Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

La critica

Morandini (Between): “Su banda ultra larga il governo la fa troppo facile”

22 Ott 2012

Cristoforo Morandini


Temo che nel piano di banda ultra larga il governo la stia facendo troppo facile. C’è molto da chiarire, ancora.

Per la banda larga a tutti entro il 2013 era ormai chiaro che in un modo o nell’altro ci siamo (a costo di utilizzare il satellite…). Questo sì, è un progetto credibile. Ma è sulla banda ultra larga che la sta facendo molto facile, specie per quanto riguarda la capacità di attivare i progetti PPP (partenariato pubblico privato), a cominciare dal Sud.

Quindi tre considerazioni:

a. Wait and see… In realtà, il test sarà a brevissimo, visto che i fondi Eurosud sono a scadenza

b. Sarebbe poi gradita una formalizzazione e una tempificazione del “piano nazionale banda ultra larga”: cosa porteremo, come, dove e in quali tempi?

c. Potrebbe essere poi gradito un parere sull’interazione CDP (Cassa depositi e prestiti)–Telecom Italia sul tema della rete, anche perché ci “sembra di capire” che tutta l’operazione nasce appunto per accelerare l’ammodernamento della rete nazionale.

Articolo 1 di 4