici sono integrate con gli ambiti trasversali della sicurezza e dell’integrazione con l’Agenda Digitale.

L’Agenzia lavora inoltre sui due “binari” delle attività ordinarie e dei progetti strategici di innovazione e trasformazione, che puntano a realizzare i cambiamenti necessari a centrare obiettivi sempre più sfidanti. Binari che spesso si sovrappongono, si intrecciano e che richiedono scelte non facili e sforzi particolari di coordinamento e di pianificazione delle attività tecnologiche.

Servizi digitali

La digitalizzazione dei servizi agli utenti è uno degli elementi fondamentali per la costruzione di un rapporto di fiducia e di cooperazione con i nostri utenti. La dichiarazione precompilata, il potenziamento dei servizi telematici sia in ambito fiscale che catastale, la dichiarazione di successione telematica, l’app mobile recentemente aggiornata in ottica di maggiore usabilità ed estensione dei servizi, l’invio di SMS per segnalare rimborsi e pagamenti in scadenza, la fatturazione elettronica Pa estesa da quest’anno al B2B, la creazione e l’evoluzione di nuovi servizi gratuiti di generazione e trasmissionedati per fatturee corrispettividedicati ai contribuenti IVA, l’utilizzo crescente dei canali social per l’assistenza agli utenti, sono solo gli esempi più noti, che testimoniano quanto l’Agenzia consideri prioritario fornire un insieme di  servizi sempre piùdigitali alla collettività.

Valorizzazione del patrimonio informativo

I dati di cui l’Agenzia dispone sono un tesoro informativo prezioso, grazie al quale le Entrate lavorano per fornire servizi più evoluti basati su dati precompilati, contribuendo ad aumentare la tax compliance e a contrastare con maggiore efficacia l’evasione. A tale scopo lavoriamo per innovare gli strumenti a disposizione, affiancando all’architettura di gestione dei dati fiscali e immobiliari e di business intelligence nuovi sistemi per aumentare la qualità dei dati e renderne ancora più fruibile l’utilizzo, e nuovi strumenti di advanced analytics fondamentali per capire a fondo fenomeni, ricercare correlazioni interessanti, estrarre elementi di conoscenza preziosi per l’azione amministrativa. Esempi visibili sono certamente la rilevante mole di dati inseriti nella dichiarazione precompilata, la selezione per le comunicazioni “CambiaVerso”, il canone tv in bolletta elettrica, i servizi che assicurano una maggiore semplicità degli adempimenti, il dialogo preventivo, i sistemi più efficaci di garanzia della compliance. Partendo da una sempre maggiore capacità di analisi dei dati, possiamo così puntare a distinguere e gestire in maniera differenziata un errore o una dimenticanza (da risolvere rapidamente con un’interazione agile con il contribuente) da fenomeni di evasione sistematica (da contrastare con azioni sempre più tempestive ed incisive e da prevenire con il miglioramento delle procedure).

Digitalizzazione ed efficienza

I processi di lavoro dell’Agenzia delle Entrate sono supportati da numerosi servizi informatici, che sono stati recentemente aggiornati per aumentare il livello di digitalizzazione dei processi amministrativi, ovviamente nel rispetto della normativa. Esempi di questo processo di aggiornamento sono la formazione del documento originale digitale, la firma digitale, il contrassegno elettronico, le notifiche via Pec, il lavoro di graduale integrazione di nuovi servizi documentali per i numerosi processi amministrativi.

Sicurezza

La sicurezza è una delle tematiche trasversali che coinvolgono tutti i progetti e servizi. Per noi  va intesa nel senso più ampio di protezione dei dati, disponibilità dei servizi, compliance a normative e best practice, gestione sicura delle identità digitali, cyber-security (intesa come difesa attiva, proattiva, analitica e risolutrice di potenziali minacce e vulnerabilità provenienti dalla rete e dall’interno). La sicurezza è alla base del rapporto di fiducia con i contribuenti, e pertanto rappresenta un elemento critico a cui dedichiamo un’attenzione particolare ed un lavoro costante.

Integrazione con l’Agenda Digitale

L’Agenzia delle Entrate lavora quotidianamente per integrarsi con le iniziative sistemiche della digitalizzazione della Pa italiana, quali ad esempio SPID, ANPR, PagoPA, l’introduzione del domicilio digitale del cittadino. Inoltre, l’Agenzia stessa gestisce servizi rilevanti e centrali per la Pa, quali ad esempio il Sistema di Interscambio per la fatturazione elettronica Pa, che dal 2017 è stato esteso, unificando canali e tracciato fattura, anche per il B2B. La digitalizzazione pertanto è già oggi, e lo sarà sempre più nel futuro, il fattore critico che consente all’Agenzia di realizzare al meglio la sua missione, essere sempre più vicina agli utenti e offrire loro servizi sempre più innovativi e di facile utilizzo.  Lavoriamo quindi con proattività per innovare e migliorare i servizi digitali esistenti e crearne di nuovi, collaborando con gli attori maggiormente coinvolti e ascoltando con attenzione i feedback provenienti dall’utenza, per servire al meglio i cittadini, supportare il mondo produttivo del Paese riducendo la complessità degli adempimenti.In conclusione, la strada che stiamo percorrendo punta a evolvere definitivamente il rapporto tra Fisco e contribuenti attraverso la digitalizzazione, verso un rapporto di fiducia e cooperazione, nell’ottica di una sempre maggiore efficacia e di una tax compliance che sia al livello dei Paesi più avanzati.

Articoli correlati