Il caso

Quando le scarpe sono digitali: gli impatti degli NFT sul mondo della moda

Gli NFT sono un asset strategico per il settore della moda e numerosi sono i brand che impiegano tale innovazione per nuove opportunità creative e di business: approfondiamo il tema, considerando anche gli aspetti giuridici legati a questo ambito, come le norme utili per tutelare il diritto d’autore

10 Nov 2022
Nicole Di Mattia

ricercatrice The Thinking Watermill Society

nft-gbef499897_1920

Gli NFT hanno un importante ruolo nella digitalizzazione del mondo della moda, forniscono, per esempio, nuove soluzioni digitali in materia di diritto d’autore anche con riferimento alla registrazione di bozzetti e modelli. Risultano, in generale, un asset strategico sebbene gli NFT non possano ancora essere considerati uno strumento a impatto zero.

L’arte all’epoca del web 3.0: le potenzialità NFT e il nodo contraffazione

NFT, come si applicano al mondo della moda

Una prima applicazione degli NFT nella filiera della moda è legata al phygital. Si tratta del caso in cui un consumatore che acquista un prodotto fisico come un capo d’abbigliamento, riceverà contemporaneamente un NFT che rappresenta lo stesso prodotto ma in formato digitale sulla blockchain che potrà poi utilizzato in contesti di realtà aumentata o nelle arene di gioco virtuali.

WHITEPAPER
CYBERSECURITY: le migliori strategie per la tutela e la continuità dei servizi IT
Sicurezza
Cybersecurity

Un’ulteriore applicazione degli NFT riguarda la fusione tra l’industria dei videogiochi e quella della moda. Questa combinazione offre opportunità illimitate per la creatività, che andrà oltre i limiti fisici dell’industria della moda, coinvolgendo avatar di qualsiasi forma e desiderio. Le collaborazioni più importanti in questo campo sono state realizzate da The North Face, Gucci, Balenciaga, Prada e tanti altri brand di lusso con attori del mondo videoludico, come Pokemon Go, Honor of Kings, Fortnite e GTA. Tra le collaborazioni più di successo dovrà sicuramente essere menzionata altresì quella trae Ralph Lauren e Snapchat nonché la collaborazione tra Balenciaga e Fortnite che ha permesso di acquistare abiti ispirati a vari design Balenciaga per il mondo ludico.

Dolce e Gabbana hanno anche rilasciato una collezione digitale composta da nove capi di abbigliamento NFT, chiamandola “Genesis Collection” che è stata venduta per circa 5,7 milioni di dollari, diventando così la collezione digitale più costosa di sempre. Moda, digital, gaming e NFT sono le parole chiave delle case di moda per avvicinarsi alla Gen – Z, migliorare il customer journey e ridurre gli impatti derivanti dalla pandemia di Covid -19 e, naturalmente, per guidare la trasformazione digitale nel sistema moda.

Collaborazioni tra moda e crypto artist

Molte sono le collaborazioni tra brand di moda e artisti digitali anche per offrire servizi ed esperienze unici per eventi e occasioni esclusivi, coinvolgendo anche gli influencer e la loro community. Tra le principali collaborazioni:

  • RTFKT e l’artista digitale Fewocious per la realizzazione di sneakers e relativi NFT, sold out con un utile di 3,1 milioni di dollari;
  • gli accrediti per la Paris Fashion Week accompagnati dagli NFT di Richard Haines, il famoso illustratore di moda;
  • nel 2019, The Fabricant e Cartlings hanno collaborato per creare la prima tuta blockchain solo digitale, venduta per 9.500 dollari.

Da citare anche le sneakers digitali di Gucci. Gucci ha lanciato sul mercato un paio di sneakers al prezzo di 12,99 euro. Erano solo scarpe da ginnastica virtuali e, tecnicamente, un token non fungibile. Progettate dal direttore creativo di Gucci, Alessandro Michele, le scarpe da ginnastica NFT possono essere acquistate tramite Wanna Kicks, un’innovativa App che utilizza la realtà aumentata (“AR”), attraverso la quale, grazie a un filtro 3D, l’utente può, non solo , indossare scarpe virtualmente virtuali, ma anche fotografarsi con il nuovo acquisto.

Profili giuridici

Gli usi delle NFT sono davvero molteplici. Nel nostro ordinamento, le opere creative legate alla moda possono trovare, in generale, due principali forme di tutela ed in particolare:

  • la tutela derivante dal diritto d’autore;
  • la tutela derivante dall’art. 31 del Codice della Proprietà Intellettuale, secondo il quale la registrazione di un disegno o modello conferisce al titolare il diritto esclusivo di utilizzarlo e di vietarne a terzi l’uso senza il suo consenso.

Se è vero che il diritto d’autore nasce con la creazione dell’opera, è altrettanto vero che il diritto d’autore è spesso il fulcro del contenzioso. L’utilizzo della tecnologia blockchain – che è stata regolamentata nel nostro ordinamento attraverso l’art.8 ter del Decreto Semplificazioni 2019, potrebbe essere uno strumento adeguato per certificare la paternità dell’opera e la sua datazione. L’autore (e quindi lo stilista o il disegnatore o anche la maison) potrebbe depositare nella blockchain NFT di un suo bozzetto, in modo da prestabilire una prova circa la data di creazione e il suo contenuto.

In altre parole, il deposito di tale NFT nella blockchain consentirebbe almeno di stabilire una presunzione circa la paternità di quell’opera (di quel bozzetto, di quel capo di abbigliamento) al fine di avere una maggiore tutela in un ipotetico giudizio dove l’autore deve provare la paternità o la data di creazione dell’opera.

Utilizzo sostenibile degli NFT

Il caso Givenchy è un uso notevole degli NFT in modo etico e sostenibile. Givenchy ha creato un set di 15 NFT, tutti coniati su Polygon, un network eco-sostenibile compatibile con Ethereum in collaborazione con l’artista grafico Chito, messo all’asta su Open Sea. Il ricavato dell’asta NFT andrà al partner di beneficenza di Givenchy, The Ocean Cleanup, una tecnologia senza scopo di lucro in via di sviluppo per eliminare l’inquinamento da plastica da mare e oceani. Il viaggio di Givenchy nel mondo delle NFT e del social engagement continua, come aveva già dimostrato attraverso il supporto alla comunità LGBTQIA+ durante il mese del pride, lanciando un progetto senza precedenti: il brand ha deciso di collaborare con il gallerista londinese Amar Singh e il collettivo di artisti Rewind per creare un’opera d’arte digitale che sarà venduta a beneficio dell’associazione “Le MAG Jeunes”.

Intitolata “Pride”, l’opera d’arte realizzata da Rewind Collective per Givenchy Parfums è una serie di ritratti animati reinterpretati digitalmente nei colori dell’arcobaleno, che simboleggiano la diversità, l’affermazione dell’identità e la lotta per la parità di diritti. Esprimendo così l’impegno di Givenchy per un tipo di bellezza più diversificato, più inclusivo e universale. L’uso della tecnologia blockchain, tuttavia, ha delle implicazioni in termini di impatto ambientale. Soprattutto il processo di coniazione comporta notevoli emissioni inquinanti. Finora si è ritenuto che il consumo generato dalla tecnologia blockchain sia necessario per il garantire il corretto funzionamento del meccanismo di validazione e consenso dei nodi sviluppati su una tecnologia basata su Proof of Work. Solo il processo di creazione di Bitcoin, secondo una ricerca dell’Università di Cambridge, utilizza più elettricità rispetto a paesi come Argentina, Svezia o Pakistan[1]

Chart, histogramDescription automatically generated

Gli NFT, che derivano dallo stesso principio applicativo e meccanico, non sono da meno e da tempo sono oggetto di critiche in quanto non ecosostenibili. Si stima che la creazione di un singolo NFT produca in media lo stesso inquinamento di un viaggio di 800 chilometri in un’auto a benzina. È probabile che gli NFT aggraveranno ulteriormente questa situazione a meno che non vengano trovate alternative all’attuale processo di creazione. Attualmente gli NFT utilizzano Ethereum (seconda in capitalizzazione dietro ai Bitcoin) per creare i token unici che li caratterizzano, sfruttando un processo estremamente inquinante data la potenza di calcolo richiesta dai computer in rete.

Il caso della piattaforma ecosostenibile Musa

Pertanto, il loro vero successo e la loro futura applicazione dipendono anche dalle innovazioni in termini di sostenibilità tecnologica. È stata quindi presentata una nuova piattaforma NFT ecosostenibile: MUSA. Si tratta di un marketplace NFT italiano a impatto zero, realizzato con il supporto tecnologico di Blockchain Italia. La blockchain su cui MUSA crea (o meglio “mina”) gli NFT è Algorand, che può essere considerata una tecnologia altamente ecologica, perché il suo meccanismo di consenso permette alla rete decentralizzata di convalidare transazioni praticamente senza consumo di energia.

__

Note

  1. University of Cambridge Bitcoin Electricity Consumption Index 2020

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Speciale PNRR

Tutti
Incentivi
Salute digitale
Formazione
Analisi
Sostenibilità
PA
Sostemibilità
Sicurezza
Digital Economy
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr
CODICE STARTUP
Imprenditoria femminile: come attingere ai fondi per le donne che fanno impresa
DECRETI
PNRR e Fascicolo Sanitario Elettronico: investimenti per oltre 600 milioni
IL DOCUMENTO
Competenze digitali, ecco il nuovo piano operativo nazionale
STRUMENTI
Da Istat e RGS gli indicatori per misurare la sostenibilità nel PNRR
STRATEGIE
PNRR – Piano nazionale di Ripresa e Resilienza: cos’è e novità
FONDI
Pnrr, ok della Ue alla seconda rata da 21 miliardi: focus su 5G e banda ultralarga
GREEN ENERGY
Energia pulita: Banca Sella finanzia i progetti green incentivati dal PNRR
TECNOLOGIA SOLIDALE
Due buone notizie digitali: 500 milioni per gli ITS e l’inizio dell’intranet veloce in scuole e ospedali
INNOVAZIONE
Competenze digitali e InPA cruciali per raggiungere gli obiettivi del Pnrr
STRATEGIE
PA digitale 2026, come gestire i fondi PNRR in 5 fasi: ecco la proposta
ANALISI
Value-based healthcare: le esperienze in Italia e il ruolo del PNRR
Strategie
Accordi per l’innovazione, per le imprese altri 250 milioni
Strategie
PNRR, opportunità e sfide per le smart city
Strategie
Brevetti, il Mise mette sul piatto 8,5 milioni
Strategie
PNRR e opere pubbliche, la grande sfida per i Comuni e perché bisogna pensare digitale
Formazione
Trasferimento tecnologico, il Mise mette sul piatto 7,5 milioni
Strategie
PSN e Strategia Cloud Italia: a che punto siamo e come supportare la PA in questo percorso
Dispersione idrica
Siccità: AI e analisi dei dati possono ridurre gli sprechi d’acqua. Ecco gli interventi necessari
PNRR
Cloud, firmato il contratto per l’avvio di lavori del Polo strategico
Formazione
Competenze digitali, stanziati 48 milioni per gli Istituti tecnologici superiori
Iniziative
Digitalizzazione delle reti idriche: oltre 600 milioni per 21 progetti
Competenze e competitività
PNRR, così i fondi UE possono rilanciare la ricerca e l’Università
Finanziamenti
PNRR, si sbloccano i fondi per l’agrisolare
Sanità post-pandemica
PNRR, Missione Salute: a che punto siamo e cosa resta da fare
Strategie
Sovranità e autonomia tecnologica nazionale: come avviare un processo virtuoso e sostenibile
La relazione
Pnrr e PA digitale, l’alert della Corte dei conti su execution e capacità di spesa
L'editoriale
Elezioni 2022, la sfida digitale ai margini del dibattito politico
Strategie
Digitale, il monito di I-Com: “Senza riforme Pnrr inefficace”
Transizione digitale
Pnrr: arrivano 321 milioni per cloud dei Comuni, spazio e mobilità innovativa
L'analisi I-COM
Il PNRR alla prova delle elezioni: come usare bene le risorse e centrare gli obiettivi digitali
Cineca
Quantum computing, una svolta per la ricerca: lo scenario europeo e i progetti in corso
L'indice europeo
Desi, l’Italia scala due posizioni grazie a fibra e 5G. Ma è (ancora) allarme competenze
L'approfondimento
PNRR 2, ecco tutte le misure per cittadini e imprese: portale sommerso, codice crisi d’impresa e sismabonus, cosa cambia
Servizi digitali
PNRR e trasformazione digitale: ecco gli investimenti e le riforme previste per la digitalizzazione della PA
Legal health
Lo spazio europeo dei dati sanitari: come circoleranno le informazioni sulla salute nell’Unione Europea
Servizi digitali
PNRR e PA digitale: non dimentichiamo la dematerializzazione
Digital Healthcare transformation
La trasformazione digitale degli ospedali
Governance digitale
PA digitale, è la volta buona? Così misure e risorse del PNRR possono fare la differenza
Servizi digitali
Comuni e digitale, come usare il PNRR senza sbagliare
La survey
Pnrr e digitale accoppiata vincente per il 70% delle pmi italiane
Missione salute
Fascicolo Sanitario Elettronico alla prova del PNRR: limiti, rischi e opportunità
Servizi pubblici
PNRR: come diventeranno i siti dei comuni italiani grazie alle nuove risorse
Skill gap
PNRR, la banda ultra larga crea 20.000 nuovi posti di lavoro
Il Piano
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUMPA2022
PNRR e trasformazione digitale: rivedi i Talk di FORUM PA 2022 in collaborazione con le aziende partner
I contratti
Avio, 340 milioni dal Pnrr per i nuovi propulsori a metano
Next Generation EU
PNRR, a che punto siamo e cosa possono aspettarsi le aziende private
Fondi
Operativo il nuovo portale del MISE con tutti i finanziamenti per le imprese
Servizi comunali
Il PNRR occasione unica per i Comuni digitali: strumenti e risorse per enti e cittadini
Healthcare data platform
PNRR dalla teoria alla pratica: tecnologie e soluzioni per l’innovazione in Sanità
Skill
Competenze digitali, partono le Reti di facilitazione
Gli obiettivi
Scuola 4.0, PNRR ultima chance: ecco come cambierà il sistema formativo
Sistema Paese
PNRR 2, è il turno della space economy
FORUM PA 2022
FORUM PA 2022: la maturità digitale dei comuni italiani rispetto al PNRR
Analisi
PNRR: dalla Ricerca all’impresa, una sfida da cogliere insieme
Innovazione
Pnrr, il Dipartimento per la Trasformazione digitale si riorganizza
FORUM PA 2022
PA verde e sostenibile: il ruolo di PNRR, PNIEC, energy management e green public procurement
Analisi
PNRR, Comuni e digitalizzazione: tutto su fondi e opportunità, in meno di 3 minuti. Guarda il video!
Rapporti
Competenze digitali e servizi automatizzati pilastri del piano Inps
Analisi
Attuazione del PNRR: il dialogo necessario tra istituzioni e società civile. Rivedi lo Scenario di FORUM PA 2022
Progetti
Pnrr, fondi per il Politecnico di Torino. Fra i progetti anche IS4Aerospace
Analisi
PNRR, Colao fa il punto sulla transizione digitale dell’Italia: «In linea con tutte le scadenze»
La Svolta
Ict, Istat “riclassifica” i professionisti. Via anche al catalogo dati sul Pnrr
Analisi
Spazio, Colao fa il punto sul Pnrr: i progetti verso la milestone 2023
FORUM PA 2022
Ecosistema territoriale sostenibile: l’Emilia Romagna tra FESR e PNRR
Il Piano
Innovazione, il Mise “centra” gli obiettivi Pnrr: attivati 17,5 miliardi
Analisi
PNRR: raggiunti gli obiettivi per il primo semestre 2022. Il punto e qualche riflessione
Analisi
PNRR: dal dialogo tra PA e società civile passa il corretto monitoraggio dei risultati, tra collaborazione e identità dei luoghi
Webinar
Comuni e PNRR: un focus sui bandi attivi o in pubblicazione
Analisi
Formazione 4.0: cos’è e come funziona il credito d’imposta
PA e Sicurezza
PA e sicurezza informatica: il ruolo dei territori di fronte alle sfide della digitalizzazione
PA e sicurezza
PNRR e servizi pubblici digitali: sfide e opportunità per Comuni e Città metropolitane
Water management
Water management in Italia: verso una transizione “smart” e “circular” 
LE RISORSE
Transizione digitale, Simest apre i fondi Pnrr alle medie imprese
Prospettive
Turismo, cultura e digital: come spendere bene le risorse del PNRR
Analisi
Smart City: quale contributo alla transizione ecologica
Decarbonizzazione
Idrogeno verde, 450 milioni € di investimenti PNRR, Cingolani firma
Unioncamere
PNRR, imprese in ritardo: ecco come le Camere di commercio possono aiutare
I fondi
Industria 4.0: solo un’impresa su tre pronta a salire sul treno Pnrr

Articolo 1 di 4